70 anni fa la valanga che travolse Airolo
Keystone - foto d'archivio
+8
CANTONE
11.02.21 - 14:050
Aggiornamento : 22:41

70 anni fa la valanga che travolse Airolo

Nella notte tra l'11 e il 12 febbraio del 1951 quindici persone rimasero sotto la neve. Se ne salvarono solo cinque

AIROLO - Settant'anni fa, nella notte tra l’11 e il 12 febbraio del 1951, si verificò la tragica valanga di Airolo. A ricordarlo è MeteoSvizzera, sulla sua pagina Facebook. Quella notte morirono dieci persone nell'abitato. C'era solo neve, un'enorme massa dal posteggio della chiesa fino alla fiera, oltre a tutta la via San Gottardo.

Se annualmente ad Airolo gli accumuli medi stagionali di neve si aggiravano attorno ai 4,5 metri (oggi sono 3,6), quell'inverno la località leventinese ne vide (sommando le misure giornaliere) ben 14 metri e 29 centimetri. Alla neve abbondante già presente al suolo (più di 2 metri), se ne aggiunsero 71 centimetri il 10 febbraio, 33 centimetri l’11 febbraio e 34 centimetri il 12 febbraio: “fiochèva michètt” (“nevicavano michette”, per dare l’idea della grandezza dei fiocchi).

Poco prima dell'1 di notte la valanga travolse il paese. La gente fu evacuata e ospitata in alberghi e presso altre famiglie. I rimasti, insieme ai soldati, cercarono le vittime sotto quella coltre devastante per giorni. Cinque furono estratti vivi, mentre dieci altri non si salvarono. Non è tutto: in quella stessa notte un'altra valanga si staccò sulla frazione di Frasco, in valle Verzasca, causando altre cinque vittime. 

Ad Airolo il grave evento dette atto alla seconda fase di realizzazione dei ripari valangari. Gli abitanti si rimboccarono le maniche per mettere in sicurezza la montagna con la costruzione dei primi ripari. I lavori durarono fino al 1968.

Restarono distrutte 11 case, l’asilo, stalle, laboratori, rimesse e boschi per una superficie di oltre 100 ettari.

70 anni fa, nella notte tra l’11 e il 12 febbraio, si verificò la tragica valanga di Airolo. Quell’inverno Airolo vide,...

Pubblicato da MeteoSvizzera su Giovedì 11 febbraio 2021

 

Keystone - foto d'archivio
Guarda tutte le 12 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
BREGGIA
7 ore
Gli alberi stanno tornando in piazza
Le piante erano state rimosse lo scorso marzo per i lavori di valorizzazione a Cabbio
MENDRISIO
9 ore
Si getta ancora la spugna, niente Fiera di San Martino
La tradizionale fiera di novembre non avrà luogo per il secondo anno di fila: «Decisione sofferta, ma obbligata»
LUGANO
10 ore
Oltre 7'200 veicoli controllati durante "Bimbi sicuri"
La maggioranza degli utenti della strada si comporta con prudenza, ma c'è qualche eccezione...
LUGANO
13 ore
Arresto "da film" sul lungolago: erano due truffatori
Le due persone fermate giovedì scorso sono sospettate di aver tentato una truffa di tipo "rip-deal".
CANTONE
15 ore
Un weekend con 38 contagi
Le strutture sanitarie accolgono 18 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
15 ore
Smaltire i rifiuti costerà meno
Dal primo gennaio 2022 il Cantone ha previsto una riduzione di dieci franchi per ogni tonnellata smaltita dai Comuni.
LUGANO
19 ore
Sempre più studenti ammassati sui bus
Grossi problemi su alcune linee. In particolare al mattino tra le 7.30 e le 8.15. La TPL cerca di correre ai ripari.
FOTO
CANTONE
19 ore
Fare del tempo libero un lavoro: alla Supsi si può
Il Bachelor in Leisure Management è un unicum in Svizzera. Ne abbiamo parlato con il responsabile Alessandro Siviero.
AUSTRIA
1 gior
Il vetraio Luca si porta a casa il bronzo
Una competizione memorabile per la Nazionale Svizzera delle professioni, che ha ottenuto 14 medaglie
CANTONE
1 gior
«C'è chi ha chiesto di entrare senza certificato, né mascherina»
Alle lamentele di alcuni familiari, che segnalano incongruenze nelle nuove normative, risponde il direttore di LIS.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile