Keystone
Il nuovo (a sinistra) e il vecchio presidente.
+6
CANTONE / SVIZZERA
22.08.20 - 14:460
Aggiornamento : 17:58

Marco Chiesa eletto presidente dell'UDC

Il ticinese succede al consigliere nazionale Albert Rösti

Si tratta del primo presidente UDC proveniente dalla Svizzera latina

LUGANO / BRUGG - Il ticinese Marco Chiesa è il nuovo presidente dell'UDC. L'assemblea dei delegati, in corso a Brugg Windisch (AG), lo ha eletto a grande maggioranza. Il 45enne ticinese sostituisce il consigliere nazionale bernese Albert Rösti alla guida del partito ed è il primo presidente latino.

Gli oltre 350 delegati hanno accolto l'elezione con un applauso. Chiesa ha assicurato che non cambierà il programma di partito solo per sembrare più simpatico. In particolare, ha chiesto di porre fine alla libera circolazione delle persone votando a favore dell'"Iniziativa per la limitazione" il 27 settembre.

L'ex consigliere nazionale di Basilea Campagna Caspar Baader, presidente della commissione di selezione, ha reso omaggio alla «chiara linea politica» di Chiesa e al suo lavoro di costruttore della sezione ticinese dell'UDC. «Il fatto che provenga dalla Svizzera latina è l'ideale per riportare l'UDC di lingua francese sulla strada del successo», ha aggiunto.

La commissione voleva proporre una personalità con un'immagine simpatica, che riunisse le persone di tutte le regioni linguistiche e che fosse disposta a rimanere per circa otto anni. Ha anche voluto nominare una persona di età inferiore ai 50 anni per rivolgersi di più ai giovani, ha spiegato Baader.

Le candidature ritirate - Il consigliere nazionale argoviese Andreas Glarner si era ritirato dalla corsa alla presidenza dopo la decisione della commissione di selezione. Il consigliere nazionale ed ex presidente della sezione zurighese, Alfred Heer, non ha fatto altrettanto. È stato l'attuale presidente della sezione di Zurigo, Benjamin Fischer, che durante l'assemblea ha ritirato la candidatura di Heer, proposta dal partito cantonale.

Alcuni delegati hanno criticato la nomina di Chiesa, poco conosciuto dal grande pubblico, contrariamente ad Andreas Garner e Alfred Heer. Non è stato possibile conteggiare i voti raccolti dal ticinese, ma è apparso subito chiaro che erano una larga maggioranza.

Il «blocheriano sorridente» - Il politologo Oscar Mazzoleni descrive il nuovo presidente dell'UDC come un «blocheriano sorridente». «Quando si tratta d'immigrazione, lavoratori transfrontalieri, asilo ed Europa, il ticinese è esattamente sulla stessa linea dello stratega del partito», sottolinea il professore dell'università di Losanna. Ma è anche un buon comunicatore, vuole piacere e cerca il dialogo. Grazie a questa politica, è riuscito a ottenere un seggio nel Consiglio degli Stati per la più piccola sezione del partito, quella ticinese, ha aggiunto.

Secondo Mazzoleni, Marco Chiesa dovrà lavorare sodo per essere accettato nella Svizzera tedesca e per riuscire a mobilitare le sezioni locali. L'UDC è ancora principalmente un partito di lingua tedesca e potrebbe essere difficile per il ticinese avvicinarsi ai membri del partito nei comuni.

Chiesa, 45 anni, rappresenta il Ticino nel parlamento federale da cinque anni, prima al Nazionale e dall'anno scorso agli Stati. Sposato e padre di due figli, non è una faccia nuova nel partito: era stato eletto alla vicepresidenza dell'UDC insieme alla consigliera nazionale Magdalena Martullo-Blocher (GR) nella primavera del 2018. Nello stesso anno ha assunto anche la vicepresidenza dell'Azione per una Svizzera indipendente e neutrale (ASIN).

Il successore del bernese Albert Rösti è stato fin dall'inizio uno dei candidati preferiti della commissione di selezione. A febbraio, in un primo tempo, ha ritirato la sua candidatura per motivi professionali. Nel frattempo però ha rassegnato le dimissioni dal suo impiego di direttore di una casa di riposo. "Mi sono dimesso da questo incarico non solo in vista di una possibile elezione, ma anche perché era sempre più incompatibile con il mio mandato di consigliere degli Stati", ha detto alla stampa.

L'UDC ticinese: «Brillante elezione» - La sezione ticinese dell'UDC si congratula, per mezzo di un comunicato stampa, con il consigliere agli Stati Marco Chiesta «per la sua brillante elezione». E sottolinea: «È per noi e per il Canton Ticino un grande onore e gli formuliamo i nostri più sentiti auguri per questo prestigioso compito. In quanto Ticinese sarà il miglior ambasciatore per i temi cari ai ticinesi: immigrazione incontrollata, dumping salariale, concorrenza sleale dall’estero, costi di vita in aumento, disoccupazione reale in forte aumento, infrastrutture al limite, tasse crescenti e un ceto medio sempre più spremuto».

«Un amico che appoggiamo» - Anche la sezione ticinese dell'Unione Democratica Federale (UDF Ticino) si congratula con Chiesa per la sua elezione: «È, ed è sempre stato, un grande amico di UDF Ticino; il neo eletto rispecchia perfettamente i valori etici e le aspettative politiche del nostro partito - si sottolinea in una nota stampa odierna -. Gli formuliamo quindi i migliori auguri di buon lavoro in questo nuovo e impegnativo compito e gli assicuriamo il nostro appoggio».

Keystone
Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CONFINE
1 ora
La Provincia di Como sarà zona arancione rafforzata
Chiuderanno le scuole in presenza. Anche Viggiù (Varese), finora in fascia rossa, passerà all'arancione.
SONDAGGIO
CANTONE
3 ore
«Riaprite i ristoranti, altrimenti i negozi faranno fatica»
I negozianti sono tornati al lavoro «con sollievo e la speranza di non dover nuovamente chiudere»
LOCARNO
5 ore
«Chiusi per Pasqua? Sarebbe una beffa»
L'Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli auspica la riapertura di bar e ristoranti per il prossimo 22 marzo.
CANTONE
9 ore
Denuncia "il malandazzo" in ufficio, parte la procedura di licenziamento
Sul caso avvenuto all'Istituto delle assicurazioni sociali (IAS) l'MPS ha presentato un'interpellanza
FOTO E VIDEO
CANTONE
9 ore
«La gente ha voglia di uscire e fare shopping»
Dopo quarantadue giorni di chiusura a causa della pandemia, oggi è avvenuta l'attesa riapertura dei negozi
CANTONE
12 ore
«Pensavo di aver visto tutto a 80 anni, ma sono finito in prigione»
Don Azzolino Chiappini rompe il silenzio, a qualche giorno dal decreto di abbandono per "sequestro di persona"
CANTONE
12 ore
Assembramenti e mascherina: in Ticino sono scattate 490 multe
È il bilancio del primo mese di controlli effettuati dalla polizia cantonale e da quelle comunali
CANTONE
13 ore
Revocato il limite degli 80 chilometri orari in autostrada
Alle 13.30 scadranno le misure straordinarie, introdotte giovedì scorso dal DT, per contrastare lo smog nel Sottoceneri.
BELLINZONA
14 ore
Restano in carcere i sei giovani della rissa di Giubiasco
Il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha confermato l'arresto di tutte le persone coinvolte nell'alterco.
CANTONE
14 ore
Nessun ricovero e nessun morto per coronavirus
Nelle strutture sanitarie del nostro cantone 63 posti letto sono attualmente occupati da pazienti positivi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile