GORDOLA
09.10.13 - 12:100
Aggiornamento : 24.11.14 - 09:36

Porte aperte in sette edifici Minergie

GORDOLA - Sabato 12 ottobre 2013 l’Agenzia Minergie Svizzera italiana - in collaborazione con i Comuni di Gordola, Cugnasco-Gerra, Lavertezzo e Tenero-Contra - organizza una giornata di porte aperte a Gordola. Gli interessati avranno la possibilità di assistere ad una conferenza sul tema “Costruire e rinnovare casa in maniera energeticamente efficiente” e di visitare ben sette edifici realizzati secondo i vari standard Minergie. Architetti, progettisti, esperti della certificazione Minergie e i proprietari degli edifici aperti alle visite saranno a disposizione per dare informazioni e rispondere a eventuali domande che ruotano intorno alla costruzione o all’ammodernamento di edifici energeticamente efficienti. Info Point presso il Mercato coperto di Gordola in via Pentima 20, dalle ore 10 alle 16.

Negli scorsi anni le giornate di porte aperte organizzate dall’Associazione Minergie hanno registrato un’ ottima affluenza e un forte interesse nei cittadini di tutta la Svizzera; questo proprio perché si tratta di un evento che cerca di rispondere all’esigenza informativa sulle dinamiche inerenti l’efficienza energetica negli edifici, offrendo allo stesso tempo anche la possibilità di parlare con i proprietari degli immobili e vivere alcuni istanti in un edificio ad alto comfort abitativo.

 

Quest’anno l’appuntamento in Ticino è fissato per sabato 12 ottobre 2013 a Gordola. Presso il Mercato Coperto, in via Pentima 20, verrà allestito un Info Point dove gli interessati potranno informarsi su Minergie e l’efficienza energetica in generale in ambito edilizio.

Alle ore 11:00 si potrà assistere alla conferenza “Costruire e rinnovare casa in maniera energeticamente efficiente”, durante la quale saranno spiegate le basi e i vantaggi di un’edilizia sostenibile.

Tra le ore 10:00 e le 16:00 sarà inoltre possibile visitare sette edifici realizzati secondo i vari standard Minergie situati nelle immediate vicinanze.

 

TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
LUGANO
1 ora
«Serve un nuovo Skate Park, altre pezze non hanno senso»
Le anime di ieri, Yari Copt, e di oggi, Daniele Stamerra, evidenziano i pesanti acciacchi della struttura. Alla Città, da sempre collaborativa, gli skater chiedono una nuova "area street"
FOTO
LUGANO
3 ore
Lacrime ed emozioni: fiaccolata per Matteo
Un momento di riflessione per il trentacinquenne ucciso lo scorso 17 dicembre alla pensione La Santa di Viganello. Diverse le persone presenti
LUGANO
3 ore
«Nella sezione PPD di Lugano c’è maretta»
Si è dimesso Luca Campana, membro dell’Ufficio presidenziale e responsabile comunicazione
CANTONE
5 ore
La gestione alla Cinque Fonti entra in aula con il Gran Consiglio
Raffaele De Rosa risponde alle domande dell'interpellanza di Matteo Pronzini sulla casa anziani. Ma il Parlamento rifiuta di aprire una discussione generale
CANTONE
6 ore
Dalla seconda alla prima classe? Solo se te lo dice il controllore
Il diritto di avere un posto a sedere non esiste. Anche quando i treni sono sovraffollati la valutazione spetta al personale delle FFS. Ma per chi sgarra non sempre è prevista una multa
CEVIO
10 ore
Infortunio sul lavoro, ferite gravi per un 51enne
L'uomo stava assicurando con delle cinghie alcuni tubi in pvc sul cassone di un camion, quando è caduto da un'altezza di circa tre metri
CANTONE
10 ore
Supporto allo studio e false scuole: «Come si è attivato il DECS?»
Lara Filippini e cofirmatari interrogano il Consiglio di Stato sulle prestazioni offerte dalla Clinical Pedagogy International Sagl
FOTO E VIDEO
LUGANO
14 ore
Fumo in Piazza Cioccaro, arrivano i pompieri
Nel palazzo sono in corso dei lavori di ristrutturazione
BIASCA
16 ore
«Io, perseguitato da Berna, fuggo dal Ticino»
È stato accusato di essere un trafficante d'armi. Poi l'accusa è caduta. È stato in carcere. Ora chiede giustizia. Ma qualcuno oltre Gottardo continua a legargli le mani. È la storia di Arnaldo La Scala, ticinese scambiato per siciliano.
BELLINZONA
19 ore
«I nostri giardini allagati ogni volta che piove forte»
La singolare situazione di un 44enne di Camorino e dei suoi vicini: «Il terreno da cui proviene l’acqua è comunale. Eppure da mesi nessuno fa niente». Le autorità: «Ci attiveremo»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile