Tipress
CHIASSO
21.09.16 - 19:510
Aggiornamento : 21:44

«Pasquale Ignorato era lucido»

Lo ha stabilito una perizia sul sospetto autore del delitto di via Valdani

CHIASSO - Pasquale Ignorato era «lucido» e «capace d'intendere e volere» la sera del 27 novembre scorso, quando, in un posteggio sotterraneo di via Valdani a Chiasso, uccise Angelo Falconi.

A stabilrlo è la perizia psichiatrica - riportata dalla Rsi - allestita su ordine della magistratura. Ora le cose per il 51enne si complicano. L'uomo non potrà infatti beneficiare di alcuna scemata responsabilità per il delitto.

Ora gli avvocati dovranno prendere posizione sul referto e in seguito la procuratrice pubblica Marisa Alfier dovrà decidere se chiedere eventuali complementi. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
CONFINE
7 ore

Auto precipita sui binari e viene travolta da un treno, due morti

L'incidente è avvenuto lungo la tratta ferroviaria Bellinzona-Gallarate

LOSONE
10 ore

Si "allaga" l'ex caserma: ma il Comune tace

Pasticcio tecnico a poche settimane dall'inizio del Festival del Film e dell'inaugurazione del nuovo campus creativo per giovani. Le autorità: «Tutto procede bene. Pronti ad accogliere il BaseCamp»

POLLEGIO
12 ore

Swisscom gli offre 100.000 franchi per tenersi l'antenna 5G in giardino

Ecco il retroscena della rivolta nella frazione di Pasquerio. La conferma arriva dalla stessa azienda: «È la prassi»

CANTONE
12 ore

Radar puntati su cinque distretti

La prossima settimana i controlli mobili risparmieranno Vallemaggia, Leventina e Riviera. Controlli semi-stazionari a Rodi-Fiesso, Malvaglia e Sessa

CANTONE
13 ore

Clonavano carte di credito, sgominata una banda bulgara

Un 43enne che aveva un ruolo di spicco nell'organizzazione è stata estradato nei giorni scorsi e si trova ora in carcere in Ticino

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile