tio/20minuti
LUGANO
15.02.21 - 22:000
Aggiornamento : 16.02.21 - 07:06

Covid: la città identifica le «zone a rischio»

In ordine di importanza vengono citate la Pensilina Botta, la zona della Rivetta Tell, la Foce di Lugano 

La Città «non esclude tuttavia che vi possano essere anche altri luoghi in quanto questi variano in base a fattori quali intemperie ed interesse per le varie cerchie di giovani» 

LUGANO - Le chiusure anticipate degli esercizi pubblici hanno portato i giovani a restare in strada. Un fatto questo che, interpellato da Raoul Ghisletta (e altri firmatari) in merito al tema degli assembramenti, il Municipio di Lugano non ha potuto nascondere. 

Il monitoraggio - D’altra parte, proprio dai continui interventi di Polizia volti a risolvere il problema, come pure dalle costanti segnalazioni dei cittadini luganesi, è partito un monitoraggio da parte delle forze dell'ordine che ha permesso nell'ultimo mese e mezzo di individuare e censire altre zone degne di essere monitorate e definite a rischio.

Il luoghi "a rischio" - Nell'ordine di importanza vengono citate la Pensilina Botta, la zona della Rivetta Tell, la Foce di Lugano e alcuni autosili cittadini. «Non si esclude tuttavia che vi possano essere anche altri luoghi in quanto questi variano in base a fattori quali intemperie ed interesse per le varie cerchie di giovani» sottolinea l’Esecutivo cittadino.

Assembramenti al terminal - La Città si è detta infine consapevole del problema dell'assembramento di giovani al terminal bus durante il fine settimana, «cagionato dalla chiusura anticipata di esercizi pubblici, in particolare sulla scorta delle chiusure degli stessi in una prima fase alle ore 22:00 poi alle ore 19:00 e ora completa». «Ciò - viene precisato - ha avuto come conseguenza che parecchi giovani non sanno più dove trascorrere il resto della serata. All'inizio si era cercato di monitorare e contenere il problema, ma considerato l'importante numero di giovani presenti, il Municipio ha intrapreso i necessari passi volti al coinvolgimento anche della Polizia cantonale in supporto a quella cittadina».

Tuttavia «limitare l'accesso ai soli possessori di un titolo di trasporto valido», come si chiedeva nell’interrogazione, «non è una soluzione percorribile in quanto i distributori dei titoli di trasporto si trovano presso il terminal e pertanto non è possibile impedire ad una persona di acquistare il biglietto presso la pensilina Botta. Non da ultimo delimitare una zona imporrebbe l'uso di barriere fisiche che di fatto non possono essere fissate, costituendo quindi nel contempo un serio pericolo quali possibili corpi di lancio».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Pongo 1 mese fa su tio
Lugano è come Mendrisio, vuole fare la città ma vuole solo le cose belle di essa... cosa??? in una città ci sono dei giovani??? MA SIAMO MATTI???
cle72 1 mese fa su tio
Niente di più ridicolo! Ostinelli per sempre! Basta con queste farse, queste chiusure, basta con le mascherine, state uccidendo le persone ma non di covid! La depressione dilaga, la gente è stanca e i vostri continui messaggi di paura hanno rotto. State creando solo problemi alle persone che non possono lavorare che si vedono costretti a chiudere attività in cui hanno messo i loro risparmi il loro cuore. State ammazzando l'economia. Che dire complimenti! Avanti così.
Didimon 1 mese fa su tio
Ma che zone a rischio.. Da prendere a sberle sti marmocchi
Blobloblo 1 mese fa su tio
Ma piantatela li adesso!!! Bastaaaa!!!
Duca72 1 mese fa su tio
Menefreghismo. C’era una volta la Svizzera...,,
lecchino 1 mese fa su tio
Grande Ghisletta, sempre sul pezzo! di.....
Gus 1 mese fa su tio
Se avessero dei genitori degni di tale nome, resterebbero a casa
Tato50 1 mese fa su tio
@Gus Finalmente un "Post" intelligente ;-)))
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
3 ore
«Non stiamo contattando artisti, troppa incertezza»
Il Covid soffoca la cultura. Carmelo Rifici, direttore artistico del LAC: «Così non si possono fare pianificazioni».
CANTONE
4 ore
La pandemia in Ticino viaggia in Tesla
Le auto elettriche e ibride hanno raddoppiato le vendite negli ultimi mesi. Chi le acquista?
CANTONE
11 ore
«Così possono vedere le parole e le emozioni»
Le mascherine trasparenti renderanno più semplice l'apprendimento per i ragazzi con problemi di udito.
CANTONE
13 ore
«Sta fallendo più di un ristorante su cento»
I dati del Registro di commercio confermano una triste tendenza. Per Arioldi (Ire) il peggio potrebbe ancora venire
FOTO
CHIASSO
16 ore
Sassaiola contro la palestra di arti marziali
Presa di mira la porta d'ingresso dello stabile in via Vincenzo d'Alberti. Accertamenti in corso da parte della polizia.
CANTONE
20 ore
Quante aziende hanno chiuso in Ticino?
Meno del solito, nell'ultimo trimestre del 2020. L'indagine dell'USI
CANTONE
23 ore
Mascherine trasparenti a scuola per leggere il labiale
Permettono di vedere la bocca, ma anche di "leggere" le emozioni della persona che le indossa
CANTONE / SVIZZERA
23 ore
Premiati gli scatti sul Covid-19 di Pablo Gianinazzi
Il fotografo ticinese è tra i sei vincitori dello "Swiss Press Photo 2021".
CANTONE
1 gior
78 nuovi casi di Coronavirus in Ticino, nessun decesso
I nuovi ricoveri sono invece 7, mentre 7 persone hanno potuto lasciare le strutture ospedaliere.
CANTONE
1 gior
Vini all'asta per 37mila franchi: «Imbevibili»
Le bottiglie di Bordeaux messe all'incanto dal Cantone il 24 marzo sono andati a male, secondo uno degli acquirenti
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile