Tipress
L'architetto Mario Botta
LUGANO
02.07.21 - 15:490
Aggiornamento : 22:07

Botta smonta le torri del Polo sportivo

L’architetto critica il trasferimento degli uffici a Cornaredo: «Lo trovo fondamentalmente sbagliato»

Positivo nel complesso il giudizio sul progetto vincitore, ma... «Penso si a meglio alimentare, anche con l'attività dei servizi, quello che resta del centro storico»

Le torri della discordia

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO - È una demolizione preventiva e a parole. Di quelle per cui non serve né domanda di costruzione né perizia sull’amianto. Eppure fa rumore il giudizio espresso stamattina dall’archistar Mario Botta ospite di ReteUno. Tra i tanti temi toccati, uno è stato il Polo sportivo e degli eventi a Cornaredo, con il suo stadio di calcio, il palazzetto dello sport, gli spazi abitativi e le due torri. Progetto che non c’è ancora e che anzi per vedere la luce dovrà superare lo scoglio del referendum lanciato dall’Mps. Al microfono di "Millevoci", sollecitato dal conduttore, Botta ha dichiarato di conoscere bene il progetto. Di più: «C’è stato un concorso, io l’ho fatto e l’ho anche perso. Posso solo parlare bene del progetto che è stato scelto. Mi sembra un buon lavoro». Quindi la stoccata: «Ma trovo fondamentalmente sbagliato, nella realtà di oggi, portare il commercio e gli uffici nelle due torri. Perché stacca quel poco di attività che c’è nel centro storico».

Lo stadio, ha continuato Botta, «va benissimo lì, con il palazzetto e le attività collaterali. Mi sembra forzato portare a Cornaredo una serie di attività terziarie e di uffici. Il pericolo di Lugano è che la città storica è già stata trasformata, perché erano residenze e sono diventate uffici, con le banche. Ora si svuotano questi uffici per portarli a solo un chilometro di distanza, ma un chilometro in città è tantissimo. Da questo punto di vista io penso che sia meglio alimentare, anche con l’attività dei servizi e degli uffici, quello che resta del centro storico». 

©Rendering Cruz y Ortiz - Giraudi Radczuweit Architetti
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
fama 2 mesi fa su tio
Io penso che lo sport, i servizi e tutte le frottole che ci raccontano servano soltanto a coprire un mega affare finanziario di una certa categoria di persone. Un sacco di intrallazzi perfettamente legali dove chi gira il minestrone sono sempre gli stessi ... magari con l'aggiunta di un qualche cavalier novello ...
angie2020 2 mesi fa su tio
ma questo tuttologo perché starnazza ancora??
Boss 2 mesi fa su tio
voleva progettare lui ? magari a gratis come la nuova Valascia 😂
RobediK71 2 mesi fa su tio
In centro c’è il comune: si trasferisce a cornaredo ?
F/A-19 2 mesi fa su tio
Capisco i ragionamenti di Botta, lui non è uno speculatore e nemmeno un’affarista, lui cerca di valorizzare i luoghi dove interviene, niente a che vedere con la selvaggia speculazione in atto, specie con il mega centro sportivo che ha bisogno di migliaia di mq di uffici ed appartamenti. Chi vuole bene alla città di Lugano non va ad indebitarsi con centinaia di milioni in più del miliardo di debiti che già c’è, non abbiamo bisogno di nuovi uffici, non abbiamo bisogno di svuotare il centro, non abbiamo bisogno di nuovi appartamenti con le migliaia già vuoti, di strutture sportive c’è ne sono in abbondanza e tutte all’avanguardia, giusto pensare ai nostri giovani ma pensiamo anche che una volta formati dovranno emigrare se vogliono lavorare quindi mi pare che ci sia qualcosa di più importante da pensare.
Diablo 2 mesi fa su tio
@F/A-19 “ , di strutture sportive c’è ne sono in abbondanza e tutte all’avanguardia” raccontaci un po’ di quali strutture in abbondanza ed all avanguardia stai parlando
cle72 2 mesi fa su tio
@F/A-19 Ma cosa stai dicendo??? Centri sportivi all'avanguardia???posso sapere quali? I migliaia di appartamenti vuoti di cui ti riferisci, sono appartemaneti in stabili degli anni 70 o prima, e molti di questi sono in uno stato pietoso o senza tutte le tecnologie a noi tutte care, per questo sono vuoti. Appartamenti dove sicuramente anche tu non andresti, giusto costruire. L'edilizia è l'unico motore che fa girare l'economia. Ti ricordo che Botta è colui che ha deturpato un intero paese con il progetto è costruzione di un casinò a Campione. Quella è stata una speculazione edilizia. Il polo sportivo ci vuole punto!!!
franco1956 2 mesi fa su tio
con Campione,ci metterei pure Mogno.
Cdg 2 mesi fa su tio
Botta é un architetto di fama internazionale e qualcosa di urbanistica ne capisce, al contrario dei commentatori del tio... Certo il casinò di Campione non é bello ma ha fatto tantissime altre opere de livello in tutta Europa. A parte che il casinó di Campione centra come i cavoli a merenda... con il polo sportivo.
Brontolo pensionato 2 mesi fa su tio
@Cdg Comunque un architetto che ha perso il concorso. Sbagliato pensare che sia un pochino di parte?
Diablo 2 mesi fa su tio
@Cdg Concordo con te sul discorso relativo L urbanistica per cui non si addentri in questioni che non negli competono ;)
Diablo 2 mesi fa su tio
Il Botta quello del progetto ecomostro di Campione, avesse vinto il concorso avrebbe esternato quanto ?
F/A-19 2 mesi fa su tio
@Diablo Ha ricevuto un mandato per costruire determinati volumi, non è che Botta è andato a campione a fare quello che voleva.
Diablo 2 mesi fa su tio
@F/A-19 Perfetto il ragionamento fila per cui si limiti ev a parlare del progetto in se ma non di altre questioni ..
He 2 mesi fa su tio
Detto da chi ha progettato la “cattedrale del gioco” a Campione. Basta chiamarle TORRI… sono alte 45 m. Casa Torre è molto più alta e molto più massiccia … nessuno si lamenta. Si tolgono 120 persone dal centro… non 200000. Su su su…
F/A-19 2 mesi fa su tio
@He Così il centro muore, quello che è successo alla via Nassa a furia di renderla invivibile con gli affitti alti. Demolizione di edifici storici, costruzione di casermoni brutti ed anonimi, speculazione edilizia, pvp, posteggi cari, eliminazione continua di posteggi, corsie per bus, eliminazione di zone verdi e piante secolari, multe e severità delle nostre forze dell’ordine. Tutto questo fa morire qualsiasi città, attenzione che se togliamo le attrattive e le caratteristiche anche il turismo ne soffre, via i turisti si crolla all’inferno.
cle72 2 mesi fa su tio
@F/A-19 Ma cosa c'entra il turismo? Vengono a vedere gli uffici in via Bossi? A parte che nel nuovo progetto ci sarà una zona verde di notevole dimensione. Le piante secolari sono state abbattute per questioni di sicurezza. Un esempio la via del Lido è molto più bella ora che prima con le piante secolari. Ora devono solo abbattere i vecchi patjglioni del Conza e proporre qucosa di nuovo e speriamo di bello e quella zona sarà molto più bella di prima. Quali sono le attrazioni per il turista? Palazzi fatiscenti? Giusto cambiare, giusto fare
Diablo 2 mesi fa su tio
Ma se Botta, l'uomo degli ecomostri avesse vinto il concorso, avrebbe fatto quest'uscita ? chiedo per un amico in attesa del solito Seo56
seo56 2 mesi fa su tio
Botta chi? Quello del “mostro” di Campione???
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CADENAZZO
1 ora
Due anni di lavori per 7 km di strada: «È inevitabile»
La strada cantonale tra Cadenazzo e lo svincolo di Rivera avrà un cantiere per 24 mesi.
CANTONE
6 ore
Altri 15 contagi in Ticino
Le strutture sanitarie accolgono 19 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
7 ore
Vaccinazione: un weekend dedicato agli adolescenti
Il primo fine settimana di ottobre verranno riaperti quattro centri cantonali.
RIAZZINO
8 ore
Al Vanilla si torna a ballare
Il reopening, a lungo rimandato a causa della pandemia, è previsto per il 9 ottobre prossimo.
LOCARNO
11 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
21 ore
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
1 gior
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
1 gior
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
CANTONE
1 gior
Fattacci fra Semine e Locarno, arrivano le prime sospensioni
Per far luce sull'accaduto è stata pure avviata un'inchiesta, il cui rapporto è atteso a inizio ottobre.
CANTONE
1 gior
In Ticino 36 contagi e un altro decesso
Le persone ospedalizzate a causa del coronavirus salgono a 16, sei delle quali in terapia intensiva.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile