Lettore Tio/20Minuti
Il luogo che delimita la zona pedonale.
ASCONA
28.07.20 - 20:330
Aggiornamento : 29.07.20 - 09:57

Lite continua con la polizia: vuole entrare con la macchina nel borgo

Braccio di ferro tra un 50enne e le forze dell’ordine: «Non mi fanno scaricare la spesa davanti a casa quando voglio».

Il comandante della Comunale e il municipale replicano: «Per accedere alla zona pedonale fuori orario servono motivazioni valide».

ASCONA - «Non posso caricare o scaricare merce davanti a casa mia agli orari che voglio. Tutto questo è assurdo». Capita a un 50enne di Ascona, che da qualche tempo vive in Via San Sebastiano. In pieno borgo, dunque. Per accedere a questa zona con la macchina, non avendo un parcheggio personale, deve suonare il campanello della polizia, affinché vengano abbassati i funghi dissuasori. «Il problema è che sia io, sia mia moglie, abbiamo orari di lavoro irregolari. Quindi le eccezioni si moltiplicano». 

Per chi non ha un parcheggio privato sotto casa – Secondo la legge, i residenti possono accedere con l’auto alla zona, durante una fascia oraria ben definita. Lo conferma anche Christian Brusa, comandante della Polizia comunale. «L’Ordinanza municipale concernente la regolamentazione della zona pedonale definisce l’accesso dei residenti senza possibilità di parcheggio dalle ore 7 alle ore 12, dal lunedì al sabato».

Il recente battibecco – «Ma sono orari che a noi non servono – replica il 50enne –. Pago 1.300 franchi di autosilo all’anno. È lì che tengo la mia vettura. Di recente avevo l’auto strapiena. Era un tardo pomeriggio. Ho suonato per farmi aprire, ma l’agente è stato intransigente. Perché non chiudere un occhio? Io, per questioni lavorative, torno spesso a casa tra le 20 e le 24». 

Polemiche – Non tutti gli agenti sembrano comportarsi allo stesso modo. E il 50enne lo evidenzia. «C’è chi gentilmente ci apre subito, chi non ci apre e chi polemizza e, addirittura, ci appende il telefono in faccia. Non mi va di essere trattato così. Pago le tasse e ho dei diritti». 

Le eccezioni sono consentite – «Come gestori del sistema d’accesso – riprende Brusa –, in accordo con il Municipio, accordiamo delle deroghe in casi eccezionali. Un’urgenza ha ovviamente carattere puntuale e sporadico. A chi abusa di questa tolleranza, pretendendo l’accesso tutti i giorni o più volte al giorno, non viene concesso l’accesso».

Un caso unico ­– Sulla stessa lunghezza d’onda, anche Tiziano Broggini, capo del Dicastero polizia. «Non ci possono essere eccezioni tutti i giorni. I residenti che lo necessitano possono ottenere un apposito badge per accedere alla zona pedonale. Ma la richiesta deve essere motivata, le giustificazioni devono essere più che valide. Questa persona è l’unica che reclama».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
AGNO 
4 ore
"Cadrega" negata e Soldati scende dal treno
Dietro le dimissioni del presidente delle FLP le resistenze degli azionisti privati sulla nomina di un membro di CdA
VIDEO
MAGGIA
5 ore
I serpenti della Maggia conquistano TikTok
Il video di una lotta rituale ha valicato il Gottardo, e i contendenti si coprono di gloria
FOTO E VIDEO
LOCARNO
6 ore
Cade sulle rocce e si ferisce, infortunio a Ponte Brolla
L'incidente è avvenuto lungo la Maggia. Per soccorrere il ferito sono intervenuti Rega e Salva.
CANTONE
7 ore
Quattromila posti liberi al Centro di Biasca
Le autorità sanitarie consigliano ai cittadini di prendere appuntamento in Riviera per il vaccino.
CANTONE
11 ore
Dal Ticino parte la lotta al «ricercato speciale»
Agroscope ha lanciato uno strumento innovativo per monitorare la diffusione del coleottero giapponese.
LOCARNO
11 ore
Il tifo che sfocia in violenza: botte e insulti in centro a Locarno
Due giovani sostenitori della nazionale italiana sono stati presi di mira a seguito della sfida Svizzera-Italia
CANTONE
12 ore
Covid, in Ticino otto contagi e nessun decesso
Nel nostro cantone l'ultima morte legata alla pandemia risale allo scorso 27 maggio
LUGANO
13 ore
A Lugano tira un'aria così così
Su 323 località europee, la città è 161esima per inquinamento da polveri sottili
FOTO
CANTONE
13 ore
Il littering c'è, ma non è colpa delle mascherine
In nove punti del Ticino sono stati raccolti oltre 21 chili di rifiuti in dieci giorni
GUARDA IL VIDEO
ITALIA / SVIZZERA
13 ore
Milano si tinge di rossocrociato, ma a festeggiare è l'Italia
Diversi simpatizzanti elvetici si sono dati appuntamento davanti al maxi-schermo del Centro svizzero per l'atteso Derby.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile