Immobili
Veicoli
Da subito sanzioni e controlli mirati per l'uso del telefono alla guida
Deposit
CANTONE
06.12.21 - 09:300
Aggiornamento : 12:06

Da subito sanzioni e controlli mirati per l'uso del telefono alla guida

L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.

Questo brutto vizio ha causato, solo nel 2020, il 14,1% degli incidenti verificatisi in Ticino.

BELLINZONA - Telefono alla guida? Solo l'anno scorso i ticinesi ne sono stati colpevoli 1'779 volte. Ma la Polizia cantonale passa ora all'attacco, e nell'odierno comunicato promette da subito multe e controlli mirati «nei confronti dei conducenti sorpresi alla guida mentre usano il telefonino». L'iniziativa, viene specificato, ha il via già questo mese e si indirizza in particolare ai giovani. 

L'operazione "Distratti mai" è volta a sensibilizzare la popolazione, viene specificato nella nota, considerato che solo lo scorso anno il 14,1% degli incidenti avvenuti sulle strade ticinesi sono stati causati dall'uso del telefonino. L'aumento, secondo la Polca, è da considerarsi preoccupante: questa percentuale, nel 2018, equivaleva solo al 12,7%.

«L’uso del telefonino, ad esempio per un selfie alla guida o per la lettura di un messaggio, allunga fortemente i tempi di reazione», sottolineano le forze dell'ordine. «Dare un’occhiata allo smartphone alla velocità di 100 chilometri orari equivale a percorrere 400 metri al buio, a 50 chilometri orari equivale invece a percorrerne 98». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
41 min
«Bene gli applausi agli infermieri, ma diamogli anche 6'000 franchi»
L'MPS ha presentato una serie di emendamenti al Preventivo 2022 focalizzati su sanità, dumping e disoccupazione
LOCARNO
1 ora
Kursaal firma con un nuovo gestore. «Ma noi siamo ancora interessati»
Il Gruppo ACE, che attualmente gestisce la casa da gioco, non nasconde il proprio stupore: «Non sapevamo nulla»
CANTONE
2 ore
In lieve aumento i ricoveri (+5) e tre nuove vittime
I nuovi positivi al Covid registrati nelle ultime 24 ore sono 1421.
CANTONE
6 ore
«Io prete che ho detto di no a quella donna»
Don Pierangelo Regazzi, ex arciprete di Bellinzona, vuota il sacco: «Il celibato obbligatorio non ha più senso».
CANTONE
6 ore
Figlio in ospedale? C'è chi ti porta da mangiare gratis
Questo lo scopo dell'associazione che, ora, cerca volontari nel Bellinzonese: «Abbiamo delle famiglie da aiutare»
CANTONE
12 ore
Il «bellissimo gioco» che ti fa perdere 1300 franchi
Il meccanismo è quello del noto "schema Ponzi": piramidale e senza reale possibilità di vincere
CANTONE/CONFINE
14 ore
Senza peli sulla lingua: «Il Green Pass avrà un impatto»
La testimonianza di uno storico parrucchiere e il parere del sindaco Mastromarino
LUGANO
16 ore
Pugni al Parco Ciani, in due in ospedale
La colluttazione è avvenuta attorno alle 18.30. Sconosciute per il momento le cause e la dinamica dei fatti
BELLINZONA
17 ore
Cade dalla scala a chiocciola, operaio in fin di vita
Il 40enne italiano stava lavorando presso una casa in ristrutturazione in via Tamporì a Bellinzona.
CANTONE
19 ore
Il Ticino torna in curva
Abolito il divieto di accedere agli spalti durante le partite di hockey e calcio. I tifosi festeggiano
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile