Archivio Depositphotos
CANTONE
18.10.21 - 08:020
Aggiornamento : 11:20

I ticinesi hanno voglia di partire: Canarie, Dubai e Maldive le destinazioni più gettonate

In vista delle vacanze autunnali, le prenotazioni sono in aumento. Ma non sono ancora al livello pre-crisi

Quando si scelgono mete extra-europee, va tenuto conto dei requisiti d'ingresso anche per il rientro

Vacanze

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - Nel 2020 le vacanze autunnali dei ticinesi hanno dovuto fare i conti con una nuova ondata di coronavirus. Ma quest'anno sul fronte dei viaggi la situazione è nettamente migliorata, anche grazie all'introduzione del certificato Covid. Ecco dunque che in molti si preparano a partire. Soprattutto per destinazioni calde. Le più gettonate sono infatti le Isole Canarie, gli Emirati Arabi Uniti e le Maldive, come ci dice Sandro Fabretto, manager della Gateway Tours di Lugano.

«Per quanto riguarda Dubai - osserva Davide Nettuno, portavoce di Hotelplan - l'apertura a inizio ottobre di Expo 2020 ha sicuramente spinto qualche indeciso a optare per la destinazione». I viaggi nei paesi extra europei sono comunque ancora pochi. Tutto dipende dalle restrizioni d'ingresso attualmente in vigore. «Generalmente, fuori dall'Europa, anche se vaccinati bisogna prevedere un tampone (PCR e/o antigenico)» aggiunge Fabretto.

Il tampone al rientro - Quando si parte, non si tratta comunque soltanto di verificare i requisiti d'ingresso nel paese di destinazione: va tenuto conto anche del rientro. Al ritorno da un paese extra europeo, atterrando a Malpensa valgono infatti le disposizioni italiane: per i vaccinati è necessario un tampone anche al rientro. Per chi passa invece dallo scalo di Zurigo, attualmente la vaccinazione è in genere sufficiente (oltre alla compilazione del modulo d'ingresso). «Tuttavia - osserva Fabretto - sono poche le persone che prediligono Zurigo per evitare il tampone».

I corridoi turistici - L'Italia ha previsto dei cosiddetti corridoi turistici “Covid Free” per determinate destinazioni (si tratta di Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, e Sharm Sharm El Sheikh e Marsa Alam in Egitto). Eppure conviene partire da Zurigo, come sottolinea Nettuno. Il corridoio turistico “Covid Free” prevede infatti un tampone alla partenza e due al rientro (uno prima del decollo, uno all'arrivo a Malpensa).

Prenotazioni in aumento - Fatto sta che quest'anno le prenotazioni ci sono e «stanno andando discretamente bene, pur restano al di sotto del periodo pre-pandemico» afferma ancora il manager della Gateway Tours. E le richieste arrivano a breve termine, come spiega Nettuno: «Si riscontra ancora la tendenza della prenotazione last-minute, per via delle direttive che cambiano: regna ancora l'incertezza». Anche da Hotelplan va comunque «decisamente meglio dell'anno scorso».

In attesa degli Stati Uniti - Nel frattempo sono molti i viaggiatori che attendono la riapertura di una delle destinazioni più gettonate: gli Stati Uniti. La riapertura delle frontiere ai viaggiatori (rigorosamente vaccinati e in possesso di un test negativo) è prevista per novembre, ma non è ancora stata annunciata una data precisa. Anche in ticinesi che intendono partire, restano quindi in attesa. «Credo che la nostra clientela preferisca attendere ancora un po’ e vedere effettivamente quali saranno i criteri di entrata ufficiali» afferma Fabretto.

«Bisogna sempre muoversi con cautela per quelle destinazioni che non sono ancora ufficialmente aperte: se si prenota un viaggio e poi la riapertura non avviene, tutelare il cliente diventa difficile» conclude Nettuno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOSTALLO
1 ora
Contro la ringhiera, finisce nel prato
Ferite gravi per un'automobilista uscita di strada a Lostallo
LUGANO
3 ore
«Contenti loro, contenti tutti»
Fulvio Pelli dopo la sconfitta alle urne fa gli auguri al Polo Sportivo. «Non brontolo, staremo a vedere»
LUGANO
7 ore
Polo sportivo, ecco cosa accadrà da domani
Tutte le prossime tappe che porteranno alla costruzione del nuovo stadio e dell'intero progetto
CANTONE
7 ore
Votazioni federali: due "sì" e un "no" dal Ticino
Il 65,3% dei votanti ha dato via libera alla Legge Covid-19, mentre il 56,1% ha sostenuto l'iniziativa sugli infermieri.
LUGANO
8 ore
Paolo Beltraminelli è il nuovo presidente del PPD di Lugano
L'ex consigliere di Stato è stato nominato quest’oggi durante l'assemblea svoltasi a Pregassona
FOTO
CANTONE
13 ore
Bianco risveglio in buona parte del Ticino
A San Bernardino si misurano attualmente ben 25 centimetri di neve. Un centimetro anche a Lugano.
CANTONE / SVIZZERA
15 ore
Tre temi federali e il PSE: ancora poche ore per votare
Fino a mezzogiorno sarà possibile recarsi alle urne per esprimere la propria opinione sui tre oggetti federali.
FAIDO
1 gior
«Da sola non ce l'avrei mai fatta»
Morena Pedruzzi racconta la lunga strada per uscire dall'incubo dell'attentato di Marrakesh
FAIDO
1 gior
Marrakesh, il racconto dieci anni dopo
Morena Pedruzzi è l'unica sopravvissuta ticinese all'attentato terroristico del 2011. Si racconta in un libro
CANTONE
1 gior
L'Udc non parla con la Rsi
«Troppo parziale». I democentristi domani non commenteranno le votazioni ai microfoni di Comano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile