TiPress
CHIASSO
13.04.17 - 07:210

Delitto di Via Valdani, si allevia la posizione del giovane Ignorato

Si fa strada l’ipotesi di aggressione per il 24enne, ritenuto in un primo momento responsabile alla pari del padre. Rigettata l’istanza di liberazione, resterà in detenzione fino a metà maggio

CHIASSO - Si allevia la posizione di Mirko Ingnorato, il 24enne che, assieme al padre Pasquale, 52enne, partecipò nel novembre del 2015 all’omicidio del fiduciario 73enne Angelo Falconi, in un’autorimessa tra via Valdani e corso San Gottardo a Chiasso. Lo riferisce il Corriere del Ticino nella sua edizione odierna.

Le numerose perizie hanno in sostanza confermato le tesi presentate dagli accusati, secondo le quali la responsabilità materiale del crimine sarebbe esclusivamente del padre del 24enne, ipotesi avvalorata anche dall’assenza delle sue impronte sulla spranga utilizzata per colpire a morte Falconi.

Nei giorni scorsi, le autorità giudiziarie ticinesi hanno chiesto a quelle italiane di estendere i motivi dell’estradizione del 24enne al reato di aggressione. Una decisione che si traduce nell’intenzione di ipotizzare questo reato nei confronti del ragazzo. Sarà in seguito il titolare del fascicolo a decidere se - come invocato dalla difesa - rimuovere o meno l’imputazione più grave dall’atto di accusa.

Il 24enne, che si è visto rigettare un’istanza di liberazione, resterà in detenzione preventiva fino a metà maggio.

TOP NEWS Ticino
TICINO / VENEZUELA
1 ora
Un prete rivoluzionario, da Curio al Venezuela
Don Angelo Treccani fa il missionario in un paese allo sbando: serve più di mille pasti al giorno ai bisognosi, grazie alla generosità ticinese
VIDEO
CANTONE
2 ore
L’amianto che dorme nelle case: «Prima di svegliarlo fate una perizia»
Il materiale è tornato d’attualità, ma i più ignorano le potenziali “bombe” che si trovano nelle abitazioni costruite prima del 1991. L’esperto: «Il Ticino, purtroppo, è fanalino di coda in materia».
FOTO
BELLINZONA
4 ore
Col furgoncino vola nel riale
Sul posto Polizia e Pompieri, oltre alla Scientifica. Non sono note le condizioni del conducente
CANTONE
14 ore
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
16 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
LUGANO
18 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
19 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
21 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile