TiPress - foto d'archivio
LOCARNO
22.03.21 - 12:310

La Città pensa a come affrontare la “questione economica”

Istituito uno specifico gruppo per approfondire questioni economiche legate all’emergenza sanitaria

LOCARNO - Allo scopo di analizzare in modo approfondito l’attuale situazione economica della Città e le relative previsioni a corto-medio termine, individuare le misure economiche che possano meglio fronteggiare le particolari contingenze che sono venute a crearsi a seguito dell’emergenza sanitaria, e proporre delle indicazioni e soluzioni condivise, il Municipio di Locarno ha istituito una specifica commissione: la Commissione municipale economia.

«Occorre agire a livello locale per monitorare la situazione e individuare le strategie più adatte alla struttura economica della Città, verificando anche i presupposti per gli adattamenti e le capacità di una eventuale riconversione nei diversi settori economici», si legge in un comunicato stampa della Città.

L’Esecutivo nel corso del 2020 ha emanato un Messaggio municipale di 1,5 milioni di franchi per la creazione di un fondo da utilizzare per erogare aiuti sotto forma di prestiti e di facilitazioni alle piccole imprese a seguito dell’emergenza COVID sotto forma di riduzione di tributi comunali, quali affitti, tasse suolo pubblico e tassa base rifiuti. Nel contempo è stato adottato un fondo per le aziende locali che hanno assunto dei nuovi apprendisti. Ma lo scopo della Commissione municipale economia è di individuare le linee strategiche future più adatte al contesto cittadino sviluppando una visione di rilancio economico complessivo per Locarno (segmentata sul breve/medio/lungo periodo) che vada al di là della questione temporale legata alla sola emergenza pandemica.

È prevista una composizione allargata della Commissione citata, che sarà composta da due Municipali (Dicastero Finanze e Dicastero Promozione economica) dal responsabile comunale della promozione economica, da un rappresentante del settore turistico (Fabio Bonetti, direttore Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli), della Società Commercianti, Industriali e Artigiani del Locarnese (Giovanni
Caroni, presidente SCIA), del settore bancario (Marco Meschiari, direttore, BancaStato Locarno) e da una consulente esterna (Amalia Mirante, economista).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile