Ti Press
CANTONE / SVIZZERA
14.09.20 - 17:440

Processo Fifa, la difesa chiede il rinvio

L'avvocato dell'ex segretario generale Jérôme Valcke ha denunciato una collusione sistematica fra MPC e FIFA.

Domani mattina la Corte deciderà se dar seguito alla richiesta del legale, Patrick Hunziker

BELLINZONA - Si è aperto stamane a Bellinzona, davanti al Tribunale penale federale (TPF), il processo nei confronti dell'ex segretario generale della Federazione internazionale di calcio (FIFA) Jérôme Valcke, del presidente del Paris Saint-Germain Nasser Al-Khelaifi e di un uomo d'affari greco. I primi due si sono presentati in aula, mentre il terzo no. La difesa ha chiesto il rinvio, la Corte deciderà domani mattina.

L'avvocato di Valcke, Patrick Hunziker, ha formulato la sua richiesta denunciando una presunta collusione sistematica tra Ministero pubblico della Confederazione (MPC) e FIFA.

Il legale ha sottolineato in particolare la coincidenza di date tra il primo incontro tra l'ex procuratore generale della Confederazione Michael Lauber e il presidente della FIFA Gianni Infantino e la perquisizione della casa di Valcke. Ha inoltre citato una serie d'indizi che fanno pensare a un accordo tra l'MPC e la FIFA, che è parte civile nel presente procedimento.

Egli ha pure contestato la validità della denuncia sporta dalla FIFA, evocando la prescrizione. Contatti informali dal 2016 con l'MPC dimostrerebbero, a suo avviso, che la FIFA aveva sospetti molto prima d'intraprendere un'azione legale.

Il MPC ha da parte sua respinto sia le accuse della difesa e che le richieste di rinvio, di sospensione del procedimento o di stralcio delle prove. Ha sottolineato che tali domande non sono di competenza del tribunale o sono già state respinte dalle varie istanze.

Valcke è accusato di amministrazione infedele aggravata, falsità in documenti e corruzione passiva, il tutto ripetuto più volte. È sospettato di aver accettato indebiti vantaggi dagli altri due imputati in relazione all'assegnazione dei diritti televisivi per diversi campionati mondiali e altre competizioni FIFA.

A Nasser Al-Khelaifi viene contestata l'istigazione ad amministrazione infedele aggravata mentre al terzo imputato, l'uomo d'affari greco, corruzione attiva ripetuta. Quest'ultimo non si è presentato in aula e ha fatto pervenire certificati medici relativi a problemi cardiaci. Dopo aver sospeso l'udienza, la Corte degli affari penali ha deciso di proseguire l'udienza. Secondo i giudici, egli tenta di sottrarsi alla giustizia.

La FIFA, parte civile, chiede al suo ex segretario generale una somma compresa tra 1,4 e 2,3 milioni di euro, nonché, assieme l'imprenditore greco, un importo di 1,25 milioni di euro. Come per il primo processo FIFA, conclusosi in primavera, anche questo procedimento è minacciato dalla prescrizione, che entrerà in vigore nel novembre 2020.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
CANTONE
4 ore
«Le donne non sono “consenzienti per default”»
Protesta del collettivo “Io l'8 ogni giorno” contro la revisione della legge in materia di crimini di natura sessuale
CANTONE
4 ore
Vino e birra si potranno acquistare anche alla sera
Il Parlamento ha approvato il controprogetto relativo all'iniziativa che chiedeva di togliere il divieto di vendita
LUGANO
6 ore
Borradori: «Dico no ai profeti del declino»
Il sindaco critica la corsa elettorale in cui spicca «chi riesce a dipingere la città nel modo più brutto e decadente»
COMANO
6 ore
Molestie e sessismo in RSI: «Non permetterò mai più simili derive»
Parla il nuovo direttore della RSI, Mario Timbal, che affronta con noi le critiche verso una tv "sprecona".
SONDAGGIO
CANTONE
7 ore
Col take-away, meno sciatori sulle piste
Stagione invernale col virus: nel comprensorio di Airolo-Pesciüm gli utenti sono calati del 40%
CANTONE
8 ore
«La nuova scuola di Amici del Kenya, con un occhio di riguardo per le donne»
Importante traguardo per l'associazione guidata dal locarnese Fabio Stefanini. Ecco il video e le foto.
CANTONE
8 ore
Il Cantone accetterà pagamenti in bitcoin
Luce verde da parte del Gran Consiglio a un progetto pilota con le cryptovalute.
LUGANO
8 ore
Metà classe in isolamento, malumori
Sette allievi positivi alla scuola elementare della Gerra a Lugano. I genitori scrivono al Decs
CANTONE
12 ore
«I reati finanziari sono un cancro per la società»
Il punto di Ministero pubblico e polizia cantonale sugli illeciti riguardanti i crediti Covid-19 e il lavoro ridotto.
COMANO
12 ore
Molestie e RSI: «Bisognerà chiudere i conti col passato»
Il nuovo direttore della RSI, Mario Timbal, si è presentato ai dipendenti e ha parlato del nuovo volto di radio e tv
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile