Con la piscina, in cima a una montagna o in un terra lontana: ecco la casa dei sogni
Foto di Davide Giordano
CANTONE
08.07.21 - 19:090
Aggiornamento : 21:16

Con la piscina, in cima a una montagna o in un terra lontana: ecco la casa dei sogni

La maggior parte degli svizzeri però è costretta a starsene in affitto. I prezzi sono troppo alti. Guarda il video.

Gianluigi Piazzini, presidente della CATEF: «La pandemia ha fatto aumentare l'interesse per l'immobile di proprietà. C'è più domanda. Ecco perché adesso costa di più».

LOCARNO - La casa di proprietà? Sempre più un miraggio per gli svizzeri. Lo si intuisce da alcuni recenti studi pubblicati da Scout 24 e da Raiffeisen da cui emerge una certa crescita dei prezzi per l'acquisto di case o appartamenti. E quindi si decide di rimanere in affitto. Ma cosa sta accadendo realmente? «La pandemia – sostiene Gianluigi Piazzini, presidente della Camera ticinese dell'economia fondiaria (CATEF) – ha portato la gente a fare delle riflessioni esistenziali su dove e come abitare». 

La casa vissuta più intensamente – Piazzini spiega meglio il concetto. «In questo periodo abbiamo vissuto la casa in maniera intensa. Abbiamo capito che in casa possiamo anche lavorare. E ora vorremmo goderci di più le nostre quattro mura. Ad alcuni è venuta voglia di fare un investimento, visti i tassi ipotecari ancora bassi. Consideriamo che si comincia a intuire che il costo delle ipoteche potrebbe iniziare ad aumentare. Senza contare che ci sono prime avvisaglie di inflazione. Quindi in diversi si stanno interessando a un possibile acquisto».

«È in corso una "fiammata" a livello di richieste» – La domanda, in particolare nelle aree urbane, pare dunque essere aumentata. «E quando aumenta la domanda, i prezzi si alzano di riflesso. È in corso una "fiammata" a livello di richieste. Poi ovviamente vanno fatte le dovute distinzioni. Parlare di Zurigo, di Berna o di Lugano non è come parlare di una zona periferica». 

In Ticino c'è comunque stata una certa svolta – Attualmente, secondo la CATEF, circa il 38-39% dei ticinesi ha un immobile di proprietà. «Assistiamo comunque a un aumento importante rispetto al passato – dice Piazzini –. In pochi decenni questa percentuale è cresciuta di circa il 10%. Il "merito" è soprattutto dei condomini. Invece di comprare una casetta, tanti acquistano un appartamento. I ticinesi prima erano scettici su questa opzione».  

Il video – Ma come potrebbe essere la "casa da favola" degli abitanti della Svizzera italiana? Tio/20Minuti ha raccolto una serie di sogni per le vie del Locarnese. E ne sono emerse delle belle: c'è chi vorrebbe la piscina, chi invece vorrebbe isolarsi in cima alla montagna e chi addirittura sparire dall'altra parte del mondo "perché ne ha piene le scatole" di tutti. 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
17 min
Un "corridoio vasariano" a luci rosse tra Iceberg e Moulin Rouge
Progetto di passerella per unire i due locali erotici in un solo postribolo da 60 stanze
CANTONE
1 ora
Valle di Blenio senza radar, Luganese sotto stretta sorveglianza
La prossima settimana nessun radar mobile in Valle di Blenio. Nel Luganese possibili controlli in ben 23 località.
CADENAZZO
3 ore
Due anni di lavori per 7 km di strada: «È inevitabile»
La strada cantonale tra Cadenazzo e lo svincolo di Rivera avrà un cantiere per 24 mesi.
CANTONE
8 ore
Altri 15 contagi in Ticino
Le strutture sanitarie accolgono 19 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
8 ore
Vaccinazione: un weekend dedicato agli adolescenti
Il primo fine settimana di ottobre verranno riaperti quattro centri cantonali.
RIAZZINO
9 ore
Al Vanilla si torna a ballare
Il reopening, a lungo rimandato a causa della pandemia, è previsto per il 9 ottobre prossimo.
LOCARNO
12 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
23 ore
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
1 gior
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
1 gior
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile