Tipress (archivio)
BELLINZONA
04.09.20 - 18:350

«Episodi incresciosi provocati da pochi facinorosi»

Il gerente del Bar Viale si distanzia pubblicamente con i fatti accaduti durante questa estate: «Non ne posso più».

Potito De Girolamo è dispiaciuto e amareggiato: «Mi dispiace per i clienti fissi. In anni di gestione non era mai successo nulla di simile».

BELLINZONA - Il Bar Viale è, suo malgrado, diventato protagonista delle cronache locali. Il ritrovo pubblico di Viale Stazione - durante questa strana estate - è diventato il palcoscenico di varie risse tra gruppi di ragazzi. La prima - avvenuta sabato 6 giugno - aveva portato all'arresto di sei giovani e al ferimento di tre avventori. La seconda - andata in scena lo scorso fine settimana - aveva coinvolto due diverse fazioni e aveva provocato il ferimento di un 21enne e l'arresto di un 17enne.

Fatti, questi, che hanno naturalmente fatto infuriare Potito De Girolamo e dai quali il gestore del Bar Viale si distanzia con forza: «Sono episodi incresciosi e provocati da pochi facinorosi che sicuramente nulla hanno da spartire con il bar che gestisco». Anzi. «Questi attaccabrighe rischiano di rovinare l’ambiente e anche la reputazione del mio locale».

De Girolamo è dispiaciuto e amareggiato anche per gli avventori comuni, quelli che frequentano il bar in modo sereno e che sono fortunatamente la maggioranza. «Mi scuso con loro», precisa il gerente sottolineando che «in anni di gestione non era mai avvenuto nulla di simile».

Il problema, secondo il gerente, non è il Viale - né più in generale i locali pubblici - ma la mancanza di educazione di alcune persone. «Non ne posso più. Già dopo il primo episodio abbiamo predisposto un servizio di sicurezza, che in passato non era necessario avere». Costi supplementari e botte.

Insomma, oltre il danno pure la beffa per De Girolamo che ci tiene a concludere con un appello: «Chi viene al Viale deve farlo con la massima gioia e rispettando gli altri».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / CONFINE
7 ore
Natale (forse) blindato? Coppie transfrontaliere in protesta
Lanciata una petizione indirizzata direttamente all'ufficio del premier italiano Giuseppe Conte
LOCARNO
11 ore
Visite ai pazienti Covid: ecco cosa cambia
Incontri in camera, di 15 minuti, uno alla volta, ogni due giorni. È vietato portare loro cibo o bevande
CANTONE
14 ore
Altri 246 casi nelle ultime 24 ore
Sette le persone che hanno perso la vita ieri a causa del Covid-19. C'è una nuova classe in quarantena
CANTONE / VATICANO
1 gior
Fondi vaticani, le "carte di Lugano" per chiarire lo scandalo
I documenti potrebbero portare a una svolta nelle indagini sul caso del "palazzo di Londra".
FOTO
MENDRISIO
1 gior
Qui solitudine e isolamento degli anziani si combattono da 30 anni
Il Servizio Anziani Soli, istituito a Mendrisio nel 1990, è tuttora un unicum a livello ticinese.
CANTONE
1 gior
Radar accesi su quattro distretti
La prossima settimana i controlli mobili colpiranno Bellinzona, Locarno, Lugano e Mendrisio.
CANTONE
1 gior
2'300 firme per avere «più corse nelle tratte affollate»
Covid-19 e trasporto pubblico: il SISA ha consegnato oggi alle autorità le firme raccolte con una petizione online.
CANTONE
1 gior
Cantieri e misure anti-Covid: «Scenario desolante»
Il sindacato Unia ha presentato un'analisi dettagliata del fenomeno, analizzando la situazione su 132 cantieri.
FOTO E VIDEO
LUGANO
1 gior
Liceo evacuato per un principio d'incendio
Ad aver preso fuoco sarebbe un albero di Natale. Le fiamme sono state rapidamente domate dai pompieri.
VIDEO
CANTONE
1 gior
«Cosa ci aspetta ora?»
Giorgio Merlani in un video prospetta tre scenari per l'evoluzione della pandemia nel nostro cantone.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile