Keystone - foto d'archivio
CANTONE / SVIZZERA
14.09.20 - 12:200

Troppo clorotalonil nell'acqua? Più tempo per cambiare

Il problema c'è anche in Ticino. L’Ufficio federale della sicurezza alimentare ha emanato oggi una nuova direttiva

BERNA - L'acqua potabile contiene troppi derivati dei prodotti di degradazione del clorotalonil. È quanto era emerso da uno studio pilota dell’Osservazione nazionale delle acque sotterranee NAQUA relativo al 2017. Ai fornitori di acqua potabile erano stati concessi due anni di tempo per ovviare alla situazione, ma l’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV) ha emanato oggi una nuova direttiva: in casi eccezionali i Cantoni possono concedere un termine più lungo.

Il clorotalonil veniva utilizzato nell’agricoltura svizzera dagli anni Settanta. Lo scorso 31 dicembre è stato vietato, dopo che l’USAV ha riesaminato la sostanza per verificarne la possibile pericolosità per la salute. Poiché l’80% dell’acqua potabile in Svizzera è prelevata dalle acque sotterranee e considerato che queste sostanze possono essere eliminate solo con oneri molto elevati in sede di trattamento, lo stato delle acque sotterranee riveste una grande importanza.

Diversi metaboliti del clorotalonil superano il valore limite di 0,1 microgrammi per litro nelle acque sotterranee di molte regioni della Svizzera, Ticino compreso. E poiché le acque sotterranee si rinnovano in modo relativamente lento e i metaboliti del clorotalonil sono estremamente longevi, si può presumere che questi inquinanti continueranno ad avere un impatto importante sulla qualità delle acque sotterranee anche negli anni a venire.

Nell’agosto del 2019 l’USAV aveva prescritto ai Cantoni, in caso di superamento del valore massimo, di disporre misure affinché l’acqua potabile rispondesse alle esigenze legali entro due anni. L’Ufficio ha ora deciso di adeguare la direttiva per i Cantoni alle nuove conoscenze nel frattempo acquisite: i Cantoni continuano a essere tenuti a disporre che l’acqua potabile risponda alle esigenze legali entro due anni a decorrere dalla contestazione, tuttavia, se per ragioni finanziarie, politiche, ecologiche o di tempo non fosse possibile attuare le misure entro questa scadenza, il Cantone può concedere un termine più lungo. I Cantoni devono informare l’USAV sulle misure disposte e provvedere a che i fornitori d’acqua potabile informino regolarmente la popolazione sui risultati delle analisi svolte e sulle misure adottate.

È doveroso precisare che il superamento del valore massimo dei prodotti di degradazione del clorotalonil non significa ancora un pericolo acuto per la salute. «L’osservanza del valore massimo ha piuttosto lo scopo di garantire preventivamente la protezione della salute», scrive l'USAV. Ma la presenza nell’acqua potabile di prodotti di degradazione di sostanze attive con proprietà tossicologiche preoccupanti va limitata in generale. Dal 1° gennaio 2020 la vendita di prodotti contenenti clorotalonil è vietata.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
41 min
Altri 214 contagi e cinque morti in Ticino
L'andamento della pandemia nel nostro cantone rimane «seria», ma abbastanza stabile.
FOTO
CANTONE
3 ore
«Quella volta che incontrai Diego a Buenos Aires»
Nel cuore di Maradona c’è sempre stato uno spazio di riguardo per il nostro paese, dove ha soggiornato con le sue figlie.
CANTONE
4 ore
«Solo il 5.7% dei soccorritori ha contratto la malattia»
Il direttore sanitario della Croce Verde luganese ci ha indicato i protocolli per garantire la sicurezza degli operatori
CANTONE / SVIZZERA
12 ore
I coltelli finiranno sotto chiave?
L'attacco di ieri a Lugano è avvenuto con un coltello preso direttamente dagli scaffali della Manor
CANTONE
13 ore
Aggressione alla Manor, l'accusa è di tentato omicidio e lesioni gravi
L'Imam Jelassi: «Condanniamo con forza ogni forma di violenza gratuita a prescindere da chi la commetta»
LUGANO
17 ore
La famiglia rompe il silenzio: «Chiediamo rispetto»
Fotografi e giornalisti davanti all’abitazione dei genitori della 28enne che ha accoltellato una donna ieri alla Manor.
CANTONE
18 ore
«Non sapevamo. Chiariremo e affronteremo»
Sui presunti abusi in Rsi viene comunicato che le indagini saranno affidate ad esterni.
CANTONE
18 ore
«In Ticino restrizioni prorogate fino al 18 dicembre»
Durante una conferenza stampa a Palazzo delle Orsoline il governo ha illustrato la sua strategia
LUGANO
20 ore
«Questo terrore non c'entra con l'Islam»
Aggressione alla Manor: la dura condanna della comunità musulmana sciita in Ticino
FOTO
CANTONE
20 ore
«Gli assembramenti sono stati solo spostati di un'ora»
Lo slittamento dell'orario delle scuole superiori non avrebbe finora avuto l'effetto sperato.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile