«Lasciamo i giovani a casa fino al 10 gennaio»
TiPress - foto d'archivio
CANTONE
03.01.21 - 17:050
Aggiornamento : 04.01.21 - 09:26

«Lasciamo i giovani a casa fino al 10 gennaio»

Edo Pellegrini con un'interpellanza chiede di prolungare le vacanze delle scuole post-obbligatorie

BELLINZONA - I giovani che frequentano le scuole post-obbligatorie non tornino a scuola prima di lunedì 11 gennaio. È quanto chiede Edo Pellegrini, che ha presentato un'interpellanza al Consiglio di Stato.

Il deputato UDC-UDF è particolarmente preoccupato dal calo nella volontà dei giovani a farsi testare per il Covid-19 alla comparsa di sintomi. «La tendenza potrebbe acuirsi con l’avvicinarsi delle scadenze di fine semestre e fine anno scolastico, per la paura di perdere giornate di scuola e quindi di essere impreparati a verifiche ed esami», scrive Pellegrini.

Inoltre, sul tavolo del Governo ticinese vengono portate alcune segnalazioni: «Più o meno ovunque si permette di fumare, a docenti e allievi, nelle pause negli spazi antistanti le scuole, senza mascherina, per emettere il fumo si soffia e, per poter fare quattro chiacchiere, non si mantengono certo le distanze».

Per evitare quarantene e difficoltà, Pellegrini domanda pertanto al Consiglio di Stato di considerare la possibilità di «prolungare le vacanze delle scuole post-obbligatorie almeno fino al 10 gennaio compreso», ma anche organizzare «un’ulteriore campagna di sensibilizzazione al test a loro specificatamente indirizzata» e «chiedere alle scuole uno sforzo ancora maggiore nel controllo del rispetto delle misure anti Covid-19».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 11 mesi fa su tio
State uccidendo d'inedia le nuove generazioni.
Frenaugo 11 mesi fa su tio
saggia idea, loro si sentono immuni ma sono i fattorini del covid e lo portano nelle case dei loro famigliari mentre a loro fa poco o niente, vedi statistica del canton Basilea sui dati reali della prima ondata, i maggiori contagi provengono da giovani
eli254 11 mesi fa su tio
vado in una scuola post-obbligatoria e le due settimane precedenti alle vacanze più della metà delle mie ore scolastiche sono cadute a causa di docenti risultati positivi... l’albo scolastico sembrava un bollettino di guerra..
Güglielmo 11 mesi fa su tio
ma piantatela ie già gnùc lasemai a mo a ca.... bravi..
She677 11 mesi fa su tio
Sono completamente d’accordo, io frequento una scuola post-obbligatoria e la settimana dall’11 gennaio al 15 dovrò fare una settimana a distanza e penso sia molto, ma molto inutile tornare a scuola per 2 giorni e poi fare scuola a distanza ...
adri57 11 mesi fa su tio
Casi e decessi fuori controllo in Ticino. I nostri 5 "amministratori" se ne stanno tranquillamente in vacanza, magari sugli sci. Da settimane e settimane, i dati fanno paura, in particolare i decessi. Solo comparandoci con in vicini del canton Grigioni, è chiaro che qualcosa non funziona. Quale giustificazione, si afferma che in Ticino, la media dell'anzianità è superiore. Si di quanto? Quindici % ma i decessi sono ben superiori.
vulpus 11 mesi fa su tio
Ma basta con questi cerotti. Chiudere tuttooo quello che non è indispensabile: scuole ,attività commerciali,chiusura delle frontiere . A casa per almeno 3 settimane. Siamo sulla soglia di un disastro e i nostri pseudopolitici a Bellinzona stanno ancora ciucinando il panettone. Dovremo veramente arrivare al punto che i medici debbano decidere chi curare e chi lasciar morire? Che paese civilizzato. Inutile ora ammettere di aver sbagliato. Gli specialisti da 2 mesi suonano le campane a morto, ma nessuno si è mosso.
Alex k 11 mesi fa su tio
@vulpus Se credi veramente che la scuola sia indispensabile ti assicuro che a te servirebbe eccome la scuola. La scuola è l’elemento più importante della società e se si va ad analizzare la situazione NON sono un focolaio di contagio.
marco17 11 mesi fa su tio
@vulpus Basta con certi vaneggiamenti e le covidiozie. Però potresti dare il buon esempio: non sei indispensabile, quindi chiuditi in casa per almeno 10 anni e non scrivere cavolate.
pillola rossa 11 mesi fa su tio
@vulpus L'unico errore è stato chiudere le scuole. Perseverare è diabolico. La paura annebbia ogni tentativo di razionalità.
Volpino. 11 mesi fa su tio
Beh, se alla fine tutte le maestre e tutti i maestri sono ammalati non serve proprio a niente tenere aperte le scuole a ogni prezzo, un po'di logica ci vuole. Mi meraviglio che non scioperano ...
matthias87 11 mesi fa su tio
io farei il 20 gennaio, e si prolunga la scuola in giugno!
Mauz 11 mesi fa su tio
Ticino: percentualmente una delle peggiori regioni AL MONDO...e abbiamo un governo che si auto-complimenta. Noi che ci credevamo i primi della classe.... E i gestori delle piste da sci a piangere perché devono respingere persone ...
Luca 68 11 mesi fa su tio
dovrebbero restare chiuse tutte le scuole, visto che con la nuova variante anche i bambini possono contagiare di più, e anche se per loro è meno pericoloso poi lo portano a casa a contagiare tutta la famiglia. quei due giorni servono solo per continuare a prendere la gente per il........
marco17 11 mesi fa su tio
Solita interpellanza inutile di politici che vogliono avere il loro cinque minuti di notorietà mediatica. E che cosa cambia per alcuni giorni? I giovani hanno voglia di tornare a scuola, non di essere confinati a casa.
lollo68 11 mesi fa su tio
@marco17 Giusto! Hanno tolto loro tutti i divertimenti tranne lo sci. Qualcuno ci pensa a come stanno a livello psicologico? Tanti hanno già perso diversi giorni di scuola per quarantena, positività e sintomi influenzali e non sempre sono riusciti a recuperare le lezioni perse quindi non bisogna peggiorare la loro situazione aumentando le vacanze.
Boh! 11 mesi fa su tio
...ossignur...!!!
Volpino. 11 mesi fa su tio
Meglio fino a febbraio.
pillola rossa 11 mesi fa su tio
I giovani e le persone in generale non sono una cosa da prendere e lasciare qua e là.
Moga 11 mesi fa su tio
Ah perché cambia qualcosa
Fester 11 mesi fa su tio
Sì perché non sono stati abbastanza a casa...
Gimmi 11 mesi fa su tio
Non bisognava essere dei scenziati,visto il protrarsi di questa pandemia,si poteva gia' programmare in dicembre ,la ripresa scolastica per l'11 gennaio!!
Meck1970 11 mesi fa su tio
È chiaro che poi dovranno recuperare le settimane/mesi che sono stati persi.
Wunder-Baum 11 mesi fa su tio
occhio che il 7 gennaio è tra qualche giorno.
Wunder-Baum 11 mesi fa su tio
occhi che il 7 gennaio è tra qualche giorno.
Veveve 11 mesi fa su tio
Scusate tanto ma 2 giorni in più o due giorni in meno che uno sia pro o contro ma non cambia proprio nulla vuol dire solo rompere le scatole a tutti i costi e basta🤣
MrBlack 11 mesi fa su tio
@Veveve Esatto...ma ogni tanto mi chiedo se questi pseudo-politici si divertono a fare queste pagliacciate o sono seri e non si rendono conto delle stupidaggini che partoriscono.
seo56 11 mesi fa su tio
Sarebbe il minimo!!
TheOsage 11 mesi fa su tio
@seo56 Ti metti a disposizione per tener i bimbi dei genitori che lavorano? Perché chiudere le scuole vuol dire chiudere buona parte di tutto il resto. Cosa che non si vuole fare, di conseguenza anche le scuole devono rimanere aperte. Altrimenti possiamo darli ai nonni, che non come è noto non sono nella fascia criticata in caso di contagio.
She677 11 mesi fa su tio
@TheOsage Nelle scuole post-obbligatori i ragazzi sono già adolescenti o adulti quindi sono autonomi, non vedo dove è il problema... i genitori possono lavorare tranquillamente
adri57 11 mesi fa su tio
D'accordo, ma vogliamo anche mettere in conto il recupero delle ore perse? Perché, in caso la pandemia dovesse migliorare, non azzerare la vacanze di Pasqua, prolungare la scuola in giugno o iniziare dopo metà agosto.
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
1 ora
Niente Rabadan nel 2022
Lo ha deciso ieri sera il Comitato, prendendo atto della «preoccupante evoluzione della situazione pandemica»
CANTONE
2 ore
In Ticino 160 nuovi contagi e altre cinque classi in quarantena
Negli ospedali ticinesi si contano attualmente 64 pazienti Covid, di cui otto in cure intense
RIAZZINO
15 ore
Il Vanilla si ferma dopo appena due mesi
La discoteca più grande della Svizzera abbassa di nuovo la serranda. La causa è sempre la stessa
LUGANO
19 ore
«Sempre più solo, così il prete cede al sesso»
Torna d'attualità il celibato obbligatorio tra i sacerdoti cattolici. Il teologo Alberto Bondolfi lo abolirebbe.
CANTONE
20 ore
Con la mascherina già dalla quarta elementare
Il Consiglio di Stato ha comunicato ai Comuni di voler introdurre la misura a partire da lunedì.
CANTONE
22 ore
Test ripetuti nelle scuole? «I laboratori sarebbero in difficoltà»
Ecco il parere ticinese sulle misure anti-coronavirus che il Consiglio federale ha messo in consultazione
LUGANO
23 ore
Ex Macello, di nuovo interrogata Karin Valenzano Rossi
La municipale ha risposto oggi alle domande dell'avvocato degli autogestiti Costantino Castelli.
CANTONE
1 gior
Le quarantene di classe salgono ancora: ce ne sono altre 12
Anche il Ticino deve fare i conti con la quinta ondata. Mai così tanti casi giornalieri dal 6 gennaio scorso a oggi.
CANTONE
1 gior
Scatta Prevena 2021: ecco come prevenire furti e borseggi
I consigli della polizia per le festività. Prevista la presenza accresciuta di agenti su tutto il territorio
LUGANO
1 gior
L'Orto a scuola, perché solo con loro il futuro sarà più green
Alle scuole elementari di Besso ha preso avvio un innovativo progetto di "Permacultura".
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile