tipress
CANTONE
01.11.20 - 10:000

La maestra ha il Covid, è un segreto?

Il caso di un asilo del Sottoceneri potrebbe "fare scuola". Le spiegazioni del Decs

BELLINZONA - Il caso di una maestra positiva al Covid ha creato scompiglio in una scuola d'infanzia del Sottoceneri. La positività della maestra - sostituita da una supplente senza spiegazioni - è stata trattata in modo riservato dal Decs e dalla direzione della scuola. Cosa che ha fatto imbestialire diversi genitori. 

«È semplicemente assente». È la risposta che le famiglie avrebbero ricevuto dall'istituto, a quanto riferisce il Caffè nella sua edizione odierna. Nessuna comunicazione in merito è stata emanata dal Decs. Sarebbe stata la stessa docente, confidandosi con una mamma, a confermare i sospetti. 

E così è scoppiata la polemica. La notizia ha fatto il giro del paese, e il Decs ha dovuto precisare - in una comunicazione del 26 ottobre - che il caso specifico non implica un obbligo di quarantena. «Chi non è stato contattato direttamente dall’autorità sanitaria non è tenuto a mettersi in isolamento o in quarantena e prosegue pertanto normalmente l’attività scolastica in presenza» si legge nel documento. 

È l'ufficio del medico cantonale a stabilire le misure necessarie. Le direzioni scolastiche - precisa il Decs - non vengono informate d'ufficio. In assenza di comunicazioni dal Dss, i docenti assenti per positività o quarantena «vanno considerati come casi singoli, e l'attività scolastica pertanto prosegue normalmente». Nella scuola in questione, però, d'un tratto i bambini presenti sono dimezzati, per precauzione delle famiglie, riferisce il domenicale. 

TOP NEWS Ticino
AIROLO
1 ora
Qui comincia il secondo Gottardo
Sono iniziati i lavori al tunnel autostradale tra Airolo e Göschenen. Ecco la road-map
BELLINZONA
6 ore
Migliaia di api uccise: «Cattiveria e stupidità non hanno limiti»
Il fatto è accaduto sui Monti di Marno, sopra a Carasso. L'apicoltore: «Sporgerò denuncia, ma non mollo e vado avanti».
CANTONE
15 ore
Tre condanne per gli scontri alla Valascia
Due ticinesi e un vodese si sono visto comminare una pena pecuniaria per i fatti avvenuti il 14 gennaio del 2018.
LUGANO
18 ore
Un testamento da 16 milioni, ma per il Tf è carta straccia
Dopo una battaglia durata decenni il Tribunale federale respinge un documento datato 1936 ritrovato in un cassetto
LOCARNO
20 ore
Festino alle medie, il docente licenziato ricorre al Tram
La decisione dell'ex insegnante di storia e italiano è stata comunicata dal suo legale, l'avvocato Carlo Borradori.
CANTONE
21 ore
Raddoppiano gli aiuti Ponte Covid
Da giugno l'importo massimo del primo richiedente sarà aumentato a 2'000 franchi.
LUGANO
22 ore
Giovane ammanettato al Maghetti, due agenti sotto accusa
Nei confronti di due poliziotti della Città di Lugano sono state proposte condanne a pene pecuniarie e multe.
FOTO
LUGANO
23 ore
Cristiano Ronaldo a Lugano in segreto
L'attaccante della Juventus sulle rive del Ceresio per uno spot. Non è passato inosservato.
CANTONE
1 gior
Sono 60 i nuovi positivi in Ticino, ma nessun decesso
Nei nosocomi ticinesi si contano attualmente 5 ammissioni e 5 dimissioni.
CANTONE
1 gior
Traffico e spaccio di cocaina, maxi operazione nelle Tre Valli
Partita nel 2018, l'inchiesta ha portato all'arresto di cinque persone e alla denuncia di una cinquantina di consumatori
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile