Tamedia
CANTONE
28.09.21 - 20:070
Aggiornamento : 22:16

Sì ai test a pagamento, ma dalla fine di ottobre

Il parere del Governo ticinese in merito alla proposta posta in consultazione dal Consiglio federale

BELLINZONA - Test a pagamento per i non vaccinati senza sintomi? La misura potrebbe scattare il prossimo 10 ottobre, secondo le intenzioni del Consiglio federale che lo scorso 24 settembre ha posto in consultazione la relativa proposta. Una proposta che prevede, inoltre, la gratuità sino alla fine di novembre per chi è invece in attesa della seconda dose del vaccino.

La proposta è condivisa dal Consiglio di Stato ticinese, che tuttavia propone «un'estensione ulteriore, fino al 31 ottobre, della durata del finanziamento dei test» come si legge nell'odierna risposta alla consultazione federale. «Questa scadenza permette di osservare l'evoluzione dei contagi fino all'inizio della stagione fredda, ricordando che lo scorso anno la seconda ondata si era manifestata proprio durante il mese di ottobre». Alla fine del mese si potrebbe poi rivalutare la situazione, prevedendo un'eventuale ulteriore proroga.

L'importanza dei test - Il Governo ticinese sottolinea, infatti, che la recente estensione dell'obbligo di certificato Covid e la prospettiva dei test a pagamento hanno ridato slancio alla campagna di vaccinazione. Ma ribadisce l'importanza dei test per vigilare sulla diffusione del virus. Già nella procedura dello scorso agosto, era infatti stata sottolineata 'esigenza di monitorare i volumi di test effettuati «perché l'abbandono della gratuità, come effetto collaterale indesiderato, avrebbe potuto ridurre l'efficacia della strategia di depistaggio». Da qui la proposta di mantenere la gratuità, concedendo anche più tempo «per informarsi e interrogarsi di nuovo sulla vaccinazione».

Giovani in cerca del contagio - Le autorità rilevano, comunque, che tra i giovani vi sono già avvisaglie di una ricerca attiva dell'infezione, «in modo da disporre poi del certificato Covid per sei mesi».

Il 30 novembre... in linea col 31 ottobre - Per quanto riguarda la scadenza del 30 novembre per le persone che sono in attesa della somministrazione della seconda dose, il Cantone ritiene adeguato il termine «anche per rapporto alla richiesta di proroga dell'assunzione dei costi indistintamente fino alla fine di ottobre e anzi persino più coerente con questa scadenza che non con quella proposta del 10 ottobre».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
42 min
In Ticino è tempo di olive
Il prossimo 30 ottobre a Gandria si terrà l'ormai tradizionale raccolta
CANTONE
2 ore
«Mafia gay», la Procura indaga per discriminazione
Pink Cross ha presentato una denuncia contro il direttore di una rivista residente a Lugano
LUGANO
16 ore
Chi ordinò la demolizione? L’inchiesta davanti al muro dei malintesi
Si allontana il reato di "abuso di autorità", mentre per ora rimane l’accusa ai Molinari di "violazione di domicilio"
BELLINZONA
17 ore
«Il sindaco è fan del PSE? Cosa intende fare per favorirlo?»
Scatta l'interpellanza. Mario Branda nel mirino dell'MPS per il suo sostegno al progetto del Polo Sportivo di Lugano
BREGAGLIA (GR)
18 ore
Scontro frontale a Castasegna: un ferito
L'incidente si è verificato sabato mattina nelle vicinanze del valico doganale
FOTO
LUGANO
20 ore
In piazza per dire "no" alle restrizioni anti-Covid
Una manifestazione indetta dagli Amici della Costituzione ha luogo oggi a Lugano
Novazzano
1 gior
Dopo la rapina, l'interrogazione: «Chiudere i valichi secondari di sera»
Lo scorso giovedì è stata effettuato un furto a mano armata in un distributore di benzina
CANTONE
1 gior
Nuova Legge sulla ristorazione: più la mandi giù, più torna Su...ter
In dirittura la nuova Lear che rivoluziona l'accesso alla gerenza: «Servono meno corsi e più solidità finanziaria»
CANTONE
1 gior
Certificato Covid elettronico di nuovo funzionante
«Certificato con firma non valida», è ciò che era apparso a molti, forse a tutti, i detentori del Covid-Pass digitale.
LUGANO
1 gior
Sanitari non vaccinati licenziati alla Moncucco, rifiutavano i test
«Chi non si sottopone al vaccino e nemmeno ai test non può lavorare in Clinica», così il direttore Christian Camponovo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile