Ti-Press (archivio)
CANTONE
03.09.20 - 23:580
Aggiornamento : 04.09.20 - 07:33

È rivolta in Capriasca contro il 5G

Il Municipio ha ricevuto 622 firme raccolte tra i cittadini dall'associazione Capriasca Ambiente.

Ci sarebbero anche altre opposizioni. L'antenna della discordia si trova a 370 metri dalle scuole comunali. Il sindaco: «Conta quello che dirà il Cantone».

CAPRIASCA - Dopo Locarno, Gentilino (Collina d'oro) e altri Comuni, adesso tocca a Capriasca. Continua la lotta contro la tecnologia 5G in Svizzera da parte di alcuni gruppi agguerriti. Nel corso della giornata di giovedì, l'associazione Capriasca Ambiente ha consegnato alla cancelleria comunale ben 622 firme di opposizione alla domanda di costruzione di ampliamento dell'antenna già presente sul territorio. 

Forse il numero di contrari sarà superiore – Alle 622 firme citate, potrebbero aggiungersi le opposizioni di "privati" che si sarebbero attivati individualmente. Le firme potrebbero dunque superare quota 700.

La vicinanza alle scuole – A suscitare ulteriore polemica, il fatto che l'antenna in questione sorga a soli 370 metri dall'istituto scolastico di Capriasca, frequentato da oltre 320 bambini delle elementari. L'antenna dista anche poche centinaia di metri in linea d'aria dalla scuola dell'infanzia di Vaglio. Alcune in più da quella di Lugaggia.  

La seconda antenna – Sempre venerdì scadrà il termine d'inoltro per eventuali opposizioni a una seconda antenna, ubicata a Ponte Capriasca. A circa 1.000 metri dal primo dispositivo. 

Il sindaco – Andrea Pellegrinelli, sindaco di Capriasca, interpellato da Tio/20Minuti, non si scompone: «Queste opposizioni fanno parte delle procedure edilizie. Siamo fuori zona edificabile, per noi sarà vincolante il preavviso del Cantone, che interpellerà anche la Confederazione in merito all'ordinanza sulle radiazioni. Come Municipio non abbiamo margini di manovra. Conta quello che dice il Cantone».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CONFINE
1 ora
La Provincia di Como sarà zona arancione rafforzata
Chiuderanno le scuole in presenza. Anche Viggiù (Varese), finora in fascia rossa, passerà all'arancione.
SONDAGGIO
CANTONE
3 ore
«Riaprite i ristoranti, altrimenti i negozi faranno fatica»
I negozianti sono tornati al lavoro «con sollievo e la speranza di non dover nuovamente chiudere»
LOCARNO
5 ore
«Chiusi per Pasqua? Sarebbe una beffa»
L'Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli auspica la riapertura di bar e ristoranti per il prossimo 22 marzo.
CANTONE
9 ore
Denuncia "il malandazzo" in ufficio, parte la procedura di licenziamento
Sul caso avvenuto all'Istituto delle assicurazioni sociali (IAS) l'MPS ha presentato un'interpellanza
FOTO E VIDEO
CANTONE
9 ore
«La gente ha voglia di uscire e fare shopping»
Dopo quarantadue giorni di chiusura a causa della pandemia, oggi è avvenuta l'attesa riapertura dei negozi
CANTONE
12 ore
«Pensavo di aver visto tutto a 80 anni, ma sono finito in prigione»
Don Azzolino Chiappini rompe il silenzio, a qualche giorno dal decreto di abbandono per "sequestro di persona"
CANTONE
12 ore
Assembramenti e mascherina: in Ticino sono scattate 490 multe
È il bilancio del primo mese di controlli effettuati dalla polizia cantonale e da quelle comunali
CANTONE
13 ore
Revocato il limite degli 80 chilometri orari in autostrada
Alle 13.30 scadranno le misure straordinarie, introdotte giovedì scorso dal DT, per contrastare lo smog nel Sottoceneri.
BELLINZONA
14 ore
Restano in carcere i sei giovani della rissa di Giubiasco
Il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha confermato l'arresto di tutte le persone coinvolte nell'alterco.
CANTONE
14 ore
Nessun ricovero e nessun morto per coronavirus
Nelle strutture sanitarie del nostro cantone 63 posti letto sono attualmente occupati da pazienti positivi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile