Archivio Tipress
CANTONE / GERMANIA
22.10.20 - 22:200
Aggiornamento : 23.10.20 - 07:01

La Svizzera sulla “lista nera” tedesca: «Fosse capitato a luglio...»

C'è delusione ma non preoccupazione da parte del presidente di HotellerieSuisse Ticino per la misura della Germania

Pianezzi: «Si rovina un po' il nostro sogno di sviluppare il potenziale turistico invernale, ma confidiamo ancora negli svizzero tedeschi e nei romandi»

LUGANO - «Si rovina un po' il nostro sogno di sviluppare il potenziale turistico invernale del nostro cantone». C'è un po' di delusione nelle parole di Lorenzo Pianezzi, presidente di HotellerieSuisse Ticino, a seguito della decisione delle autorità tedesche di considerare tutta la Svizzera come una zona a rischio. A partire dal prossimo sabato, 24 ottobre, chi entra in Germania dopo un soggiorno nel nostro paese deve mettersi in quarantena per quattordici giorni. Questo vale quindi anche per un turista tedesco che rientra dal Ticino.

Certo, ci troviamo ormai nella seconda metà di ottobre. E guardando agli anni passati, osserva ancora Pianezzi, si tratta ora di un periodo in cui in genere il visitatore proveniente dalla Germania è molto meno presente. «Ma c'è del potenziale da mettere in gioco per l'inverno: anche sulla base della situazione epidemiologica, confidiamo ancora sulla presenza degli svizzero tedeschi e dei romandi». I prossimi mesi - lo dice ancora PIanezzi - «potrebbero riservarci delle sorprese, considerando la difficoltà di viaggiare all'estero».

Fosse capitato a luglio... - Tuttavia, per il provvedimento adottato dalla Germania, il presidente di HotellerieSuisse non si mostra particolarmente preoccupato. «Se fosse capitato a luglio, sarebbe stato diverso». Ma ora il settore è comunque già confrontato, in generale, con una brusca frenata delle prenotazioni. E non soltanto a causa dell'andamento della pandemia, ma anche della situazione meteorologica, osserva Pianezzi.

La decisione - La decisione tedesca - determinata dal superamento del limite di cinquanta nuovi contagi per centomila abitanti negli ultimi sette giorni - non riguarda comunque soltanto la Svizzera. L'Istituto Roberto Koch ha infatti segnalato anche gran parte dell'Austria, come pure Polonia, Irlanda e parte dell'Italia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
2 ore
Il personal shopper si sposta on line e ti veste sui social
Reinventarsi in un mestiere tradizionale attraverso la tecnologia. Una sfida vinta durante la pandemia
LUGANO
5 ore
Scarcerato don Chiappini
Il giudice dei provvedimenti coercitivi non ha convalidato il fermo. Il sacerdote torna a piede libero
FOTO E VIDEO
MAROGGIA
7 ore
Enorme incendio al Mulino Maroggia, ci sono intossicati
Pompieri e Polizia sono sul posto, ma il loro intervento è reso difficile dalla "forza" del rogo.
CANTONE
8 ore
Messaggi di Ermani: «Non luogo a procedere»
Per il Procuratore generale sostituto la segnalazione di Pronzini non ha aggiunto nulla a quanto già di dominio pubblico
CANTONE
9 ore
Da Bedano a Balerna altri contagi in casa anziani
Piccolo focolaio in un reparto della Stella Maris. Cinque residenti isolati al quarto piano. Altri casi a Ca' Rezzonico
TAVERNE
10 ore
Incidente in A2, disagi
Tra Taverne e il monte Ceneri si segnala un sinistro in direzione nord
CANTONE
10 ore
Lockdown 2: cineasti ticinesi fatevi avanti
«Mai prima di questa primavera era stato realizzato un progetto a livello nazionale in così poco tempo»
FOTO
BELLINZONA
13 ore
Le rotonde di Camorino sono (infine) pronte
Dopo mesi di cantiere e qualche polemica, le nuove rotatorie sono entrate in servizio negli scorsi giorni.
CANTONE
15 ore
Altri 140 casi e 5 nuovi decessi in Ticino
Nelle ultime 24 ore 23 persone sono state ricoverate in ospedale, mentre 11 lo hanno lasciato.
CANTONE
18 ore
I ticinesi che portano le bollette alla Caritas
L'associazione benefica ha ricevuto oltre 700 richieste d'aiuto in più da marzo. Ecco chi sono i nuovi poveri del Covid
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile