Immobili
Veicoli
Ti-Press
BELLINZONA
25.09.20 - 08:020

«Lo avevo già deciso: ad aprile non mi ricandiderò»

Sorpassi milionari nella capitale. Lo sfogo del municipale Christian Paglia dopo la sua “crocifissione” pubblica.

L’ormai ex capo del Dicastero Opere pubbliche e ambiente spiega: «Ho sbagliato. Ma non mi va di essere ricordato come catastrofico».

BELLINZONA - «Ad aprile non sarò più in lista per il Municipio. È una decisione che avevo già maturato indipendentemente da questa situazione». A confermarlo ufficialmente è Christian Paglia, dopo la sua "crocifissione" pubblica. Il municipale bellinzonese mastica amaro in seguito alla presentazione dei due audit riguardanti i sorpassi di spesa di 5 milioni nel suo Dicastero (Opere pubbliche e ambiente). Fatali sono state le spese eccessive per i cantieri del Policentro della Morobbia a Pianezzo, dell’oratorio di Giubiasco e dello stadio Comunale. 

Gli hanno chiesto di non presentarsi – All’evento di mercoledì, a cui era presente anche la stampa, il 50enne era assente. Interpellato da Tio/20Minuti, spiega le sue ragioni. «La mia presenza in quel contesto è stata ritenuta inopportuna. Mi spiace chiudere la mia avventura politica essendo ricordato come "quello dei sorpassi milionari". Penso di avere fatto anche cose buone in quasi dieci anni da municipale, ho gestito un Dicastero grosso, tra i più operativi e che ha risentito in maniera intensa del processo successivo all'aggregazione. Abbiamo fatto investimenti per quasi 100 milioni di franchi, portando una ventata di modernità a varie strutture».

I motivi di un addio maturato col tempo – Il PPD nel frattempo ha chiesto apertamente le sue dimissioni. Lui, appellandosi alla sua buonafede, ha declinato l’invito, dopo avere preso atto a malincuore di non potere più guidare il suo Dicastero. «Resterò a disposizione come “semplice” municipale e come responsabile dei servizi urbani fino ad aprile. Poi lascerò il posto a qualcun altro. Professionalmente ho un compito dirigenziale alla Supsi. Il carico di lavoro è elevato. Non è più compatibile con l’attività politica. Ne avevo già discusso a lungo con i miei superiori». 

Non solo disastri – Non vuole fare polemiche, il 50enne. Ma alcuni sassolini dalle scarpe se li vuole togliere. «Io mi assumo tutte le mie responsabilità per gli errori commessi – ribadisce –. Non mi va, tuttavia, che si faccia sembrare una catastrofe tutto il mio operato. Non mi pare di avere fatto solo disastri. Dirigere un Dicastero del genere, in un contesto riorganizzativo generale e con la mole di investimenti che stavamo portando avanti, non è così evidente».

Altri scandali in vista? – Mentre il PLR, partito in cui milita Paglia, avvierà una riflessione per valutare l’impatto di questa situazione sul clima politico della Città, il Municipio, in base all’esito dei due audit che hanno messo in luce confusione e scarso spirito di iniziativa, dovrà rivalutare la propria organizzazione interna, in particolare in vista della prossima legislatura. Le voci circolano da tempo: altri municipali potrebbero essere rimessi in discussione.      

Il lato umano – Infine, una nota umana: gli errori di Paglia risalgono al periodo legato alla malattia e alla morte della figlia Monica, deceduta il 13 marzo del 2019 in seguito a un cancro. È vero che la vita privata non va mischiata con la politica. E che, in ogni caso, quanto commesso da Paglia è grave. Qualcuno, tuttavia, avrebbe potuto o dovuto precisare il contesto personale in cui questo padre, prima ancora che politico, si è trovato a operare.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
14 ore
1348 nuovi positivi e un decesso in Ticino
Sono 158 i pazienti ricoverati, 16 dei quali si trovano in cure intense
AIROLO
1 gior
Sorpasso nel tunnel del San Gottardo, automobilista condannato
Un cittadino degli Emirati Arabi è stato sanzionato per la manovra compiuta lo scorso 24 novembre
LUGANO
1 gior
Davide Enderlin a processo
L'ex consigliere comunale luganese è stato rinviato a giudizio e dovrà rispondere di illeciti per oltre 3 milioni
ARBEDO-CASTIONE
1 gior
Il Motel Castione affonda schiacciato dall'Iva
Negli scorsi giorni la società ha depositato i bilanci, oggi lo stop intimato dal Cantone
CANTONE
1 gior
Ecco i prossimi radar, molti nel Luganese
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 24 al 30 gennaio
CANTONE
1 gior
Mancata riscossione dell'IVA: «Non devono essere i conducenti a risarcirla»
L'invio di un complemento di fattura dopo circa cinque anni ha fatto storcere il naso a molti.
FOTO
LUGANO
1 gior
«Ringrazio tutto il personale sanitario»
Il presidente della Confederazione ha parlato con i medici e gli infermieri in prima linea nella lotta al Covid-19.
CANTONE
1 gior
«Bene gli applausi agli infermieri, ma diamogli anche 6'000 franchi»
L'MPS ha presentato una serie di emendamenti al Preventivo 2022 focalizzati su sanità, dumping e disoccupazione
LOCARNO
1 gior
Kursaal firma con un nuovo gestore. «Ma noi siamo ancora interessati»
Il Gruppo ACE, che attualmente gestisce la casa da gioco, non nasconde il proprio stupore: «Non sapevamo nulla»
CANTONE
1 gior
In lieve aumento i ricoveri (+5) e tre nuove vittime
I nuovi positivi al Covid registrati nelle ultime 24 ore sono 1421.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile