Immobili
Veicoli
Tio/20Minuti
CANTONE
07.10.21 - 07:000
Aggiornamento : 09:18

AIL imbriglia le tariffe del gas: «Nessun rincaro nel 2022»

La strategia delle Aziende Industriali di sondare i mercati esteri alla ricerca del miglior prezzo è risultata pagante

Il vicedirettore Carlo Cattaneo: «Compriamo i cosiddetti prodotti forward coprendo con l’acquisto di gas, al prezzo attuale e quindi bloccato, il fabbisogno per i prossimi 3-4 anni. L’obiettivo? Garantire stabilità di prezzo al cliente».

MUZZANO - Incolore e inodore, ma sempre più caro. Parliamo del gas naturale, quel metano che un tempo ti dava una mano e oggi si sta prendendo il braccio e forse qualcosa di più. È cronaca di questi giorni che i prezzi del gas sono schizzati alle stelle. In Italia il rincaro annunciato in bolletta dal 1. ottobre sfiora il 15% (addirittura sale al doppio quello dell’elettricità). 

Un rincaro che blocca l'industria
Tra le cause dei rincari in testa figura la forte ripresa asiatica che sta assorbendo gran parte del gas liquido stoccato sulle navi statunitensi. Un deragliamento dei prezzi di cui stanno pagando il conto tutti i consumatori e in particolare le grandi aziende energivore europee - ad esempio, le acciaierie o le grosse aziende chimiche e farmaceutiche - che possono giungere al blocco della produzione per non finire fuori mercato. Peggio sta andando in Inghilterra che sconta la regola del tetto massimo di tariffa con le aziende distributrici di energia che falliscono perché scoperte di fronte ai rincari. Viviamo insomma in un mondo estremamente complesso e interconnesso.

Inevitabile chiedersi cosa accadrà in Ticino. La risposta, tranquillizzante, arriva da Carlo Cattaneo, vicedirettore delle Aziende Industriali di Lugano, che per AIL è capo Area Produzione e commercio. È lui ad avere il termometro del prezzo di vendita dell’energia: «La nostra - spiega - non è un’isola, ma ci siamo ritagliati una “comfort zone” che ci permetterà una sostanziale stabilità di tariffe per il 2022. Il solo aumento, che però esula da questo discorso, riguarda la tassa del CO2 e la sua forchetta di applicazione di 120 franchi a tonnellata. Ma non ci sarà un rincaro di tariffa e questo è assolutamente straordinario». Dal 2013, continua Cattaneo, «le AIL hanno introdotto un meccanismo di acquisto energetico sui mercati esteri. Compriamo i cosiddetti “prodotti forward” coprendo con l’acquisto del gas, al prezzo attuale e quindi bloccato, il fabbisogno per i prossimi 3-4 anni». Gran del merito, ricorda Cattaneo, va a una squadra di cinque operatori, dei veri e propri trader, che per AIL sondano in tempo reale il mercato alla ricerca del miglior prezzo. 

«Oggi - spiega il vicedirettore - riscontriamo un’esplosione del prezzo del metano per il 2022, seguito da un rialzo meno marcato nei prossimi due anni. Il trend appare sì al rialzo, ma limitatamente nel tempo». La strategia d’acquisto applicata da AIL è volta, continua Carlo Cattaneo, «a ridurre il rischio e ad appiattire gli aumenti. L’obiettivo finale? Garantire una stabilità di prezzo al cliente che può essere l’economia domestica o la piccola e media impresa». Qualcuno si è anche scottato con il metano: «Abbiamo avuto - conferma il vicedirettore di AIL - degli industriali che hanno deciso, a loro rischio e pericolo, di muoversi sul mercato e ora dovranno pagare tariffe sensibilmente maggiori. Non sono tanti casi, ma il colpo per qualcuno è stato pesante».

In Ticino la distribuzione di gas metano è forte nel Sottoceneri e nel Mendrisiotto in particolare, con le AIL che coprono la parte di Lugano e dei comuni limitrofi. Poi c’è la Valle del Vedeggio, scendendo fino a Cadenazzo, che è territorio della Metanord. La risalita più a nord, nelle Valli, risulta ancora anti-economica. «In Svizzera il consumo è di 60 Terawattora di elettrico contro 40 terawattora di gas» ricorda Cattaneo. Un rapporto oscillante attorno all’1 a 1 che si trova anche nel bilancio di AIL che nel 2020 hanno erogato 1,2 milioni di MWh di gas naturale contro 1.1 MWh di elettricità. Quanto all’approvvigionamento il Ticino è collegato con un gasdotto ad alta pressione che sale dall’Italia, entra a Bizzarone, quindi attraversa il Mendrisiotto e si immerge nel Ceresio a Capolago per fuoriuscire ad Agno: «Lo stoccaggio di gas naturale non è per il momento previsto» conclude Cattaneo.

Deposit
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
GIORNATA DELLA BUONA AZIONE
1 ora
La ventiduenne ticinese che sta costruendo una scuola in Kenya
Il primo viaggio in Africa di Elisa risale a quando aveva 17 anni. Poi ha dato tutto per poter portare il suo aiuto
MENDRISIO
10 ore
Veicolo in fiamme, chiusa la A2 in direzione sud
Lo comunica la polizia cantonale su Twitter.
FOTO
CANTONE
11 ore
Ecco chi sono i nuovi laureati dell'USI
La Facoltà di comunicazione, cultura e società ha celebrato i neolaureati durante la cerimonia ufficiale di questa sera.
LUGANO
14 ore
Pandemia e autogestione, spina nel fianco per la polizia
Secondo le statistiche 2021, Lugano resta comunque il centro urbano più sicuro della Svizzera
FOTO
MELIDE
16 ore
Carpa gigante pescata nel Ceresio
Il pesce è stato catturato ieri dal 23enne Roberto Pacia nell'area del ponte-diga di Melide.
CANTONE
21 ore
Altri 173 contagi e un decesso nel fine settimana
Gli ospedali ticinesi accolgono attualmente 68 pazienti.
LUGANO
21 ore
Dopo l'accoltellamento, l'arresto
È finito in manette un cittadino svizzero di 32 anni residente nella regione
LUGANO
1 gior
«A Lugano non c'è mai niente da fare!»
Hai tra i 14 e i 25 anni e abiti in riva al Ceresio? Allora partecipa al sondaggio promosso per “rianimare” la città
CANTONE
1 gior
In Ticino "per sbaglio", sono in un limbo
Il caso di un nucleo famigliare ucraino ospitato a Lamone-Cadempino. E l'appello del padrone di casa Giuseppe Akbas.
FOTO
LUGANO
1 gior
Grande giornata di festa per Raiffeisen Walking Lugano
Tra i vari percorsi non è mancato l'appuntamento tradizionale con il City Trail fino al Monte Bré
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile