tipress
CONFINE / CANTONE
03.06.21 - 18:060
Aggiornamento : 19:48

«La fascia di confine torna a vivere»

La gioia del sindaco di Lavena Ponte Tresa dopo la riapertura dei confini entro i 60 km.

Suo, infatti, l'impegno di sollevare la questione e portarla a Roma. «Le piccole attività erano in ginocchio»

LAVENA PONTE TRESA - La disperazione dei commercianti era arrivata al punto da spingerli a calarsi le braghe (letteralmente) davanti alla dogana. Un segno di protesta contro i controlli che impedivano ai ticinesi di entrare liberamente in Italia per fare acquisti. Ma anche metafora dei tempi, visto che il commercio sulla fascia di confine è stato messo in mutande da questa pandemia.

«Quasi tutte le piccole attività di Lavena Ponte Tresa hanno visto i loro guadagni diminuire in percentuali che a volte superano il 90% - ha sottolineato il Sindaco di Lavena Ponte Tresa e presidente dell’Associazione Comuni Italiani di Frontiera, Massimo Mastromarino - I commercianti e le loro famiglie sono in grosse difficoltà».

Proprio Mastromarino è stato impegnato in prima persona per far arrivare la richiesta di aiuto di questi commercianti fino a Roma. Uno sforzo ripagato, visto che la nuova ordinanza del Ministro Speranza apre, di fatto, le frontiere per i residenti nelle aree di confine (entro 60 chilometri).

«Sentire la responsabilità di rappresentare la propria comunità e le comunità di frontiera ti obbliga all’impegno incessante e continuo nel rappresentare le nostre istanze», ha sottolineato Mastromarino in uno sfogo di gioia affidato ai social.

«La gioia sopravanza la stanchezza – ha quindi concluso il Sindaco -. Grazie a tutti voi commercianti, cittadini di frontiera, associazioni, grazie ai nostri rappresentanti politici locali, che avete dato forza alla nostra voce. La fascia di confine deve tornare a vivere».

E così sembra essere visto il flusso di veicoli, in crescita già da oggi, verso l'Italia. E che per il fine settimana promette di essere ancora più elevato. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
5 ore
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
CANTONE
6 ore
Covid di venerdì 17: altri 29 casi e una nuova quarantena a scuola
Non si registrano ulteriori decessi. I pazienti Covid scendono a 19.
LUGANO
6 ore
Tram-treno: pubblicato il nuovo bando di concorso
Quello precedente era stato annullato a seguito di due ricorsi accolti da Tribunale cantonale amministrativo
MANNO/ LOCARNO
9 ore
Ecco perché questi studenti non si vaccinano
Alla SUPSI è in corso una rivolta silenziosa. Una raccolta firme contro il Certificato Covid. Le voci dei protagonisti.
LUGANO
10 ore
Stragi, killer e vite blindate (e non): parla Michele Santoro
Il famoso giornalista italiano sarà ospite questa sera all'Endorfine Festival di Lugano. Lo abbiamo intervistato.
CANTONE
20 ore
Vaccinazione, future mamme preoccupate
L'Eoc è confrontato con i dubbi delle donne in dolce attesa. Il primario Papadia fa chiarezza
LUGANO
21 ore
Un centro tamponi nel parcheggio del Casinò
La casa da gioco offre la possibilità di effettuare un test a tutti i suoi clienti che non dispongono del certificato.
CANTONE
23 ore
Le 24 misure del PS per trasformare il Ticino
Il progetto intende contribuire a costruire un Cantone «inclusivo, sostenibile e accogliente».
CANTONE
1 gior
Città Ticino si scopre "Sfittopoli": urge ricontare
La situazione dello sfitto nei centri appariva drammatica, invece è tragica
FOTO
MENDRISIO
1 gior
Il giallo diventa più verde
L’organizzazione di recapito del Mendrisiotto è la prima in Ticino ad avvalersi di veicoli completamente elettrici.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile