Tipress (archivio)
BELLINZONA
04.09.20 - 18:350

«Episodi incresciosi provocati da pochi facinorosi»

Il gerente del Bar Viale si distanzia pubblicamente con i fatti accaduti durante questa estate: «Non ne posso più».

Potito De Girolamo è dispiaciuto e amareggiato: «Mi dispiace per i clienti fissi. In anni di gestione non era mai successo nulla di simile».

BELLINZONA - Il Bar Viale è, suo malgrado, diventato protagonista delle cronache locali. Il ritrovo pubblico di Viale Stazione - durante questa strana estate - è diventato il palcoscenico di varie risse tra gruppi di ragazzi. La prima - avvenuta sabato 6 giugno - aveva portato all'arresto di sei giovani e al ferimento di tre avventori. La seconda - andata in scena lo scorso fine settimana - aveva coinvolto due diverse fazioni e aveva provocato il ferimento di un 21enne e l'arresto di un 17enne.

Fatti, questi, che hanno naturalmente fatto infuriare Potito De Girolamo e dai quali il gestore del Bar Viale si distanzia con forza: «Sono episodi incresciosi e provocati da pochi facinorosi che sicuramente nulla hanno da spartire con il bar che gestisco». Anzi. «Questi attaccabrighe rischiano di rovinare l’ambiente e anche la reputazione del mio locale».

De Girolamo è dispiaciuto e amareggiato anche per gli avventori comuni, quelli che frequentano il bar in modo sereno e che sono fortunatamente la maggioranza. «Mi scuso con loro», precisa il gerente sottolineando che «in anni di gestione non era mai avvenuto nulla di simile».

Il problema, secondo il gerente, non è il Viale - né più in generale i locali pubblici - ma la mancanza di educazione di alcune persone. «Non ne posso più. Già dopo il primo episodio abbiamo predisposto un servizio di sicurezza, che in passato non era necessario avere». Costi supplementari e botte.

Insomma, oltre il danno pure la beffa per De Girolamo che ci tiene a concludere con un appello: «Chi viene al Viale deve farlo con la massima gioia e rispettando gli altri».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
«Le cliniche risparmiano sui dipendenti»
Il VPOD punta il dito contro il settore privato. E invoca un nuovo contratto collettivo
BIASCA
4 ore
A 99 chilometri orari sui cinquanta
Denuncia e ritiro della patente per un conducente di 49 anni
CANTONE
4 ore
Covid in Ticino, dodici casi in ventiquattro ore
Le autorità ticinesi segnalano inoltre un nuovo decesso e quattro ricoveri
CANTONE
6 ore
«E danno ancora la colpa agli anziani»
Decessi record in Ticino. I numeri fanno arrabbiare l'Associazione della Terza Età
LUGANO
8 ore
L'uomo che TI targa "strano": «Quanti tabù in un numero»
Matteo Bernasconi si occupa di immatricolazioni e spesso i clienti gli chiedono targhe particolari
CANTONE
8 ore
«Questa burocrazia ci ucciderà»
Piccoli artisti alla canna del gas a causa del Covid. Il grido disperato di Cristina Castrillo, co fondatrice del TASI.
LUGANO
18 ore
Mozziconi e "cicche" più resistenti del Covid
La pandemia abbatte il consumo di chewing gum, ma chi lavora per tenere pulito l'asfalto non rileva grandi miglioramenti
FOTO E VIDEO
MAGGIA
20 ore
Schianto sulla cantonale, arriva la Rega
Coinvolta una monovolume con a bordo un uomo, una donna e tre bambini
MONTE CARASSO
22 ore
Salvati nella notte cinque escursionisti
Intervento della Rega sopra Monte Carasso, nei pressi della capanna Albagno
LUGANO
1 gior
Aggressione in stazione, l'accusa è di tentato omicidio
I tre dovranno rispondere anche di lesioni gravi, aggressione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile