Deposit
LUGANO
24.01.21 - 20:150

Mozziconi e "cicche" più resistenti del Covid

La pandemia abbatte il consumo di chewing gum, ma chi lavora per tenere pulito l'asfalto non rileva grandi miglioramenti

Con la pandemia, spiega Roberto Bianchi, direttore dei Servizi Urbani, «il littering ha cambiato forma e sembra aumentato. Nonostante i numerosi cestini si trovano ancora diverse mascherine abbandonate per strada. E poi ci sono gli imballaggi dei servizi take away»

LUGANO - Gli svizzeri, ma il fenomeno è mondiale, si stanno scollando dalla gomma da masticare. I consumi di chewing gum, riferiva settimane fa la Rts, sono crollati nei mesi della pandemia. Colpa (o merito) anche della mascherina. Che diventa una barriera scomoda per gli stessi fumatori. E allora viene naturale chiedersi se, tra le eredità positive di questo flagello, ci sia la scomparsa delle cicche e dei mozziconi dalle strade… 

Ma l’asfalto dà altre risposte - Forse perché le abitudini, specialmente quelle cattive, sono dure a morire. «In effetti - spegne gli entusiasmi Roberto Bianchi, direttore della Divisione Spazi Urbani di Lugano - non ci risulta una significativa diminuzione dei mozziconi di sigaretta né delle gomme da masticare che la gente abbandona al suolo». È ciò che gli viene riferito dai responsabili della Nettezza urbana. 

L'incremento di altri rifiuti - È verosimile, continua il direttore della DSU, «che chi ha abitudine di fumare non se ne priva e abbassa la mascherina all'occorrenza. Un'eventuale limitata diminuzione di questo tipo di littering potrebbe essere data dalla situazione di semi-lockdown con relativo incremento del telelavoro e chiusura degli esercizi pubblici, tuttavia ampiamente compensata da altri rifiuti».

La rimozione dei chewing gum - È operazione che viene effettuata dai servizi urbani una volta all'anno: «In primavera - spiega Bianchi - con l'utilizzo di una semplice idropulitrice ad alta pressione e temperatura. L'intervento è limitato alle zone centrali con pavimentazione pregiata e in particolare attorno ai tombini per le acque piovane, particolarmente presi di mira». 

I tombini non sono cestini - «Colgo l'occasione per richiamare gli utenti a voler rispettare questi tombini, evitando di usarli al posto dei cestini per le cicche e i mozziconi, in quanto sono spesso direttamente collegati con i ricettori naturali (riali, fiume, lago), ma anche perché la loro pulizia annuale è molto più onerosa e complessa rispetto alla semplice vuotatura di un cestino».

Il littering cambia pelle - «Non ci risulta - è la conclusione di Bianchi - che il littering sia diminuito, ma anzi è forse aumentato, cambiando un po' forma.  Oltre a trovare diverse mascherine abbandonate, nonostante i numerosi cestini presenti in città, va detto che senza i locali pubblici aperti un maggior numero di persone si ritrova a consumare per strada, in particolare laddove vi sono dei servizi take away, attorno ai quali abbiamo dovuto posare ulteriori bidoni per raccogliere i voluminosi imballaggi».

Deposit
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
16 sec
Ecco come sarà il nuovo Pretorio
Il Consiglio di Stato chiede al Parlamento un credito di 43 milioni e 420mila franchi per ristrutturazione e ampliamento
FOTO
BREGGIA
23 min
Gli alberi se ne vanno per poi tornare
Nell'ambito della valorizzazione della piazza di Cabbio è iniziato lo spostamento di tigli e platani
CANTONE
41 min
L'autostrada A2 si prepara per il semisvincolo
Al via i lavori per il risanamento globale del tratto compreso tra gli svincoli di Bellinzona Nord e Bellinzona Sud
FOTO E VIDEO
BRISSAGO
1 ora
Come ti salvo l'Isolino dalle neofite invasive
Le specie alloctone avevano colonizzato l'Isola dei conigli, ma un intervento mirato le ha estirpate.
CANTONE
1 ora
Covid: 44 positivi e 7 ricoveri
Il tasso di riproduzione Rt è dell'1,09. Sono 156 su 100mila le persone positive negli ultimi 14 giorni
BEDANO
5 ore
Decide Google Maps, niente aiuti per il ragazzo
Sconti sull'abbonamento del bus per chi tra casa e scuola impiega più di 20 minuti a piedi. Beffa per alcuni.
CANTONE
5 ore
Sofferenza (e licenziamenti) dietro il sipario
Il lockdown culturale sembra senza fine. Le eccellenze artistiche in Ticino sono in affanno
CONFINE
13 ore
La Provincia di Como sarà zona arancione rafforzata
Chiuderanno le scuole in presenza. Anche Viggiù (Varese), finora in fascia rossa, passerà all'arancione.
SONDAGGIO
CANTONE
15 ore
«Riaprite i ristoranti, altrimenti i negozi faranno fatica»
I negozianti sono tornati al lavoro «con sollievo e la speranza di non dover nuovamente chiudere»
LOCARNO
17 ore
«Chiusi per Pasqua? Sarebbe una beffa»
L'Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli auspica la riapertura di bar e ristoranti per il prossimo 22 marzo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile