Tipress
BERNA / CANTONE
11.12.20 - 13:110
Aggiornamento : 15:03

Mario Timbal nuovo direttore della RSI

Entrerà in carica a inizio 2021. A convincere sono state la sua «sensibilità» per la cultura e la sua rete di contatti

Il 43enne locarnese: «Sono felice di rientrare in Ticino per assumere la direzione della RSI. Mi riesce difficile immaginare un compito più motivante».

BERNA / LUGANO - Nella sua seduta odierna il Consiglio d'amministrazione della SSR ha nominato Mario Timbal nuovo direttore della RSI. La decisione è stata presa su proposta del Comitato del Consiglio regionale della Società cooperativa per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (CORSI). Succede a Maurizio Canetta, in carica dal 2014.

Nato in Ticino nel 1977, l'ex direttore operativo del Locarno Film Festival e attuale direttore operativo di una fondazione culturale ad Arles, in Francia, assumerà la sua nuova funzione alla RSI nei primi mesi del 2021, fa sapere la RSI in un comunicato. «A convincere i membri della CORSI durante la procedura di nomina sono state la sensibilità di Mario Timbal per la dimensione culturale della Svizzera italiana e la sua vasta rete di contatti nel mondo della cultura e dei media», aggiunge. 

«Fino all'ultimo la CORSI ha avuto l'imbarazzo della scelta di fronte a una rosa di candidati molto qualificati. Ma sono sicuro che la scelta effettuata sia ottima e mi rallegro fin da ora della collaborazione con Mario Timbal alla RSI, anche nella mia veste di membro del Consiglio d'amministrazione della SSR», dichiara il presidente della CORSI, Luigi Pedrazzini, citato nella nota. «Le sue esperienze manageriali in ambito culturale, le sue competenze sociali e il suo intuito per le esigenze della Svizzera italiana saranno molto utili in questa fase di trasformazione della SSR e quindi anche della RSI», assicura dal canto suo il direttore generale della SSR, Gilles Marchand. 

Nato a Locarno, al termine dei suoi studi in lettere a Losanna Mario Timbal ha lavorato come giornalista presso il Corriere del Ticino dal 2005 al 2007. Fino al 2009 è stato poi Business Development Manager presso il marchio di biciclette Cannondale e dal 2009 ha ricoperto diverse funzioni per il Locarno Film Festival, da responsabile del marketing e delle sponsorizzazioni a direttore operativo dal 2013 al 2017. Nel 2017 ha assunto la direzione operativa della fondazione culturale Luma ad Arles, nel sud della Francia. È sposato e padre di due figli.

«Sono felice di rientrare in Ticino per assumere la direzione della RSI - afferma il futuro direttore della radiotelevisione svizzera di lingua italiana -. Mi riesce difficile immaginare un compito più motivante del contributo al rafforzamento del servizio pubblico e della guida della RSI in questa fase di trasformazione verso la transmedialità, seppure io sia consapevole delle grandi sfide che ne derivano».

In un'ottica di parità di genere, in questi giorni ha fatto discutere il fatto che non sia stata scelta una donna per guidare la RSI. A tal proposito, il presidente della CORSI, Luigi Pedrazzini, ha sottolineato che Timbal ha «a cuore» le pari opportunità: «Tengo a dire che il Comitato CORSI ha tematizzato la problematica della parità di genere e ha posto ai candidati precise domande su questo aspetto, ottenendo da Timbal risposte convincenti e la conferma che nella sua esperienza professionale ha sempre avuto a cuore questa problematica - ha affermato -. Ci è sembrato in grado di ben implementare e sviluppare questa cultura del rispetto di genere anche alla RSI».

Al contrario di una delle principali candidate di genere femminile, Milena Folletti, a colpire, in Timbal, sarebbe stato del resto il fatto che sia un esterno: «Ha inoltre favorevolmente colpito il fatto che sappia coniugare una forte cultura del servizio pubblico con un’esperienza fuori dalla SSR - ha dichiarato Pedrazzini -. È portatore di uno sguardo esterno sulla RSI e questo gioca a suo favore». 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 10 mesi fa su tio
Complimenti e AUGURI, cerchi di far pulizia nelle righe, grazie
cle72 10 mesi fa su tio
Ha a cuore le pari opportunità... Già definirle pari opportunità a mio parere è ammettere una differenza a priori. Non esistono pari opportunità, ma solo opportunità. Ieri durante l'intervista sulla questione degli abusi ha glissato, vero i panni sporchi si lavano in casa... Ma sinceramente non mi convince...auguri
Capra 10 mesi fa su tio
Boh
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 ore
Pareggio dei conti entro il 2025, vince (di poco) la destra
Un Gran Consiglio spaccato in due ha approvato di misura l'iniziativa di Sergio Morisoli.
CANTONE
9 ore
Quella fattura piena che delude alcuni esercenti
Tasse sulla vendita di alcolici e per il promovimento turistico: niente sconti pandemici nel 2021. E c'è chi si sfoga.
Lugano
11 ore
Dalla Corea con clamore, ma non è pericolosa quanto la zanzara tigre
Per la senior researcher all'Istituto di microbiologia Supsi, Eleonora Flacio, «non comporta alcun problema»
CANTONE
14 ore
Milioni di aiuti per gli impianti di risalita
Approvato quasi all'unanimità il credito di 5,6 milioni per Airolo, Bosco Gurin, Campo Blenio, Carì e Nara.
MENDRISIO
16 ore
Ligornetto: «Una vignetta per i momò»
Per il gruppo Lega-Udc-Udf i residenti di Mendrisio devono essere esentati dal blocco del traffico
BELLINZONA
17 ore
«Non toccate le settimane bianche»
A Bellinzona l'Unità della sinistra chiede al Municipio di fare dietrofront sull'abolizione della proposta fuori sede
CANTONE
19 ore
Coronavirus in Ticino: 18 positivi e ricoverati stabili
Nelle strutture ospedaliere rimangono 7 le persone affette dalla malattia.
BELLINZONA
20 ore
Li richiami e il loro numero "non esiste"
Telefonate che arrivano da normalissimi 079, 078 o 076. Boom di recapiti "fantasma". Cosa c'è dietro?
CANTONE / GINEVRA
23 ore
Vegana in ospedale: «Mi hanno portato dal salmone alla polenta col formaggio»
Un'esperienza da dimenticare quella di P., ricoverata per quattro giorni a Ginevra.
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
Merlot ticinesi sugli scudi al Grand Prix du Vin Suisse
Nella categoria legata a questo vitigno si sono imposti il Quattromani 2018 davanti alla Tenuta San Rocco - Porza 2018.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile