tipress
LOCARNO
16.06.21 - 16:150

La Santa Chiara non è così malmessa

I conti migliorano dopo un prestito da 1,5 milioni e una rivalutazione immobiliare

LOCARNO - La clinica Santa Chiara di Locarno sta meglio del previsto. Dopo l'acquisizione della maggioranza azionaria da parte della Clinica Moncucco, la struttura locarnese ha ricevuto un prestito di 1,5 milioni di franchi. 

Un'iniezione - per restare in ambito medico - che soddisferà il bisogno di liquidi della Santa Chiara per i prossimi tre mesi. È quanto si legge in un comunicato odierno del Consiglio d'amministrazione. L'assemblea degli azionisti, prevista per oggi, è stata annullata dopo che, nelle scorse ore, erano emersi dei dissidi tra la nuova proprietà e la vecchia (che esprime ancora due membri del Cda). 

Dissidi legati al piano di ristrutturazione: quindi a un possibile ridimensionamento del personale e delle attività. Alla luce del prestito, però, le cose potrebbero cambiare. Una perizia immobiliare ha inoltre rivisto al rialzo il valore dell'edificio in via Stefano Franscini, con una stima «significativamente superiore» a quanto inserito a bilancio. 

I conti della Santa Chiara insomma sorridono un po' di più e sono «sostanzialmente sotto controllo». La discussione sulla ristrutturazione verrà posticipata a luglio, con una nuova data fissata al 23 luglio.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
19 min
Un expo virtuale ticinese, una prima mondiale
Ated-ICT Ticino e il partner ADVEPA hanno lanciato un progetto all'avanguardia per le aziende ticinesi
CANTONE
37 min
La difesa: «L’imputato ha già pagato»
L’avvocato Ravi ha chiesto una condanna per omicidio colposo e la scarcerazione immediata.
FOTO
ASCONA
1 ora
New Orleans e Ascona, il gemellaggio celebrato da un'opera di street art
Realizzato da due sorelle valmaggesi, il dipinto verrà presentato questo sabato a suon di jazz e... jambalaya
CANTONE
2 ore
Ha ucciso per soldi? «Non è credibile»
Il processo per il delitto di Muralto del 9 aprile 2019 si è oggi riaperto con l’arringa difensiva
CANTONE
2 ore
Meno ricoverati e casi in Ticino, ma c'è un altro morto
Stabili i positivi, oggi 26. Non ci sono nuove quarantene di classe.
CANTONE
3 ore
Sui controlli dei Certificati Covid, USI e SUPSI si spaccano
Da uno scambio di note interne emerge lo scetticismo del rettore dell'USI per la "via" imboccata dalla SUPSI
CHIASSO
4 ore
Una serata test in vista di Nebiopoli
Sabato al Palapenz si terrà un "evento di test" per capire come potrà essere organizzata l'edizione 2022 del carnevale.
MURALTO/ LUGANO
6 ore
Bocche cucite sui test non fatti sul corpo della vittima
Processo per il delitto in hotel: il giudice Ermani aveva "bacchettato" il medico legale. Nessuno al momento replica.
LUGANO
7 ore
«Io non giocherò più al calcio, ma ti spacco la faccia»
Torna la violenza nel calcio regionale. Ma l'origine del male risale a tanti anni fa.
CANTONE
7 ore
Gli universitari ticinesi tornano in classe: «È come ricominciare da capo»
Dopo un anno di studio da casa, condito da noia e solitudine, tre studenti ci raccontano il loro ritorno in aula.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile