Keystone
CANTONE
07.10.20 - 18:470

Modifiche della Legge: albergatori e ristoratori non ci stanno

Lanciata una petizione per agire maggiormente sulla LEAR (Legge sugli esercizi alberghieri e la ristorazione)

Secondo i promotori, il Governo dovrebbe snellire la LEAR, in aiuto alla categoria in difficoltà a causa del Covid-19

BELLINZONA - In Gran Consiglio si sta lavorando sulle modifiche della Legge sugli esercizi alberghieri e sulla ristorazione (LEAR).

Le discussioni attuali però non soddisfano tutti, e un gruppo di esercenti e ristoratori del Canton Ticino ha lanciato una petizione: "Revisione della LEAR: il Ticino come i Grigioni!".

Gli attuali cambiamenti proposti dal Governo «sono minimi e non rispondono adeguatamente alle necessità della nostra categoria», sostengono i promotori, che vorrebbero invece agire su due strade: «sburocratizzare» e snellire la LEAR, dando maggior fiducia al settore e sostenendolo nella ripresa dopo le difficoltà legate al Covid-19, e «abolire la costosa e poco utile patente di gerente».

Infatti, per gli esercenti, la LEAR è «una legge severa che in nessun altro Cantone è così draconiana», e che limita in maniera eccessiva la libertà imprenditoriale, mettendo gli esercenti ticinesi in svantaggio rispetto alla concorrenza estera o di altri Cantoni.

Al centro del dibattito la figura del gerente: «Il Ticino è uno dei pochi Cantoni a prevedere degli esami cantonali per la gerenza di un locale pubblico», spiegano i proponenti della petizione, «ma gerente non significa qualità, e un simile onere penalizza sia gli esercenti che i consumatori».

Un esempio pratico: «Si pensi che oggi, in Ticino, per aprire un locale è necessario seguire la scuola esercenti e sottoporsi all’esame cantonale: una procedura che implica costi per almeno 10mila franchi, oltre ad una perdita di guadagno pari a circa 3 mesi lavorativi».

Gli esercenti mettono poi l'accento sull'importanza del settore per l'economia ticinese, e le difficoltà di garantire lo stipendio ai migliaia di dipendenti. «Se da un lato la recessione economica e la minor disponibilità di spesa dei cittadini ha ridotto drasticamente le potenziali entrate, dall’altro lo Stato non aiuta di certo» affermano i promotori.

L'obiettivo finale della petizione è di far conoscere le reali aspettative della categoria, per muoversi a favore della variante di una nuova regolamentazione più snella e meno burocratica.

I promotori invitano infine i colleghi a sottoscrivere la petizione, e di contattare per qualsiasi dubbio o domanda l’indirizzo petizione.lear@gmail.com.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
MrBlack 1 anno fa su tio
Chissà perché chiedono di abolirla..ah già con il confine così vicino farebbe comodo per sostituire anche i gerenti....bene avanti così...
tip75 1 anno fa su tio
rimettete il numero chiuso per paese è l economia ripartirà, e la patente e’ il minimo del requisito
tip75 1 anno fa su tio
ahahhaha ma va già che ci siamo abolite anche la patente per le auto...
seo56 1 anno fa su tio
Sarebbe ora
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
51 min
Ticinesi pazzi per la sella: «Ne vendiamo tre tonnellate al mese»
La sella di capriolo è uno dei piatti maggiormente in voga in questo periodo dell’anno. E i numeri lo confermano.
TENERO
2 ore
In spiaggia anche in inverno
Ripartire da una disavventura? Capita al bagno pubblico, colpito pesantemente dal maltempo lo scorso luglio.
LUGANO
5 ore
Tassisti aggrediti dal branco
Un pestaggio è avvenuto sabato notte in Via Pretorio: due persone sono rimaste lievemente ferite.
MENDRISIO
6 ore
Colpo di scena: Ligornetto riapre al traffico in transito
La misura non potrà essere attuata, fintanto che il TF non si sarà espresso sull'effetto sospensivo richiesto da Stabio
LOCARNO
7 ore
Un nuovo futuro per il Grand Hotel Locarno
L'edificio costruito fra il 1874 e il 1876 diverrà una moderna struttura alberghiera.
LUGANO
9 ore
«I contrari non hanno capito un tubo»
Il Municipio di Lugano dice la sua nella campagna sul Polo Sportivo. Sparando a zero sugli oppositori
CANTONE
11 ore
In Ticino altri 20 contagi
Aumentano leggermente i nuovi positivi. Il bollettino del medico cantonale
LUGANO
13 ore
Aeroplanini attorno al carcere
Gli appassionati di modellismo aereo entrano in "rotta di collisione" con la Stampa. È già successo un incidente
CONFINE
14 ore
Da Amsterdam a Milano con 5 kg di fumo
Un 57enne è stato fermato al valico di Brogeda grazie al fiuto del cane "Anima".
CANTONE
15 ore
«Duecento invitati, come un matrimonio etero»
A un mese dal referendum, in Ticino le coppie gay si preparano a un'estate di matrimoni. Ma servirà pazienza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile