foto lettore tio.ch/20minuti
CAPOLAGO
17.10.21 - 20:450
Aggiornamento : 18.10.21 - 07:02

Cosa non si fa, per servire i clienti no vax

I ristoratori si ingegnano per accogliere i clienti non vaccinati. Anche in camper, se serve.

«Non è la soluzione» per GastroTicino. Che prevede un nuovo aumento delle consegne a domicilio.

CAPOLAGO - Ci vuole fantasia. Con l'abbassarsi delle temperature - e l'introduzione dei test Covid a pagamento - i ristoratori ticinesi si trovano davanti alla sfida dell'inverno: come accogliere i clienti non vaccinati senza fare indispettire gli altri (e prendere multe).

Un grotto di Capolago si è inventato un curioso drive-in: i clienti no vax si fanno servire in camper nel parcheggio del ristorante, vino e sella di capriolo. «Abbiamo ricevuto una richiesta da un gruppo di habitué e li abbiamo accontentati» ha raccontato il titolare a tio.ch/20minuti. 

Non è escluso che l'iniziativa venga replicata: il settore della ristorazione «è in cerca di soluzioni» per non dover mandare a casa clienti nel prossimo futuro. «Finora la meteo è stata favorevole, non abbiamo avuto un grande calo della clientela» osserva il presidente di GastroTicino Massimo Suter. «È evidente però che andiamo incontro a nuove sfide. Il drive-in? Non credo sia la soluzione, ma male non fa».

L'associazione prevede piuttosto un nuovo boom delle consegne a domicilio, «in particolare per le cene di gruppo ed aziendali». L'auspicio di GastroTicino è però «che si possano creare degli spazi confortevoli separati per i non vaccinati» conclude Suter. «Per ora i Comuni si stanno mostrando molto disponibili a concedere spazi, per fortuna, anche senza costi aggiuntivi per i ristoratori. È un buon segnale». Diversamente, per chi può, c'è sempre il camper. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
RIAZZINO
4 ore
Il Vanilla si ferma dopo appena due mesi
La discoteca più grande della Svizzera abbassa di nuovo la serranda. La causa è sempre la stessa
LUGANO
8 ore
«Sempre più solo, così il prete cede al sesso»
Torna d'attualità il celibato obbligatorio tra i sacerdoti cattolici. Il teologo Alberto Bondolfi lo abolirebbe.
CANTONE
9 ore
Con la mascherina già dalla quarta elementare
Il Consiglio di Stato ha comunicato ai Comuni di voler introdurre la misura a partire da lunedì.
CANTONE
11 ore
Test ripetuti nelle scuole? «I laboratori sarebbero in difficoltà»
Ecco il parere ticinese sulle misure anti-coronavirus che il Consiglio federale ha messo in consultazione
LUGANO
12 ore
Ex Macello, di nuovo interrogata Karin Valenzano Rossi
La municipale ha risposto oggi alle domande dell'avvocato degli autogestiti Costantino Castelli.
CANTONE
16 ore
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
CANTONE
16 ore
Scatta Prevena 2021: ecco come prevenire furti e borseggi
I consigli della polizia per le festività. Prevista la presenza accresciuta di agenti su tutto il territorio
LUGANO
18 ore
L'Orto a scuola, perché solo con loro il futuro sarà più green
Alle scuole elementari di Besso ha preso avvio un innovativo progetto di "Permacultura".
FOCUS
18 ore
Che fine ha fatto l'AIDS?
Esiste da 40 anni. Un vaccino ancora non c'è. Perché? Intervista a Enos Bernasconi, viceprimario Malattie infettive ORL
LOCARNO
20 ore
«Ecco l'idea che libererà le valli dai campeggiatori selvaggi»
L'app "parknsleep.eu" vince il premio per l'innovazione del turismo svizzero. E sbarca anche in Ticino.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile