Tipress (archivio)
BELLINZONA
12.11.20 - 16:220
Aggiornamento : 25.11.20 - 13:03

Il coronavirus entra in un reparto del San Giovanni

Sette pazienti e nove dipendenti di Medicina 2 sono risultati positivi al tampone.

Il portavoce dell'EOC Mariano Masserini: «Tutte le persone coinvolte hanno potuto usufruire degli approfondimenti e delle cure necessarie. Attualmente si sta procedendo alla sanificazione dell’intero reparto».

BELLINZONA - Un focolaio di Covid-19 è stato ravvisato negli ultimi due giorni nel reparto di Medicina 2 dell’Ospedale San Giovanni di Bellinzona. Stando a nostre informazioni sono più di una quindicina i casi di coronavirus accertati. Un numero, questo, che ci viene confermato dal portavoce dell'Ente Ospedaliero Cantonale Mariano Masserini. «Il contagio - precisa - ha coinvolto sette pazienti ricoverati e nove collaboratori».

Analisi ambientale - Il primo campanello d’allarme era suonato negli scorsi giorni quando una persona ha iniziato a manifestare alcuni sintomi sospetti. L'EOC ha quindi deciso di correre subito ai ripari. «Abbiamo avvisato tutti i pazienti coinvolti e le loro famiglie e abbiamo avviato un’indagine ambientale per rilevare gli eventuali contatti a rischio e le modalità del contagio», sottolinea il portavoce, aggiungendo che sono pure stati eseguiti i «necessari test di depistaggio».

Visite sospese - L'Ente ha pure deciso, come ulteriore misura precauzionale, di sospendere momentaneamente la possibilità di visita ai pazienti ricoverati. «Tutte le persone coinvolte hanno potuto usufruire degli approfondimenti e delle cure necessarie», rassicura Masserini. «Attualmente si sta procedendo alla sanificazione dell’intero reparto».

I protocolli - L'entrata del coronavirus in un ospedale è naturalmente una brutta notizia per l'Ente, che aveva predisposto un protocollo ad hoc per evitare che questo accadesse. «All'interno dell'EOC - ci spiega il portavoce - sono in vigore misure specifiche di protezione, quali la mascherina chirurgica obbligatoria, la corretta igiene delle mani, il triage per pazienti e visitatori, il distanziamento sociale laddove possibile, la continua sensibilizzazione del personale e dei pazienti».

Il rischio zero non esiste - Ma purtroppo il virus è riuscito comunque a penetrare all'interno del San Giovanni. «In un contesto in cui le infezioni tra la popolazione sono in aumento, non è possibile escludere a priori il rischio di contagio anche all’interno di una struttura ospedaliera», sottolinea il portavoce, facendo infine chiarezza anche per quanto riguarda i tamponi. «I test sono sempre effettuati in presenza di sintomi anche minori o di nozione di contatto a rischio come da indicazioni federali», conclude. «La diagnosi nei pazienti asintomatici è limitata a determinate categorie ad alto rischio». Una strategia questa che l'EOC rivaluta e adatta regolarmente in funzione dell’evoluzione dell'epidemia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MENDRISIO
11 min
Si getta ancora la spugna, niente Fiera di San Martino
La tradizionale fiera di novembre non avrà luogo per il secondo anno di fila: «Decisione sofferta, ma obbligata»
LUGANO
1 ora
Oltre 7'200 veicoli controllati durante "Bimbi sicuri"
La maggioranza degli utenti della strada si comporta con prudenza, ma c'è qualche eccezione...
LUGANO
4 ore
Arresto "da film" sul lungolago: erano due truffatori
Le due persone fermate giovedì scorso sono sospettate di aver tentato una truffa di tipo "rip-deal".
CANTONE
6 ore
Un weekend con 38 contagi
Le strutture sanitarie accolgono 18 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
6 ore
Smaltire i rifiuti costerà meno
Dal primo gennaio 2022 il Cantone ha previsto una riduzione di dieci franchi per ogni tonnellata smaltita dai Comuni.
LUGANO
10 ore
Sempre più studenti ammassati sui bus
Grossi problemi su alcune linee. In particolare al mattino tra le 7.30 e le 8.15. La TPL cerca di correre ai ripari.
FOTO
CANTONE
10 ore
Fare del tempo libero un lavoro: alla Supsi si può
Il Bachelor in Leisure Management è un unicum in Svizzera. Ne abbiamo parlato con il responsabile Alessandro Siviero.
AUSTRIA
19 ore
Il vetraio Luca si porta a casa il bronzo
Una competizione memorabile per la Nazionale Svizzera delle professioni, che ha ottenuto 14 medaglie
CANTONE
20 ore
«C'è chi ha chiesto di entrare senza certificato, né mascherina»
Alle lamentele di alcuni familiari, che segnalano incongruenze nelle nuove normative, risponde il direttore di LIS.
CANTONE
23 ore
Guasto sulla linea e i treni vanno in tilt
Disagi importanti per chi oggi pomeriggio viaggia su rotaia con ritardi che continuano a protrarsi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile