Archivio Tipress
CANTONE
18.11.20 - 14:470

Tre comuni per l'aggregazione della Val Mara

Il Cantone ha deciso di proseguire il progetto senza Arogno, dove la proposta era stata bocciata

BELLINZONA - Tre sì e un no. Era questo il risultato della votazione consultiva, lo scorso 18 ottobre, sul progetto di aggregazione della Val Mara. Un progetto che era stato accolto con chiare maggioranze nei comuni di Melano (67%), Maroggia e Rovio (63%). Ma era stato respinto ad Arogno (53% di no). Nel complesso la maggioranza favorevole nei quattro comuni era del 59%.

Nei giorni successivi la votazione, le autorità cantonali hanno pertanto valutato quale fosse la strada migliore da seguire. Le possibilità erano di proseguire l'aggregazione limitatamente ai tre comuni favorevoli o in alternativa l'attuazione completa, con l'inclusione di Arogno in via coatta.

Il Governo ha infine deciso di optare per la prima possibilità: «In linea con la politica aggregativa cantonale proposta nel Piano cantonale delle aggregazioni (PCA) e ritenuto che per Arogno l’aggregazione costituisce al momento più un’opportunità che una necessità, il Governo ha deciso di orientare la propria proposta verso l’aggregazione di Maroggia, Melano e Rovio, con l’esclusione di Arogno, nel nuovo Comune di “Val Mara”, denominazione che ha raccolto maggiori preferenze rispetto all’alternativa di “Basso Ceresio”» si legge in una nota odierna.

Questa aggregazione a tre comuni - fa ancora sapere il Cantone - risulta conforme alle condizioni poste dalla Legge sulle aggregazioni e separazioni dei Comuni (LAggr), in quanto manifestamente coerente dal profilo territoriale, nonché in grado di rispondere alle aspettative presentate alla popolazione prima della votazione. Inoltre, non risente di alcun pregiudizio finanziario dall’assenza di Arogno e potrebbe avviarsi in un clima verosimilmente meno laborioso che con un’inclusione forzata, auspicata da una parte ma che la maggioranza non sembra ritenere al momento interessante.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
36 min
La ristorazione torna a chiedere più indennizzi
«Non sono più sufficienti per salvare imprenditori, aziende, posti di lavoro e il futuro di centinaia di famiglie»
CANTONE
36 min
Un altro decesso, i casi sono 62
Nelle ultime 24 ore dieci persone sono state ricoverate in ospedale, mentre otto lo hanno abbandonato.
CANTONE
40 min
Un weekend sopra i 20 gradi (prima della pioggia)
Il primo fine settimana con le terrazze aperte sarà caldo e soleggiato
CANTONE / CONFINE
3 ore
In dogana: «Ho 40'000 euro». Ma ne aveva il doppio
L'imprenditore svizzero è stato fermato al valico di Chiasso-Brogeda nelle scorse ore
CANTONE
4 ore
La selvaggina azzannata dai cani
È successo pochi giorni fa nel Sopraceneri. Ma accade «ancora troppo spesso»
AGNO
4 ore
«Ho scoperto la bellezza della vita dietro a un grande dolore»
Una donna che perde il padre di 57 anni, nonno del suo unico figlio.
CANTONE
4 ore
«Ho due avversari: malattia rara e cassa malati»
Il caso di Alessandra scoperchia il problema delle terapie che possono dare un sollievo, ma non sono rimborsate
LUGANO
15 ore
A "villa Lombardi" c'era un po' di gente
Più di 15 invitati alla festa per l'elezione del neo-municipale PPD a Lugano. È stato un assembramento?
LUGANO
16 ore
Un insediamento diverso per il Municipio
I sette municipali di Lugano hanno giurato fedeltà alla Costituzione e alle Leggi in diretta streaming.
VERNATE
17 ore
Il nuovo Municipio giura e pure Cossi giura... vendetta
L'ex sindaco si dice pronto a battagliare con una nuova lista, il "Partito del Fare e delle Donne": «Faremo 5 su 5»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile