Ti Press (archivio)
A sinistra Alessandro e Luigi Fontana (proprietari del Mulino), a destra Jean Claude Binaghi (sindaco di Maroggia)
MAROGGIA
25.11.20 - 09:530

«Speriamo trovino la forza per ripartire»

Il Municipio di Maroggia ha voluto esprimere vicinanza ai proprietari del mulino distrutto dalle fiamme.

La speranza è che l'attività possa riprendere «per ridare al Comune uno dei suoi simboli più significativi».

MAROGGIA - Il devastante rogo che ha distrutto il Mulino di Maroggia ha toccato in modo profondo l’intera comunità locale. Lo spaventoso scenario di fuoco e di fumo non ha solo distrutto l’imponente edificio che ha caratterizzato la qualità dell’intero comparto urbanistico del comune, «ma ha pure toccato in modo profondo e commovente il senso di identità e della storia di Maroggia che il Mulino ha concorso a scrivere in modo peraltro indelebile».

Per questo motivo, il Municipio ha voluto esprimere pubblicamente la sua vicinanza ai proprietari (Alessandro e Luigi Fontana), confidando che grazie alle loro notevoli, riconosciute e apprezzate caratteristiche imprenditoriali, trovino la forza e la collaborazione necessaria per riprendere l’attività e contestualmente ridare al Comune uno dei suoi simboli più significativi di preziosa operatività.

Nel contempo, l'Esecutivo tiene a ringraziare tutte le persone che fanno parte degli Enti di pronto intervento, le quali si sono costantemente impegnate nel domare l’incendio e nel garantire la sicurezza alle persone e alle abitazioni vicine.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
8 ore
«Ambasciatrice del Ticino? Un sogno che si avvera»
Michelle Hunziker ha visitato Bellinzona, Lugano, Ascona e il Mendrisiotto
CANTONE
13 ore
«Che emozione girare per le strade di Lugano»
Ultima tappa del tour svizzero della testimonial dell'ente turistico nazionale
CANTONE
15 ore
Dal Covid-19 alla parità di genere: le sfide del cinema svizzero
L'intervento del ministro della cultura Alain Berset nell'ambito del Locarno Film Festival
CANTONE
16 ore
Altri 31 contagi e un ricoverato in più
Le strutture sanitarie cantonali accolgono undici pazienti.
CANTONE / SVIZZERA
17 ore
Aumentano ancora i frontalieri
A fine giugno, in Ticino i lavoratori provenienti dall'Italia erano 71'586.
LUGANO
19 ore
Pericolo di piena per il Ceresio
L'allerta di livello 3 (pericolo marcato) resterà in vigore fino alle 12 di domani
CANTONE
19 ore
«Il settore turistico deve osare di più»
Anche quest'anno gli alberghi ticinesi stanno facendo il pieno di ospiti, registrando un +27,4% rispetto al 2019
LOCARNO
1 gior
Excellence Award a Laetitia Casta: «Se un film lo scegli con il cuore, non puoi sbagliare»
L'attrice è stata premiata nel corso della serata di apertura della 74a edizione del Locarno Film Festival.
LOCARNO
1 gior
Berset apre il Locarno Film Festival
«Questa estate il cinema contribuirà a eliminare la pandemia dalla superficie dei nostri pensieri».
CANTONE
1 gior
«È diventata la pandemia dei non vaccinati»
I primi dodicenni sono stati vaccinati anche in Ticino. Ma serve farlo? Lo abbiamo chiesto all’esperto Alessandro Diana.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile