GLAMILLA
Il fondatore di Musicdoor a Lugano, Damiano Müller
LUGANO
14.01.21 - 07:000
Aggiornamento : 09:57

L'onda che ha liquidato il CD cambia musica

I flussi streaming hanno rivoluzionato i modi di ascolto e ora puntano su livelli di sound elevatissimi

L'esperto Damiano Müller fa il punto su un settore sempre più fluido

di Redazione
Giorgia Cimma Sommaruga

LUGANO - Damiano Müller, 59 anni, fondatore e titolare di Musicdoor a Lugano, è conosciuto come un grande esperto a livello internazionale di questo “credo” e dal 1985 rappresenta un punto di riferimento per chi ama il suono e le sue origini.

Come si ascolta la musica oggi?
«Praticamente “liquida”. È indubbio che lo streaming continua a fare passi da gigante. Lo stesso Spotify, pioniere in questo ambito, deve stringere i denti per tenere il passo con chi ha già raggiunto livelli di sound elevatissimi. Inoltre, c’è una velocità di fruire dei download che fa dei numeri pazzeschi».

Il buon vecchio CD regge?
«No, è destinato a scomparire presto. Soprattutto per questioni di spazio, ma anche per la ripartenza del vinile. Negli ultimi anni abbiamo organizzato regolarmente il “Vinyl day”, dove c’è stato un notevole interesse da parte di molti giovani. Possedere un classico 33 giri è come avere un libro che profuma».

Dove si pongono i cantanti?
«Fanno parte del nuovo ingranaggio, si sono dovuti adattare. La grande differenza rispetto al passato è che prima gli artisti guadagnavano sui dischi, oggi sul download hanno un margine ridotto. Per questo, fino a prima della pandemia, si faceva molto più live. Oggi l’artista tiene un concerto per incassare, prima lo faceva per promuovere il disco».

E la musica classica?
«Secondo me non è mai stata un genere di nicchia, forse ci sono meno giovani appassionati, ma non ne sono così sicuro, dipende dall’educazione musicale che hanno ricevuto. Quello che è interessante è il discorso dello streaming per questo genere: i maggiori sistemi hanno un limite per la classica che riguarda le versioni. Pensiamo alle varianti che ci possono essere della Nona di Beethoven. Così sono nati flussi streaming come Idagio che si occupano solo di musica classica con un archivio impressionante».

L'hi-end, che lei propone dal 1985, è confrontato con l'evoluzione dei sistemi in rete.
«I diffusori acustici senza fili tendono a rimpicciolire le proprie dimensioni per un puro fattore di comodità, che consente l'uso del collegamento via wi-fi. Credo che il vero hi-end, in grado di garantire la migliore combinazione tecnica possibile, rimanga “allacciato” al cavo e alle casse di grandi dimensioni, il cui suono è sempre perfetto».

E l'immagine?
«Il mercato TV è in rapida e continua evoluzione: bisogna essere preparati per scegliere, in quanto l'offerta di prezzi e di modelli è molto ampia. La tendenza è anche quella dell'home cinema, sempre più richiesto. I costi per un impianto di base possono variare tra i 3.000 e i 25.000 franchi».

Il suo marchio Musicdoor era già online nel 1992: cosa è cambiato a livello di comunicazione?
«Internet, fino a qualche anno fa, era principalmente una grossa fonte di notizie, oggi è prima di tutto business. Se cerchi un'informazione su un prodotto, prima trovi tutti quelli che lo vendono, e poi, forse, quello che ti interessa realmente. Nel nostro ramo, l’online ha battuto di gran lunga la vendita fisica».

Dai 33 giri in vinile ai mostri sacri del suono
Dalla Germania agli Stati Uniti: Damiano Müller è conosciuto fin dai tempi dei 33 giri in vinile, che ancora oggi propone su giradischi sofisticati, come quelli del suo amico Dieter Burmester, scomparso nel 2015. «Il nostro era un legame che andava oltre gli affari, anche se la Burmester rappresenta ancora oggi l'alta qualità. Ricordo un aneddoto durante un viaggio a Berlino. Dieter, in fabbrica, mi mise in mano un sacchetto di viti. “Damiano, questi sono 200.000 dollari”. I suoi apparecchi sono tutti cromati e in commercio le viti cromate non esistono. Quindi alla Burmester c’è un uomo addetto a questa costosa rifinitura». Nel 1988, Müller aveva ospitato nella sede di Musicdoor un altro mostro sacro dell'hi-end, Mark Levinson: «Durante la presentazione di un suo sistema a Lugano, Mark è scappato! Era entrato un visitatore con la sigaretta accesa. In quegli anni era permesso fumare ovunque, ma in America no. Ho chiesto al fumatore di uscire per far tornare Levinson».

 

GLAMILLA
Guarda le 4 immagini
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore
Ticinesi pazzi per la sella: «Ne vendiamo tre tonnellate al mese»
La sella di capriolo è uno dei piatti maggiormente in voga in questo periodo dell’anno. E i numeri lo confermano.
TENERO
8 ore
In spiaggia anche in inverno
Ripartire da una disavventura? Capita al bagno pubblico, colpito pesantemente dal maltempo lo scorso luglio.
LUGANO
11 ore
Tassisti aggrediti dal branco
Un pestaggio è avvenuto sabato notte in Via Pretorio: due persone sono rimaste lievemente ferite.
MENDRISIO
12 ore
Colpo di scena: Ligornetto riapre al traffico in transito
La misura non potrà essere attuata, fintanto che il TF non si sarà espresso sull'effetto sospensivo richiesto da Stabio
LOCARNO
13 ore
Un nuovo futuro per il Grand Hotel Locarno
L'edificio costruito fra il 1874 e il 1876 diverrà una moderna struttura alberghiera.
LUGANO
15 ore
«I contrari non hanno capito un tubo»
Il Municipio di Lugano dice la sua nella campagna sul Polo Sportivo. Sparando a zero sugli oppositori
CANTONE
17 ore
In Ticino altri 20 contagi
Aumentano leggermente i nuovi positivi. Il bollettino del medico cantonale
LUGANO
19 ore
Aeroplanini attorno al carcere
Gli appassionati di modellismo aereo entrano in "rotta di collisione" con la Stampa. È già successo un incidente
CONFINE
20 ore
Da Amsterdam a Milano con 5 kg di fumo
Un 57enne è stato fermato al valico di Brogeda grazie al fiuto del cane "Anima".
CANTONE
21 ore
«Duecento invitati, come un matrimonio etero»
A un mese dal referendum, in Ticino le coppie gay si preparano a un'estate di matrimoni. Ma servirà pazienza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile