Deposit
CANTONE
09.09.20 - 18:020
Aggiornamento : 21:37

Troppi costi da sostenere, le misure anti Covid iniziano a pesare

Disinfettante, mascherine, plexiglas. Spese diventate fisse. Piange il borsellino dei piccoli imprenditori.

di Redazione
Melanie Graber

LUGANO - Dopo oltre sei mesi, le misure anti Covid-19 iniziano a pesare anche sui borsellini dei piccoli imprenditori. Troppi i costi, ormai diventati fissi, da sostenere. Cosa ne pensa chi con questi costi è costretto a convivere tutti i giorni? Il viaggio di Tio/20Minuti parte dal distributore di benzina Avia di Ranzo (Gambarogno). La responsabile ci dice: «Al mese spendiamo circa 300 franchi solo di disinfettante, contando che bisogna metterlo all’entrata, nei bagni e per pulire i vari tavoli».

Se si parla di mascherine invece il costo ultimamente si è abbassato. «E ora – specifica la signora – al mese spendiamo circa 40 franchi, cambiamo sei mascherine al giorno, avendo complessivamente tre collaboratori. Inoltre si deve calcolare il costo "una tantum" dei vari plexiglas che ammonta a 400 franchi. Cifre importanti che non passano sicuramente inosservate».

Un altro ramo colpito è stato quello dei parrucchieri, come ci raccontano i proprietari di Vincenzo e Manuela Coiffure, a Muralto. Anche per loro i costi si aggirano intorno ai 300 franchi mensili. «Contando disinfettanti e mascherine per noi e per i clienti. Poi ci sono le mantelline monouso in plastica. Consideriamo, inoltre, che durante i primi tempi di riapertura, c’è stato meno guadagno. Per garantire la distanza sociale, non potevamo fare entrare in salone più di due persone alla volta».

Nella stessa situazione troviamo il settore della ristorazione. Dan Arroch, esercente del Luganese è demoralizzato. «Spendiamo circa 300 franchi mensili per disinfettante e mascherine, senza contare il costo del plexiglas dal valore di 100 franchi per metro circa. La speranza di tutti è quella di non dover affrontare un altro lockdown. Perché la maggior parte di noi non sarebbe in grado di riaprire. Ciò che ci richiede più impegno è il dover chiedere i dati ad ogni persona che entra nel locale, in una serata in cui possiamo ospitare cento persone, ci risulta stressante e costoso fare anche questo lavoro».

Ad alcuni invece la situazione non è cambiata per niente. È il caso di Claudia Valli titolare dell’Accademia di Mendrisio Hi-Tech Nails Academy. Si tratta dunque di una professionista attiva nel settore estetico. «La legge ci impone già regole ben chiare da tempo. Non ho dovuto modificare di molto le mie spese in campo sanitario, dato che i costi relativi all’acquisto di disinfettanti, guanti monouso e mascherine vengono integrati in un budget che sopporto da ormai 20 anni. L’unica spesa in più che ho avuto, data la situazione, è stata quella del plexiglas, il cui costo totale è stato quello di 80 franchi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
7 min
In Ticino il booster è per tutti
Da subito tutti gli over 16 che hanno ricevuto la seconda dose da almeno sei mesi possono prenotare il richiamo
CANTONE
49 min
In Ticino 186 nuovi contagi e altre 13 classi in quarantena
Sono 67 i pazienti Covid che attualmente si trovano negli ospedali del nostro cantone
LOCARNO
1 ora
Storia del "guerriero" Toni
Toni Milano, 40 anni, ha lasciato il ciclismo a causa della distrofia muscolare. Ma non ha smesso di lottare
CANTONE
2 ore
«In estate 50 telefonate al giorno, adesso le riceviamo in meno di un'ora»
L’hotline cantonale è sommersa dalle telefonate. Ne arrivano a raffica e per i motivi più disparati.
LIGORNETTO
4 ore
Mascherine a scuola, quanto lavoro per Timask
Quella momò è una delle poche aziende in Svizzera autorizzate a produrre mascherine per bambini
LAMONE
4 ore
Botox-bar per una notte? La versione del gerente dopo il blitz
Il gerente si difende: «Era solo una presentazione di prodotti. I trattamenti, semmai, si sarebbero tenuti in Italia»
FOTO
LUGANO
14 ore
Due auto si scontrano sulla Crespera
L'incidente è avvenuto questa sera a Breganzona: i due conducenti se la sono cavata con leggere escoriazioni.
LUGANO
14 ore
Don Tamagni, oltre 600mila franchi sottratti ai genitori
Il parroco di Cadro era il curatore della coppia di anziani, ed era esente da controlli.
CONFINE
16 ore
Covid, più controlli tra Svizzera e Piemonte
Il Verbano Cusio Ossola aumenta la sorveglianza sul confine, con l'introduzione del super Green Pass
RIVERA
17 ore
La Lega si riorganizza, ma c'è di mezzo la variante
L'appuntamento doveva tenersi questa domenica al Centro istruzione della Protezione civile
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile