CANTONE
29.11.13 - 15:060
Aggiornamento : 24.11.14 - 15:05

Ecco il nuovo contratto collettivo ROCA

BELLINZONA - Il Gruppo alle trattative per il rinnovo del Contratto Collettivo di Lavoro ROCA comunica che è stato

Raggiunto un accordo tra gli istituti di cura e la parte sindacale. Lo comunica il Gruppo alle trattative per il rinnovo del Contratto Collettivo di Lavoro ROCA.

 

L'esigenza di apportare modifiche ad un CCL che ha traghettato le case per anziani negli ultimi 20 anni, si era resa necessaria a seguito dell’introduzione del contratto di prestazione nelle relazioni di finanziamento tra lo Stato e gli istituti di cura, creando di fatto le condizioni quadro per una maggior flessibilità della propria organizzazione interna, unita ad un maggior rigore finanziario, determinato dall’esigenza di rispondere a criteri di efficacia ed efficienza.

 

Il Gruppo alle trattative è riuscito in sette mesi a modificare sostanzialmente il CCL. Oggi questo indispensabile strumento di gestione dei rapporti tra il dipendente e l’azienda sanitaria, è stato fortemente snellito (dalle 72 pagine del vecchio ROCA alle attuali 35), togliendo tutte quelle ridondanze che non davano valore aggiunto al contratto e aggregando tutti i riferimenti a leggi e ordinanze in un commento conclusivo.

 

L’ambizione non è soltanto quella di ottenere i consensi di tutti gli aderenti al vecchio ROCA ma pure quella di solleticare la curiosità delle altre case per anziani di diritto privato che ancora non confluiscono all’interno di un CCL. Si vorrebbe insomma costituire una comunità contrattuale forte e autorevole, ma anche impegnata sul piano sociale per valorizzare le competenze tecniche e umane del nostro personale.

 

Le case per anziani dispongono ora di un nuovo e moderno strumento che regolamenta e disciplina la presenza del personale nel contesto delle aziende sanitarie, nel rispetto delle leggi, ma soprattutto a tutela degli interessi dei residenti degli istituti di cura che meritano la massima attenzione e professionalità da parte di tutti i collaboratori e le collaboratrici.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
BELLINZONA
4 ore
Un corteo da record: oltre 25.000 spettatori
La tradizionale sfilata, cuore del carnevale Rabadan, è stata baciata dal sole. Podio tutto biaschese tra i carri
LUGANO
7 ore
La paura dei treni affollati. «Io lavorerò da casa»
L’effetto Coronavirus si fa sentire anche in alcune aziende ticinesi.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
10 ore
È iniziato il mitico corteo del 157esimo Rabadan
Fra Guggen, gruppi e carri un pomeriggio di festa (e baciato dal sole) in quel di Bellinzona
BELLINZONA
11 ore
Quanta adrenalina, prima del super corteo
È il momento clou del carnevale Rabadan. Il backstage delle ore che lo hanno preceduto
CANTONE
11 ore
Coronavirus: «Nessun caso sospetto in Ticino. Ma siamo pronti»
Lo riferisce il DSS. Domani il gruppo di coordinamento allargato deciderà se attivare nuove misure
CHIASSO
12 ore
Volevano entrare in Svizzera con 225 chili di hashish. Arrestati
Le manette sono scattate per due cittadini stranieri. Entrambi residenti all'estero
CANTONE
14 ore
«Rassicurazioni poco credibili. Saremo pronti quando arriverà?»
Tiziano Galeazzi interpella nuovamente il Consiglio di Stato sul coronavirus. 19 domande a tutti i Dipartimenti
MENDRISIO
15 ore
Sono due gli infermieri dell'Obv sotto inchiesta
Oltre all'uomo accusato dell'omicidio di 17 pazienti malati terminali è indagata un'infermiera per tentate lesioni gravi
VIDEO
TORRICELLA-TAVERNE
1 gior
Treno diretto al Rabadan fermo in stazione
In (almeno) un vagone è partito l’allarme antincendio. Forse si tratta di «una bravata»
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
«Nessuna limitazione all'ingresso»
L'Ufficio federale della sanità pubblica non intende intervenire alle dogane. «L'Italia segue la strategia comune»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile