Archivio Keystone
CANTONE
13.08.20 - 15:270

Meno criminalità transfrontaliera durante il lockdown

Il fenomeno è dovuto alle restrizioni di viaggio. Per Berna i controlli sistematici alla frontiera «non sono necessari»

BERNA - La lotta alla criminalità transfrontaliera è una delle maggiori priorità, ma il Consiglio federale non ritiene necessario reintrodurre controlli sistematici al confine in una situazione normale. Lo sostiene l'esecutivo rispondendo a un'interpellanza del consigliere nazionale Alex Farinelli (PLR/TI) riguardante i controlli alle frontiere nel periodo del lockdown.

Una reintroduzione generale dei controlli sistematici al confine violerebbe l'accordo di Schengen, scrive l'esecutivo nella sua risposta, precisando tuttavia di prendere sul serio le preoccupazioni delle autorità locali e della popolazione.

La situazione relativa alla sicurezza in Svizzera e, in particolare, nelle regioni di confine è sotto costante osservazione, assicura il Consiglio federale.

I dati sulla criminalità - Il deputato ticinese chiedeva tra le altre cose un bilancio dei crimini tipicamente transfrontalieri - ad esempio furti e rapine - nelle regioni di frontiera, nel corso degli scorsi mesi di marzo, aprile e maggio, nonché delucidazioni sugli effettivi impiegati nelle zone di confine.

Dai dati rilevati dall'Amministrazione federale delle dogane (AFD) - per altre informazioni il governo rimanda ai singoli cantoni - nel periodo marzo-maggio 2020, emerge che rispetto allo stesso periodo nei tre anni precedenti, a livello nazionale, il numero di fermi effettuati in materia della ricerca di persone è diminuito di circa il 40%, mentre nell'ambito del contrabbando di merci e dei passatori del 55%.

In seguito ai diversi provvedimenti di lockdown e confinamento adottati dai paesi europei e alle conseguenti restrizioni di viaggio, la vita pubblica in Europa si è praticamente fermata, influendo quindi anche sulle attività criminali, sottolinea il Consiglio federale. Per tale motivo, aggiunge, non è possibile trarre conclusioni per quanto riguarda l'impatto della chiusura dei confini sulla diminuzione della criminalità transfrontaliera in una situazione normale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
ROVEREDO (GR)
2 ore
Il lupi fanno incetta di pecore, anche in Mesolcina
Diverse predazioni sono avvenute in varie zone dei Grigioni. Ordinato l'abbattimento di un esemplare
CANTONE
4 ore
Covid: 31 nuovi casi, oltre la metà dei ticinesi sono vaccinati
Stabili i ricoverati, che rimangono a quota 12. Le cure intense ospitano 4 di loro.
CANTONE
8 ore
C'è un pacco sospetto per te
I pirati informatici sono in agguato: e via mail si spacciano per la Posta
CANTONE
16 ore
Viaggi e svaghi all'osso... i ticinesi pagano le tasse
La pandemia colpisce duramente il gettito, ma nella cassa delle persone fisiche le entrate sono tornate a crescere
CANTONE
21 ore
«Gli alberghi sono aperti a qualsiasi tipo di ospite»
Pernottamenti solo per vaccinati? Per il presidente di HotellerieSuisse Ticino non è un'ipotesi da considerare
MENDRISIO
1 gior
Licenziamenti «barbari» alla Burberry
Unia e OCST prendono pubblicamente posizione nei confronti dell'azienda presente all'interno del Fox Town.
CANTONE
1 gior
Altri due pazienti in cure intense, i contagi sono 76
I dati sono relativi alle ultime 72 ore. Le persone ospedalizzate a causa della malattia ora sono dodici.
LUGANO
1 gior
Lo "scroccone seriale" si lamenta della Farera
Abituato agli hotel a 5 stelle - senza pagarli - un 40enne italiano ha scritto una lettera di reclamo
LUGANO
1 gior
«Le nostre reti neurali usate da 3 miliardi di smartphone»
Jürgen Schmidhuber è considerato il padre dell'intelligenza artificiale
CANTONE
1 gior
L'insolvente con apprendista (non pagata)
Una 20enne del Locarnese racconta la sua odissea. E punta il dito contro l'ex datore di lavoro. Il Decs: «Vigiliamo»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile