Foto d'archivio (Keystone)
CANTONE
25.08.14 - 16:070
Aggiornamento : 23.11.14 - 22:09

"Non accompagnate i vostri figli a scuola in macchina"

I dieci consigli dell'ATA per un percorso casa-scuola sicuro ed ecologico

BELLINZONA - Il 1° settembre è ormai alle porte. Le scuole si riaprono e un nuovo anno scolastico ha inizio. Oggi l'ATA, l'Associazione traffico e ambiente, ha diramato un comunicato stampa in cui si invita i genitori a insegnare ai loro figli di fare a piedi il percorso fra casa e scuola. "Solo così possono impararre a muoversi sicuri nel traffico" si legge nella nota. 

Sono tanti i genitori che, invece, preferiscono accompagnare i loro figli a scuola in macchina. Vuoi perché il traffico motorizzato aumenta costantemente (217.829 le auto in circolazione in Ticino, 4,3 milioni in tutta la Svizzera), vuoi perché le sedi scolastiche si concentrano sempre più nei centri urbani e si abbandonano quelle periferiche, sono sempre di più i genitori che accompagnano in macchina i loro figli a scuola. "Tuttavia, i genitori-taxi non fanno un favore ai propri figli", osserva l'ATA. "In auto i bambini non acquisiscono quelle competenze che permettono loro di muoversi nel traffico e queste capacità sono poi necessarie anche nel tempo libero".

L'ATA, consapevole dei pericoli del traffico, ritiene molto importante per lo sviluppo sociale e individuale fare a piedi il percorso casa-scuola: "i bambini imparano a comportarsi in modo adeguato con gli adulti e a risolvere i conflitti coi coetanei. Inoltre, le manovre dei genitori-taxi davanti alle scuole finiscono per mettere in pericolo altri bambini".

L'ATA indica le tappe che dovrebbero permettere ai bambini di apprendere il percorso casa-scuola:

"In una prima fase i genitori dovrebbero accompagnare i loro figli a scuola a piedi. Un'altra soluzione è il «pedibus», già sperimentato da anni con successo anche in Ticino. I bambini si recano a scuola a piedi in gruppi, accompagnati da un adulto. Il «pedibus» segue tracciati fissi e ha un orario. I bambini possono aggregarsi al gruppo alle apposite fermate (www.pedibus.ch). Se il percorso casa-scuola presenta difficoltà o pericoli eccessivi, è bene rivolgersi al proprio Comune. Spetta ai Comuni assicurare dei percorsi casa-scuola sicuri, per esempio con l’adozione di piani di mobilità scolastica (http://www4.ti.ch/dss/dsp/upvs/progetti/alimentazione-e-movimento/meglio-a-piedi)".

I 10 consigli dell’ATA per un percorso casa-scuola sicuro:

1.    Scegliete il percorso più sicuro e non quello più breve.

2.    Fate diverse volte il percorso col vostro bambino già prima dell'inizio delle scuole.

3.    Discutete col bambino le situazioni pericolose che possono presentarsi, in modo che possa riconoscerle.

4.    Se le condizioni del traffico non permettono che il bambino vada da solo, accompagnatelo a piedi fino alla scuola. Col tempo imparerà a fare il tragitto da solo.

5.    Vestite il bambino con abiti ben visibili (vestiti chiari e materiali catarifrangenti).

6.    Fate in modo che il bambino abbia abbastanza tempo per il percorso casa-scuola e non debba affrettarsi perché in ritardo.

7.    Insegnate al bambino che non deve fidarsi di adulti sconosciuti e seguirli.

8.    Se possibile, è meglio se il bambino può andare a scuola insieme ai compagni.

9.    In caso di difficoltà, è bene se il bambino ha dei punti di riferimento, rispettivamente persone a cui rivolgersi (per esempio la cassiera del negozio di paese, una casa dove il bambino può eventualmente chiedere aiuto).

10.    Skateboard, pattini a rotelle Inline e attrezzi simili non sono adatti per il percorso casa-scuola.

Commenti
 
TOP NEWS Ticino
CONFINE
2 ore
A Milano è caccia alle targhe svizzere
Nel capoluogo lombardo è boom di multe ad auto elvetiche. Ma molti non pagano
CANTONE
2 ore
Voglia di un buon fritto? Evitate i take away
Su 14 prelievi non conformi, ben 9 provenivano da rosticcerie da asporto e tre da esercizi pubblici. Aperte dieci procedure contravvenzionali
CANTONE
3 ore
Cambia l'orario dei treni ma non le lamentele
Nel primo lunedì mattina post 15 dicembre la percezione è la stessa. «In piedi in prima classe, se mi sento male non c'è nemmeno spazio per cadere»
LUGANO
5 ore
Lara e Valon, la coppia più “antipatica” della Svizzera?
La sciatrice e il calciatore nell’occhio del ciclone. Francesco Lurati, esperto di gestione della comunicazione: «Nell’era dei social, è problematico non avere una strategia chiara»  
TESSERETE
5 ore
Ticinesi in crisi d'identità. «Riscoprite il dialetto»
È il consiglio che dà Gabriele Quadri, dialettologo e scrittore che spiega perché l’idioma locale è «ricchezza da salvaguardare», magari anche con l’aiuto della scuola
FOTOGALLERY
QUARTINO
17 ore
Fanno un video con la Ferrari, fermati tre giovani
È successo oggi pomeriggio nei posteggi del centro Luserte. Sequestrate delle armi finte. "Trapper" nei guai
CANTONE
19 ore
«Il collegamento con Milano è un grosso problema»
In occasione del battesimo del Giruno “Ceneri 2020”, oggi il sindaco di Lugano ha sottolineato l’importanza di sviluppare la ferrovia verso sud
FOTO, VIDEO E SONDAGGIO
CANTONE
20 ore
Al tunnel del Ceneri mancano 365 giorni… anzi no, sono 363
È scattato oggi il conto alla rovescia in vista della messa in esercizio della galleria. Battezzato un altro treno Giruno
ITALIA-CANTONE
20 ore
Un tesoro da 27 milioni "naufragato" in Ticino
In una banca luganese i presunti fondi sottratti dal mega-fallimento di un armatore campano
CANTONE
22 ore
Pioggia, pioggia e ancora pioggia
Il bollettino di MeteoSvizzera per la prossima settimana ci lascia una sola certezza: servirà l’ombrello almeno fino a venerdì
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile