FVR / M. Franjo
GNOSCA
18.07.21 - 10:190
Aggiornamento : 11:51

Mortale a Gnosca: non fu distrazione

Il risultato dell'inchiesta sull'incidente costato la vita a padre e figlio. Non luogo a procedere

GNOSCA - È stata chiusa l'inchiesta sull'incidente mortale di Gnosca, in cui il 29 settembre scorso persero la vita padre e figlio di appena 13 mesi. La Procura ha optato per un non luogo a procedere, anche se restano aperti diversi interrogativi, ha riferito la Rsi.

Due tra i tanti: come mai il bambino era stato posizionato davanti, al posto del passeggero e senza seggiolino né cintura, e non sui sedili posteriori? E perché il conducente 43enne, che circolava a 108 km/h sulla cantonale, ha aumentato gradualmente e progressivamente la velocità fino a schiantarsi contro la chiesetta?

Al momento dell'impatto, hanno appurato le perizie condotte sull'auto, il veicolo viaggiava a 129 km/h. Gli accertamenti condotti dalla Procura, hanno permesso di escludere il coinvolgimento di terzi: l'auto insomma non sarebbe uscita di strada per evitare animali, oggetti o persone. Né è possibile che il bambino abbia distratto il conducente alla guida. La traiettoria del veicolo infatti non ha mostrato deviazioni, ma ha proceduto diritta verso la chiesa. 

Tra le ipotesi sul tavolo resta dunque quella di un gesto volontario, un omicidio-suicidio. Oppure di un omicidio colposo compiuto sempre dall'automobilista, per negligenza. Il procuratore Pablo Fäh non trae conclusioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
4 ore
Ben 34 franchi per 9 ore di autosilo: «Ma non mi scandalizzo»
L'episodio diventa lo spunto per una chiacchierata sulla mobilità col futuro sindaco Michele Foletti.
CANTONE
5 ore
Anticorpi anomali coinvolti nel 20% dei decessi da Covid-19
All'importante scoperta hanno contribuito anche due ricercatori dell'EOC: Alessandro Ceschi e Paolo Merlani.
CANTONE
7 ore
Suter con la maglia UDC, Speziali: «Non è il Massimo»
Botta e risposta tra il presidente PLR Speziali e il presidente di GastroTicino che passa all'UDC
CANTONE
7 ore
«Il 9 aprile è stato un giorno molto triste»
Si è concluso il processo per il delitto di Muralto. La sentenza sarà pronunciata venerdì 1. ottobre
CANTONE
9 ore
Il permesso B? «Non è un reale domicilio»
Il Tribunale federale ha chiarito un punto importante per gli stranieri che chiedono una residenza in Ticino
FOTO
CANTONE
9 ore
Un expo virtuale ticinese, una prima mondiale
Ated-ICT Ticino e il partner ADVEPA hanno lanciato un progetto all'avanguardia per le aziende ticinesi
CANTONE
10 ore
La difesa: «L’imputato ha già pagato»
L’avvocato Ravi ha chiesto una condanna per omicidio colposo e la scarcerazione immediata.
FOTO
ASCONA
11 ore
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
CANTONE
12 ore
Ha ucciso per soldi? «Non è credibile»
Il processo per il delitto di Muralto del 9 aprile 2019 si è oggi riaperto con l’arringa difensiva
CANTONE
12 ore
Meno ricoverati e casi in Ticino, ma c'è un altro morto
Stabili i positivi, oggi 26. Non ci sono nuove quarantene di classe.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile