TiPress - foto d'archivio
CANTONE
24.08.20 - 09:590
Aggiornamento : 14:17

Manca una settimana: attenti al tragitto casa-scuola

L'anno scorso ci sono stati 10 incidenti. La polizia sensibilizzerà ed eseguirà anche controlli della velocità

BELLINZONA - Manca una settimana. Sette giorni e i bambini torneranno sui i banchi di scuola. Un cambiamento per loro, ma anche per gli adulti. Il Cantone - tramite il Dipartimento delle istituzioni - ricorda un aspetto importante da tenere presente: la sicurezza nel tragitto casa-scuola.

Con il progetto “Strade sicure”, la polizia cantonale congiuntamente con le polizie comunali intendono rendere attenti coloro che accompagnano i bambini presso gli istituti scolastici ad adottare semplici regole di comportamento.

Sensibilizzazione e controlli - L’anno scorso in Ticino gli incidenti sul tragitto casa-scuola sono stati 10, otto dei quali hanno portato al ferimento di persone. Su 56 incidenti avvenuti sulle strisce pedonali nel 2019, 43 hanno provocato feriti. La causa maggiore di questi incidenti è la mancata precedenza all’attraversamento pedonale (25). A partire da lunedì 31 agosto la polizia prevede dei servizi di sensibilizzazione, ma anche controlli della velocità nei pressi degli istituti scolastici con la distribuzione di opuscoli a tema.

I consigli della polizia

Come attraversare la strada - Si ricorda, a chi si reca a scuola a piedi, che l’attraversamento delle strade deve avvenire sempre in sicurezza e nel rispetto degli altri utenti, seguendo tre fasi distinte: "mi fermo e aspetto, guardo e ascolto, attraverso". Anche il percorso sul marciapiede deve avvenire in maniera sicura e corretta, in particolare deve permettere agli accompagnatori di avere visibilità sugli altri utenti della strada.

Attenti in auto - Per chi usa l’auto invece, si rammenta di non parcheggiare su marciapiedi o vicino al perimetro scolastico, in quanto oltre a causare difficoltà al transito dei pedoni si crea loro un pericolo concreto. Un’attenzione particolare va inoltre posta durante le manovre in retromarcia. I bambini fino ai 12 anni che prendono posto in auto sottostanno all’obbligo del seggiolino o del rialzo.

A seguito dell’emergenza sanitaria si richiama l’attenzione alle disposizioni generali emanate dalle Autorità cantonali sulla protezione individuale dal virus (norme accresciute d’igiene) come pure le disposizioni sempre in vigore sul distanziamento fisico e sullo stazionamento nei piazzali scolastici.

Altre informazioni e consigli saranno rilasciati dagli agenti di polizia sul posto e sono pure consultabili nell’opuscolo che sarà distribuito. Informazioni sull’inizio delle scuole si possono reperire sul sito di “Strade Sicure” al seguente link: www.stradesicure.ch

A Lugano scatta “Bimbi sicuri”

Informazione, controlli della velocità, pettorina ad alta visibilità per gli allievi e azione di prossimità degli agenti di quartiere presso i centri scolastici: sono queste le misure che scatteranno a Lugano nell'ambito della campagna “Bimbi sicuri”.

Il prossimo lunedì 31 agosto nella Città di Lugano oltre 3'600 bambini s'incammineranno verso la loro scuola, sottolinea la polizia comunale, ricordando che ogni anno nel territorio comunale nella circolazione stradale cinque bambini fino ai quattordici anni s'infortunano, di cui tre in qualità di pedoni (la media è calcolata sugli ultimi cinque anni). Il 60% dei casi capita sul tragitto casa-scuola e nella fascia d'età compresa tra i cinque e i nove anni, i bambini subiscono incidenti soprattutto mentre attraversano la strada: il 20% s'infortuna vicino a un passaggio pedonale e nel 40% dei casi sono loro stessi a causare l'incidente.

Allegati
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
CANTONE
1 ora
Ajla va come un treno
L'atleta ticinese scelta come testimonial della Ferrovia Centovallina.
CANTONE
1 ora
Altri 214 contagi e cinque morti in Ticino
L'andamento della pandemia nel nostro cantone rimane «seria», ma abbastanza stabile.
FOTO
CANTONE
4 ore
«Quella volta che incontrai Diego a Buenos Aires»
Nel cuore di Maradona c’è sempre stato uno spazio di riguardo per il nostro paese, dove ha soggiornato con le sue figlie.
CANTONE
5 ore
«Solo il 5.7% dei soccorritori ha contratto la malattia»
Il direttore sanitario della Croce Verde luganese ci ha indicato i protocolli per garantire la sicurezza degli operatori
CANTONE / SVIZZERA
12 ore
I coltelli finiranno sotto chiave?
L'attacco di ieri a Lugano è avvenuto con un coltello preso direttamente dagli scaffali della Manor
CANTONE
14 ore
Aggressione alla Manor, l'accusa è di tentato omicidio e lesioni gravi
L'Imam Jelassi: «Condanniamo con forza ogni forma di violenza gratuita a prescindere da chi la commetta»
LUGANO
18 ore
La famiglia rompe il silenzio: «Chiediamo rispetto»
Fotografi e giornalisti davanti all’abitazione dei genitori della 28enne che ha accoltellato una donna ieri alla Manor.
CANTONE
19 ore
«Non sapevamo. Chiariremo e affronteremo»
Sui presunti abusi in Rsi viene comunicato che le indagini saranno affidate ad esterni.
CANTONE
19 ore
«In Ticino restrizioni prorogate fino al 18 dicembre»
Durante una conferenza stampa a Palazzo delle Orsoline il governo ha illustrato la sua strategia
LUGANO
20 ore
«Questo terrore non c'entra con l'Islam»
Aggressione alla Manor: la dura condanna della comunità musulmana sciita in Ticino
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile