Immobili
Veicoli
Ti Press
CANTONE
06.01.22 - 19:290

Una petizione contro la mascherina alle elementari

Contro la decisione che entrerà in vigore da lunedì è stata lanciata una raccolta firme online.

«La scuola finora è stata un'alleata perché i bambini vi trovavano un luogo di aggregazione. Ora quest’alleanza è caduta», lamentano alcuni genitori.

BELLINZONA - Una petizione per esprimere disappunto nei confronti dell’obbligo della mascherina per gli allievi di prima, seconda e terza elementare, che entrerà in vigore da lunedì (10 gennaio) e che si aggiunge all’obbligo già vigente per gli allievi di quarta e quinta. Ma anche per chiedere al direttore del DECS Manuele Bertoli di rivedere «al più presto» la decisione «affinché sia possibile continuare a costruire insieme alla scuola quella normalità che dobbiamo ai nostri figli». 

Nelle scorse ore sulla piattaforma change.org è stato dato il via a una raccolta firme che ha quale tema l'obbligo del porto della mascherina alle elementari. Le argomentazioni presentate sono diverse e vanno dalla «grave violazione del diritto alla tutela che la società deve ai bambini» alla «inevitabile frattura che con questa decisione si è venuta a creare fra scuola e famiglie». «La scuola è stata finora una nostra alleata nel difficile percorso attraverso la pandemia: i bambini potevano infatti trovarvi un luogo di aggregazione privo, almeno per loro, di forti e definitivi simboli riguardanti il coronavirus. Con questa ultima decisione, tale alleanza è venuta a cadere», si legge nel testo di presentazione della petizione.

Insomma, i bambini non devono assurgere «a salvagente del mondo economico», in quanto saranno obbligati a portare la mascherina tutto il giorno con il solo fine - secondo i firmatari - di evitare isolamenti di classe che metterebbero in difficoltà le attività professionali in cui operano i genitori. Fra le altre motivazioni vi sono poi il fatto che portare la mascherina tutto il giorno, anche nelle ore di educazione fisica, è malsano e che indossarla correttamente per i bambini è complicato.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
LOCARNO
12 ore
Lo street food ha conquistato Locarno
Tanto caldo e tanto movimento al Festival del cibo di strada.
FOTO
GAMBAROGNO
18 ore
Muore nelle acque del Verbano
Dramma stamattina nei pressi del Lido di San Nazzaro.
CANTONE
21 ore
Ti mostro il Ticino. Nasce un nuovo lavoro: la visita guidata
Portare in giro gruppi di turisti alla scoperta del Ticino. Ora lo si fa con una formazione specializzata.
CHIASSO
1 gior
Chiasso, investito un ragazzino
L'incidente si è verificato in via Comacini
CONFINE
1 gior
Como, «un carro attrezzi dedicato agli amici svizzeri»
Dopo l'ennesimo caso di sosta selvaggia in città, la promessa del candidato sindaco Alessandro Rapinese
CANTONE
1 gior
«Caldo, sì, ma non proprio tropicale»
Le velature del cielo, causate dalle polveri sahariane, hanno impedito che si raggiungessero i valori da primato
CANTONE
1 gior
Le donne di Unia preparano un nuovo grande sciopero
Mobilitazione il prossimo 14 giugno, ma nel 2023 si scriverà «una nuova pagina della storia delle lotte femministe»
LOSTALLO (GR)
1 gior
Si ferma in autostrada, tamponamento sull'A13
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio all'altezza dello svincolo di Lostallo. Due persone in ospedale
BELLINZONA
1 gior
Travolge la moto nella notte e si dà alla fuga, la polizia cerca testimoni
Un 68enne è rimasto vittima di un pirata della strada venerdì notte a Monte Carasso, a investirlo un'auto scura
LUGANO
2 gior
Applausi e risate per il viaggio nel tempo dei Legnanesi
È andato in scena al Lac ieri sera "Non ci resta che ridere". Due ore di piacevole leggerezza
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile