Immobili
Veicoli
Frontalieri dello sci: malumori oltre confine
tipress
CONFINE
17.02.21 - 18:060
Aggiornamento : 18.02.21 - 08:50

Frontalieri dello sci: malumori oltre confine

I sindaci italiani di frontiera protestano per il flusso di sciatori dall'Italia alla Svizzera. «Pochi controlli»

SONDRIO/BREGAGLIA - Di qua le piste piene, di là le piste chiuse. Nella vicina Italia il blocco prolungato degli impianti sciistici ha causato accese proteste nei giorni scorsi. A infastidire ancor di più i sindaci italiani di confine - scrive la Provincia di Como - il fatto che diversi appassionati di sci starebbero "emigrando" dalla Penisola alle nevi rossocrociate. 

I frontalieri dello sci sarebbero numerosi: mai quanti i frontalieri normali, certo, ma il traffico sarebbe «aumentato» nelle scorse settimane secondo Massimiliano Tam, sindaco di Villa di Chiavenna. «Specialmente il venerdì sera». 

«Già prima della proroga sulla chiusura degli impianti italiani c'era un certo traffico» ha dichiarato Tam alla Provincia. «So che nell’ultimo mese sono state adottate misure leggermente più restrittive sul territorio elvetico, sono molto più attenti, ma è innegabile che chi prenota alberghi o è proprietario di piccoli appartamenti o case in Svizzera si muove». 

Anche il sindaco di Livigno Roberto Galli ha protestato per il movimento. Espatriare per un weekend o in giornata per turismo o sport è vietato, in Italia. Tuttavia i trasgressori corrono un rischio «più che altro sulla carta» secondo Galli. «I controlli in dogana sono davvero limitati». Il sindaco nonché presidente della Federazione italiana degli albergatori (Federalberghi) ha quindi invocato maggiore rigore alla frontiera. Specie con le auto con il portasci e la neve sul tetto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
37 min
Il «bellissimo gioco» che ti fa perdere 1300 franchi
Il meccanismo è quello del noto "schema Ponzi": piramidale e senza reale possibilità di vincere
CANTONE/CONFINE
2 ore
Senza peli sulla lingua: «Il Green Pass avrà un impatto»
La testimonianza di uno storico parrucchiere e il parere del sindaco Mastromarino
LUGANO
4 ore
Pugni al Parco Ciani, in due in ospedale
La colluttazione è avvenuta attorno alle 18.30. Sconosciute per il momento le cause e la dinamica dei fatti
BELLINZONA
5 ore
Cade dalla scala a chiocciola, operaio in fin di vita
Il 40enne italiano stava lavorando presso una casa in ristrutturazione in via Tamporì a Bellinzona.
CANTONE
7 ore
Il Ticino torna in curva
Abolito il divieto di accedere agli spalti durante le partite di hockey e calcio. I tifosi festeggiano
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
Puntualità (quasi) da record per i treni FFS
Nel 2021 il 91,9% dei convogli è arrivato in orario. È il secondo miglior risultato della storia (dopo quello del 2020)
CANTONE
13 ore
Ecco dove farsi testare il prossimo weekend
Check Point, farmacie ma non solo. Domenica 23 gennaio verrà infatti riproposto anche il Drive-In di Rivera.
CANTONE
14 ore
Covid: 1473 positivi e una nuova vittima
Si registrano anche quattro nuove quarantene di classe e altri 22 contagi in casa anziani
CANTONE
16 ore
En attendant Contact Tracing: «Ormai guarito, mi dicono "isolati"»
La marea di contagi ha ingolfato il Contact Tracing, la testimonianza di chi è stato avvisato quando era ormai guarito
LUGANO
18 ore
Bimbo prega per fare trovare un lavoro al papà
Il commovente messaggio di un bimbo luganese pubblicato sui social da don Emanuele Di Marco, direttore dell'oratorio.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile