tipress
CANTONE
06.10.20 - 15:120
Aggiornamento : 16:55

La Rsi taglia 34 impieghi

Brutte notizie per l'emittente di Comano: «Non sono esclusi licenziamenti»

Il sindacato svizzero dei mass media: «Ancora risparmi, il personale non ne può più».

COMANO - L'onda lunga del Covid colpisce duro, anche nel mondo dei media. Dopo i tagli annunciati dalla Ssr e dalla Srf, oggi è toccato alla Rsi annunciare al personale la brutta notizia. 

Nei prossimi quattro anni l'emittente di Comano deve risparmiare 8 milioni di franchi. Per farlo, ridurrà di 45 unità il proprio organico. Se 11 posizioni sono state già soppresse «con la normale fluttuazione del personale» altre 34 verranno tagliate nel prossimo futuro. «Non sono esclusi licenziamenti» si legge in un comunicato odierno.

L'azienda aveva già annunciato a febbraio il taglio di 12 unità, alla vigilia del lockdown. Il blocco del turnover è già scattato a partire da quest'anno, e per tutto l'anno prossimo, si legge nella nota. Per il biennio 2022-2023 «verrà adottato un sistema di sostituzione ridotta, nell'ordine del 50 per cento». 

La RSI dichiara che «affronterà tutte le misure di risparmio necessarie tutelando il proprio personale ed evitando, per quanto possibile, il ricorso a licenziamenti, favorendo la non rioccupazione dei posti vacanti, i pensionamenti anticipati e la riconversione professionale».

Il personale non ne può più - Immediata la reazione del sindacato SSM, che ha chiesto una nuova procedura di consultazione a livello nazionale e regionale. «Prendiamo atto con preoccupazione delle misure adottate» si legge in una nota. «Ancora una volta a pagare il prezzo più alto è il personale, a cui si chiede di produrre di più con meno mezzi». Il sindacato ricorda che dal 2016 l'emittente di Comano «ha già attuato la riduzione di 130 posti di lavoro».  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CADENAZZO
7 min
Due anni di lavori per 7 km di strada: «È inevitabile»
La strada cantonale tra Cadenazzo e lo svincolo di Rivera avrà un cantiere per 24 mesi.
CANTONE
5 ore
Altri 15 contagi in Ticino
Le strutture sanitarie accolgono 19 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
5 ore
Vaccinazione: un weekend dedicato agli adolescenti
Il primo fine settimana di ottobre verranno riaperti quattro centri cantonali.
RIAZZINO
6 ore
Al Vanilla si torna a ballare
Il reopening, a lungo rimandato a causa della pandemia, è previsto per il 9 ottobre prossimo.
LOCARNO
9 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
20 ore
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
22 ore
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
1 gior
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
CANTONE
1 gior
Fattacci fra Semine e Locarno, arrivano le prime sospensioni
Per far luce sull'accaduto è stata pure avviata un'inchiesta, il cui rapporto è atteso a inizio ottobre.
CANTONE
1 gior
In Ticino 36 contagi e un altro decesso
Le persone ospedalizzate a causa del coronavirus salgono a 16, sei delle quali in terapia intensiva.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile