tipress
CANTONE
09.08.20 - 10:230
Aggiornamento : 13:33

«Il Ticino rischia il dissesto»

Il direttore del Dfe Christian Vitta è preoccupato per il futuro dell'economia. «Un secondo lockdown sarebbe disastroso»

BELLINZONA - Arrivano tempi duri. L'economia ticinese dovrà fare un grosso sforzo per evitare il dissesto. E lo Stato dovrà stringere la cinghia, almeno per l'anno prossimo. «Diversamente, il rischio è di compromettere l'attività politica in futuro». 

Ad affermarlo è il direttore del Dfe Christian Vitta, intervistato oggi dal Caffè. Il consigliere di Stato si dice preoccupato per la tenuta finanziaria del Cantone, con le casse pubbliche messe a dura prova dal Covid. «Dovremo prevedere un percorso di riequilibrio dei conti - avverte Vitta - che permetta allo Stato di disporre delle necessarie risorse per far fronte alle future nuove necessità». 

Le casse cantonali dovrebbero registrare un deficit di circa 300 milioni di franchi nel 2020-21. Un rosso problematico, per cui si prevedono tagli alla spesa e - forse - un aumento delle imposte. Vitta auspica un «confronto costruttivo tra le parti politiche, nel definire gli interventi sulle entrate e sulle uscite». 

Sul fronte delle entrate, Vitta non esclude un'apertura alla proposta del Ps di aumentare il coefficiente cantonale d'imposta, dal 97 al 100 per cento. Per quanto riguarda invece la spesa pubblica «gli investimenti strategici vanno sostenuti» afferma il direttore del Dfe: le opere pubbliche, in particolare, nel settore della mobilità e dell'edilizia «oltre ad avere un effetto anticiclo, in questa fase permettono di modernizzare le infrastrutture esistenti». 

Non è il caso di disperare, dunque, incrociando le dita sulla "seconda ondata". «Il primo lockdown ha avuto conseguenze importanti per l’economia e l’occupazione, un nuovo lockdown totale avrebbe conseguenze disastrose in quanto comprometterebbe una situazione già difficile» avverte Vitta. 

Infine, sull'iniziativa dell'Udc sugli accordi bilaterali, in votazione il 27 settembre, il consigliere di Stato si pronuncia per un "no" a tutela dell'economia. «Un elemento supplementare d’incertezza creerebbe sicuramente ulteriore instabilità - osserva Vitta - in particolare in quei settori economici che sono orientati all’esportazione». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
10 ore
S'invola per gli Emirati, lasciando un cavallino nero in Ticino
Sul sito delle aste dell'Ufficio di esecuzione è sbucata una Ferrari 458 nera
CANTONE
10 ore
La “pandemia dei bambini”... anche nelle scuole ticinesi
In molti si dicono favorevoli all'introduzione dei test ripetuti e alla mascherina obbligatoria dalla quarta elementare
CANTONE
13 ore
Alle medie mancano professori di francese
Formazione dei docenti, il DECS e il DFA hanno fatto il punto della situazione tra passato, presente e futuro.
CANTONE
16 ore
Esplosione di casi nelle scuole
Durante il weekend sono state segnalate ben ventidue quarantene di classe (sedici alle elementari).
CANTONE
17 ore
Le novità sui cantieri delle FFS in Ticino
Dal nuovo cantiere di Riviera-Bironico fino alla chiusura (temporanea) dei lavori a Maroggia-Melano
CANTONE
18 ore
Altri 344 contagi e due decessi nel weekend
Salgono a settanta i pazienti ricoverati in ospedale. Sette si trovano nel reparto di cure intense.
LUGANO
19 ore
L'acqua potabile luganese costerà di più
Il 1. gennaio 2022 la tariffa aumenterà del 20%, sia per la tassa di base sia per quella di consumo
CANTONE
20 ore
L'USTRA «irrispettosa» nei confronti del Mendrisiotto
I deputati PPD della regione interrogano il Governo sul progetto per la corsia destinata allo stazionamento dei tir
CANTONE / SVIZZERA
22 ore
«Senza l'IPG Corona, passeremo un bruttissimo Natale»
Tassisti e altri indipendenti restano senza aiuto economico: con le attuali restrizioni non sarebbe giustificato
LOSTALLO
1 gior
Contro la ringhiera, finisce nel prato
Ferite gravi per un'automobilista uscita di strada a Lostallo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile