Ti-Press (Pablo Gianinazzi)
LUGANO
17.10.20 - 17:000
Aggiornamento : 18.10.20 - 17:18

«Il pronto soccorso deve riaprire»

Un presidio, questo pomeriggio a Viganello, ha rilanciato le richieste della petizione

La struttura è chiusa dallo scorso 9 marzo. Il Movimento per il socialismo aveva già sollecitato il Consiglio di Stato sul tema lo scorso mese.

VIGANELLO - «Giù le mani dagli ospedali». È lo slogan che campeggia sullo striscione esposto oggi pomeriggio all'entrata del pronto soccorso dell'Ospedale Italiano di Lugano, in occasione del presidio promosso dal Movimento per socialismo, che poco più di un mese fa aveva già presentato un atto parlamentare sul tema.

Nelle scorse settimane è stata lanciata una petizione per chiedere la riapertura (24 ore su 24) della struttura che, lo ricordiamo, è chiusa dallo scorso 9 marzo. Una decisione a suo tempo motivata dal Governo ticinese con l'obiettivo di concentrare le forze in campo per affrontare la fase acuta della pandemia, che sarebbe seguita a breve.

Interpellando il Consiglio di Stato, i deputati dell'Mps avevano chiesto di fare luce sulle motivazioni della mancata apertura - al contrario di quanto avvenuto invece a Faido e Acquarossa -, considerando in particolare che la struttura di Viganello serve «una delle zone più densamente popolate del Ticino».

Ti-Press (Pablo Gianinazzi)
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
3 ore
«Le ragazze non sono tornate»
Da qualche mese i locali a luci rosse dovrebbero aver ripreso l'attività a pieno regime. Ma così non è.
MAROGGIA
15 ore
I segreti delle impronte digitali
Perché tanta gente comune è attratta da questo tema? Lo spiega Federica Keller, esperta in analisi delle mani.
CANTONE
16 ore
Quei nomi che mettono “a rischio” la reputazione della Supsi
Vanno e vengono tra la Supsi e la tanto discussa Fidinam coinvolta nei Pandora Papers
FOTO
MASSAGNO
17 ore
Svelato il nuovo look del Lux
Da domani il cinema di Massagno sarà nuovamente aperto al pubblico dopo la ristrutturazione.
MENDRISIO
20 ore
Sfonda la vetrina con il Suv
Incidente questa mattina davanti alla stazione di Mendrisio. Un brutto spavento, ma nessun ferito
CONFINE
22 ore
Turisti del tampone, oltre frontiera per risparmiare
In Germania costa 14 euro, in Italia 15. Ma c'è chi per i ticinesi rialza il prezzo anche del 60 per cento
CANTONE
23 ore
Covid, i pazienti in cure intense salgono a due
I ricoverati a causa del virus restano nove.
CANTONE
23 ore
Meno auto, moto, bus e treni (ma più biciclette)
Il Dipartimento del territorio ha pubblicato oggi il rapporto "La mobilità in Ticino nel 2020".
LOCARNO
1 gior
«Volevo aiutare i "piccoli" a sopravvivere»
Economia e Covid: ecco come e perché Katia Roncoroni, 50enne di Losone, si è reinventata influencer marketing.
CANTONE
1 gior
Meno di 30 anni e già con il fegato compromesso
La pandemia ha acutizzato le dipendenze da alcol, che possono sfociare in gravi problemi di salute.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile