Immobili
Veicoli
Keystone
CANTONE
07.10.20 - 18:470

Modifiche della Legge: albergatori e ristoratori non ci stanno

Lanciata una petizione per agire maggiormente sulla LEAR (Legge sugli esercizi alberghieri e la ristorazione)

Secondo i promotori, il Governo dovrebbe snellire la LEAR, in aiuto alla categoria in difficoltà a causa del Covid-19

BELLINZONA - In Gran Consiglio si sta lavorando sulle modifiche della Legge sugli esercizi alberghieri e sulla ristorazione (LEAR).

Le discussioni attuali però non soddisfano tutti, e un gruppo di esercenti e ristoratori del Canton Ticino ha lanciato una petizione: "Revisione della LEAR: il Ticino come i Grigioni!".

Gli attuali cambiamenti proposti dal Governo «sono minimi e non rispondono adeguatamente alle necessità della nostra categoria», sostengono i promotori, che vorrebbero invece agire su due strade: «sburocratizzare» e snellire la LEAR, dando maggior fiducia al settore e sostenendolo nella ripresa dopo le difficoltà legate al Covid-19, e «abolire la costosa e poco utile patente di gerente».

Infatti, per gli esercenti, la LEAR è «una legge severa che in nessun altro Cantone è così draconiana», e che limita in maniera eccessiva la libertà imprenditoriale, mettendo gli esercenti ticinesi in svantaggio rispetto alla concorrenza estera o di altri Cantoni.

Al centro del dibattito la figura del gerente: «Il Ticino è uno dei pochi Cantoni a prevedere degli esami cantonali per la gerenza di un locale pubblico», spiegano i proponenti della petizione, «ma gerente non significa qualità, e un simile onere penalizza sia gli esercenti che i consumatori».

Un esempio pratico: «Si pensi che oggi, in Ticino, per aprire un locale è necessario seguire la scuola esercenti e sottoporsi all’esame cantonale: una procedura che implica costi per almeno 10mila franchi, oltre ad una perdita di guadagno pari a circa 3 mesi lavorativi».

Gli esercenti mettono poi l'accento sull'importanza del settore per l'economia ticinese, e le difficoltà di garantire lo stipendio ai migliaia di dipendenti. «Se da un lato la recessione economica e la minor disponibilità di spesa dei cittadini ha ridotto drasticamente le potenziali entrate, dall’altro lo Stato non aiuta di certo» affermano i promotori.

L'obiettivo finale della petizione è di far conoscere le reali aspettative della categoria, per muoversi a favore della variante di una nuova regolamentazione più snella e meno burocratica.

I promotori invitano infine i colleghi a sottoscrivere la petizione, e di contattare per qualsiasi dubbio o domanda l’indirizzo petizione.lear@gmail.com.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
MrBlack 1 anno fa su tio
Chissà perché chiedono di abolirla..ah già con il confine così vicino farebbe comodo per sostituire anche i gerenti....bene avanti così...
tip75 1 anno fa su tio
rimettete il numero chiuso per paese è l economia ripartirà, e la patente e’ il minimo del requisito
tip75 1 anno fa su tio
ahahhaha ma va già che ci siamo abolite anche la patente per le auto...
seo56 1 anno fa su tio
Sarebbe ora
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
Due foreign fighters ticinesi, pentiti ma non troppo
Negli ultimi tre anni due ticinesi sono stati condannati per avere combattuto all'estero. Li abbiamo intervistati
CANTONE
7 ore
«Ma quindi casa tua è in affitto?», c'è una nuova truffa su WhatsApp
Che segue una analoga di poco meno di un anno fa. E il consiglio del Centro di cibersicurezza di Berna vale ancora
CANTONE
13 ore
Le api ticinesi stanno un po' meglio di quelle svizzere
I nostri apicoltori sono attualmente impegnati nel raccolto primaverile. «Il miele di quest'anno è di qualità».
FOTOGALLERY E MAPPA
CANTONE
14 ore
Da Breggia a Braggio: alla scoperta dei nostri mulini
Tredici in Ticino e uno in Calanca: ecco le strutture che apriranno le porte durante la Giornata Svizzera dei Mulini.
CANTONE/SVIZZERA
22 ore
San Gottardo preso d'assalto: 10 km di coda
Durante la notte la situazione si era calmata, ma in prima mattinata era già da bollino nero
CANTONE
1 gior
I frontalieri in telelavoro «vanno regolarizzati»
Un'interrogazione firmata Plr e Ppd chiede al Consiglio di Stato di attivarsi
CUGNASCO GERRA
1 gior
Dieci anni dopo, in memoria di Alan
Giubileo per la Birra Bozz. Il titolare Richy Bozzini porta avanti il sogno del fratello, morto di cancro alle ossa.
FOTOGALLERY
BEDRETTO
1 gior
Il Passo della Novena è uscito dal letargo invernale
La strada che collega Bedretto a Ulrichen è stata riaperta questa mattina alle nove.
CANTONE
2 gior
Ladri "elettrizzati" fanno incetta di bici (e di denunce)
Nei primi mesi del 2022 la Polizia cantonale ha ricevuto parecchie denunce per furti di biciclette.
LUGANO/BELLINZONA
2 gior
"Vestito nuovo" per l'escape in centro
Il progetto ticinese cresce e si espande. E dopo Zurigo arriva anche a Zugo e Lucerna
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile