Immobili
Veicoli
Deposit
CANTONE
17.01.22 - 08:010
Aggiornamento : 09:25

Covid e clima fanno rincarare pasta e olio d'oliva

Costi logistici. Rincaro delle materie prime e degli imballaggi. Sono le variabili in gioco

Coop e Migros parlano dell'attuale rincaro dei prezzi d'acquisto e delle cause collegabili sia alla pandemia sia ai fenomeni atmosferici che sempre di più incidono sui raccolti

LUGANO - Spicca perché eravamo abituati, ormai da un paio d’anni, alle ondate di ribassi che sono riuscite a contrastare efficacemente anche il turismo della spesa oltreconfine. Questa settimana però Coop, con un’operazione di totale e piena trasparenza, ha annunciato sul proprio organo Cooperazione un “adeguamento prezzi” per diversi prodotti. Gli aumenti, tra gli esempi citati, oscillano attorno al 5-7% per la pasta e tra il 7-14% per alcune marche di olio extra vergine d’oliva. 

La pandemia entra nel carrello - La causa va cercata nelle emergenze che colpiscono oggi il mondo, dalla pandemia agli eventi climatici sempre più estremi. È quanto apprendiamo dalla stessa Coop e da Migros, perché anche l’altra catena di grande distribuzione è giornalmente impegnata in un braccio di ferro con i fornitori. A monte, come spiega il portavoce di Coop, Nico Nabholz, «c’è l’aumento dei prezzi delle materie prime e dei costi di trasporto. Costi che soprattutto per i prodotti provenienti dall’Asia sono oggi generalmente più alti e anche i materiali d’imballaggio sono diventati più costosi». Per quanto riguarda l’alimentare, continua Nabholz, «i prezzi d’acquisto della semola di grano duro e del caffè, tra gli altri, sono cresciuti a causa del cattivo raccolto e dell’aumento della domanda».

Le cause portano in Canada - Sulla stessa barca si trova anche Migros. «I rincari dei prezzi d’acquisto hanno origini diverse - spiega Luca Corti, responsabile Comunicazione di Migros, citando anche lui i costi logistici, d’imballaggio e la penuria di materie prime -. Gli aumenti riguardano maggiormente i prodotti lavorati, quindi gli assortimenti Food e Near-/Non-Food, e meno tutto il settore del fresco (più dipendente invece dalla meteo)». Quali esempi emblematici, Corti cita la pasta a grano duro, ad esempio gli spaghetti, dove «i cereali subiscono ora gli effetti di un’estate molto secca e calda nella regione del Manitoba-Canada, in sostanza nel “granaio mondiale”, che ha portato a raccolti molto ridotti con conseguente aumento dei prezzi». A questi rincari delle materie prime, prosegue, «si aggiungono quelli legati al Covid. La pandemia globale incide infatti da tempo su costi logistici (trasporti) e d’imballaggio (carta, cartone e polimeri plastici sono ad esempio meno facilmente reperibili e costano di più)».

L'ultima ratio - Il riversamento sul consumatore di questi costi d’acquisto è per entrambi, sia Coop sia Migros, l’ultima ratio. «Ci impegnano a praticare prezzi equi e orientati al mercato per i nostri clienti. Come sempre, comunichiamo ogni aumento di prezzo in modo trasparente nel nostro giornale» spiega il portavoce di Coop. «La Cooperativa Migros Ticino - gli fa eco Corti - di principio assorbe interamente i rincari temporanei dei prezzi d’acquisto, senza procedere ad aumenti generalizzati del prezzo finale. In alcuni casi però è impossibile farlo e quindi si cerca di aumentate minimamente e ragionevolmente il prezzo di vendita».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
SteveC 3 mesi fa su tio
Dietro gli aumenti c’è come sempre una cosa sola, speculazione.
Blobloblo 3 mesi fa su tio
Per far sì che i ricchi diventino sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri è così che si fa!! E noi paghiamo!!! Che mondo di M!!!
Dalu 3 mesi fa su tio
Continuiamo a distruggere la natura, poi ci si ripercuote contro anche economicamente (visto che è l’unico tema per certi soggetti)
Coerenza 3 mesi fa su tio
L'inflazione, altro che il clima, dopo l'ultima presa pel kiul, ecco che parte la prossima, si chiama inflazione, no clima o materie prime....
Elisa_S 3 mesi fa su tio
@Coerenza Fatti spiegare il concetto da uno che lavora nella logistica, in particolare con i container. Pensi che arriva tutto con il teletrasporto ? Altri costi sono dovuti alla carenza di materie prime perché raccolti distrutti o rovinati dal clima (grandine, allagamenti, siccità) o da nuovi parassiti che proliferano a causa dei questi cambiamenti climatici....quello che dice la articolo e vero. Coerenza.
Coerenza 3 mesi fa su tio
@Elisa_S forse non ti sei accorta che l'economia reale è sovrastata dalla finanza; forse non ti sei accorta della politica della fed e di quello che sta per succedere a livello globale a causa dell'inflazione, quello che sarebbe già successo se non ci fossero stati lockdown per calmierare la domanda e non dover intervenire sui tassi d'înteresse; ma certo i problemi sono la grandine, gli allagamenti e la siccità; i parassiti si quelli si, ma quelli della finanza che più che parassiti sono locuste
Coerenza 3 mesi fa su tio
@Elisa_S ne riparliamo fra qualche mese...
Toscano-de Araujo 3 mesi fa su tio
Purtroppo il mondo sta andando a rotoli. Il soldi che non te fa arrivare alla fine mese con tranquillità, le persone cominciano a litigare per niente. dove andremo a finire
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
8 ore
Veicolo in fiamme, chiusa la A2 in direzione sud
Lo comunica la polizia cantonale su Twitter.
FOTO
CANTONE
10 ore
Ecco chi sono i nuovi laureati dell'USI
La Facoltà di comunicazione, cultura e società ha celebrato i neolaureati durante la cerimonia ufficiale di questa sera.
LUGANO
12 ore
Pandemia e autogestione, spina nel fianco per la polizia
Secondo le statistiche 2021, Lugano resta comunque il centro urbano più sicuro della Svizzera
FOTO
MELIDE
15 ore
Carpa gigante pescata nel Ceresio
Il pesce è stato catturato ieri dal 23enne Roberto Pacia nell'area del ponte-diga di Melide.
CANTONE
19 ore
Altri 173 contagi e un decesso nel fine settimana
Gli ospedali ticinesi accolgono attualmente 68 pazienti.
LUGANO
20 ore
Dopo l'accoltellamento, l'arresto
È finito in manette un cittadino svizzero di 32 anni residente nella regione
LUGANO
23 ore
«A Lugano non c'è mai niente da fare!»
Hai tra i 14 e i 25 anni e abiti in riva al Ceresio? Allora partecipa al sondaggio promosso per “rianimare” la città
CANTONE
23 ore
In Ticino "per sbaglio", sono in un limbo
Il caso di un nucleo famigliare ucraino ospitato a Lamone-Cadempino. E l'appello del padrone di casa Giuseppe Akbas.
FOTO
LUGANO
1 gior
Grande giornata di festa per Raiffeisen Walking Lugano
Tra i vari percorsi non è mancato l'appuntamento tradizionale con il City Trail fino al Monte Bré
FOTO
PORLEZZA
1 gior
Un capriolo nel Ceresio
Brutta avventura finita bene, oggi pomeriggio, nelle acque a largo di Porlezza
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile