Ti Press
CANTONE
30.07.20 - 06:380
Aggiornamento : 09:45

Società di tiro disarmate a causa del coronavirus

La sospensione del tiro obbligatorio e di altre manifestazioni sta mettendo in difficoltà gli oltre 50 sodalizi ticinesi

Il presidente della Federazione ticinese delle società di tiro Doriano Junghi lancia un appello: «Anche se quest'anno non sparate, non abbandonate le società in questo momento»

LUGANO - L’emergenza coronavirus ha colpito anche il bersaglio delle società di tiro. A causa della pandemia, il tiro obbligatorio è stato sospeso per tutti i circa 5'000 militi ticinesi astretti al servizio. C’è comunque la possibilità, volontariamente e nel rispetto delle disposizioni federali, di prendere parte a qualche sessione di tiro. Ma se lo scorso anno, per il solo tiro di campagna (puramente volontario), avevano presenziato 3'600 partecipanti con il fucile e 3'100 con la pistola, quest’anno la situazione è differente.

«Il calo dell’affluenza va dal 50% al 100% rispetto allo scorso anno. Dipende dalle singole società, c’è chi ha lavorato bene e ha avuto un buon riscontro e chi purtroppo a queste condizioni ha rinunciato, rimanendo fermo al palo», spiega il presidente della Federazione ticinese delle società di tiro (FTST) Doriano Junghi.

Perdite finanziarie drastiche - La sospensione ha però un impatto finanziario di non poco conto per le oltre 50 società di tiro sparse in tutto il Cantone e che si occupano della formazione dei tiratori e dell’organizzazione dei tiri. Anche perché la pandemia aveva già costretto le società a rinunciare all’organizzazione di manifestazioni come tombole o feste campestri, grazie alle quali riescono a raccogliere fondi. «Per alcune società le perdite saranno importanti, per altre addirittura drastiche», conferma Junghi.

Munizioni e indennizzi da Berna - Le società ricevono infatti gratuitamente dalla Confederazione la munizione da mettere a disposizione dei partecipanti per gli esercizi federali (tiro obbligatorio e di campagna). Inoltre percepiscono un indennizzo parziale per il lavoro amministrativo svolto che ammonta a 20.50 franchi per ogni astretto al servizio per il programma obbligatorio, mentre per ogni partecipante al tiro di campagna l’indennizzo è di 10 franchi per ogni cittadino svizzero partecipante.

Tasse sociali vitali - «Trattandosi di un indennizzo parziale per le attività amministrative svolte dalle società, non è previsto al momento alcun aiuto finanziario da parte della Confederazione», spiega Stefano Fedele della Sezione del militare e della protezione della popolazione. Per coprire le spese correnti, alle società non resta che fare affidamento sulle eventuali riserve accumulate negli ultimi anni e sulle tasse sociali e di partecipazione. Proprio a questo proposito Doriano Junghi lancia un appello: «Soci, anche se quest’anno non sparate non abbandonate le vostre società in questo momento. Solo così quest’ultime avranno una buona possibilità di sopravvivere».

Grandi manifestazioni annullate 
Oltre al tiro obbligatorio, diverse competizioni di tiro sono state annullate. Il Tiro federale 2020 di Lucerna è stato rimandato all'anno prossimo. Molti tiri amichevoli e concorsi sezionali sono stati pure annullati o dilazionati. Anche il Comitato d'organizzazione del Tiro storico del San Gottardo ha annullato la 13a edizione, prevista in ottobre. «Lo sport del tiro è sì competizione, ma anche e soprattutto amicizia e cameratismo. Le condizioni ancora oggi vigenti in ambito di protezione della salute ci vedono costretti ad annullare l'edizione di quest'anno», ha spiegato il presidente Norman Gobbi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Fritz Orlando von Ow 4 mesi fa su fb
Ho 68 anni e ho partecipato a 43 tiri di campagna e 44 tiri obbligatori. Ogni volta era una magnifica festa di famiglia 🇨🇭 Bei tempi passati
El Jardinero 4 mesi fa su tio
Non tutti i mali vengono per nuocere. Meno spari, meno soldi buttati , più quiete e tranquillità. Orgoglioso di stare al fianco dei rosso-verdi. Leggo paragoni patetici col calcio (sport unico e più diffuso al mondo)... va beh degustibus non disputandum.. ;) buona estate
interceptors 4 mesi fa su tio
Prendo l'occasione di dire che il tiro è uno Sport, ma non considerato e finanziato come il calcio. La grande differenza? Nel calcio è un continuo leggere di risse e maleducazione in campo e fuori (grazie la cultura di certe persone che lo praticano?...) ma nel tiro invece non si litiga mai (cultura delle persone che lo praticano?...)! Meditate gente, meditate.......
interceptors 4 mesi fa su tio
Altra tradizione Svizzera che viene cancellata....per la felicità dei troppi stranieri che abbiamo accolto...e dei rossi-verdi pro EU. Io continuerò a sostenere tali società con presenza e finanziaria!
bimbogimbo 4 mesi fa su tio
@interceptors Concordo all 100%. Un colpo oggi un colpo domani, stanno distruggendo tutto quello che gli altri paesi ci hanno sempre invidiato, e del quale sono sempre andato orgoglioso.
gabola 4 mesi fa su tio
@interceptors Concordo in pieno, sempre peggio,pori num
tip75 4 mesi fa su tio
ma finalmente..
Evry 4 mesi fa su tio
Solo i disfattisti Rosso-Verdi menefreghisti sono contenti.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / ITALIA
44 min
"Un buono Amazon da 150€". Ma è una truffa
Nelle scorse settimane molti hanno condiviso nelle stories uno screenshot taggando un profilo fake
LUGANO
3 ore
Cinquanta abeti dentro il Municipio
Così Lugano ha festeggiato oggi l'accensione dell'albero, con un concerto in diretta streaming
CANTONE / SAN GALLO
4 ore
Pronta al via, la SOB crea «oltre 200 posti di lavoro», ma non in Ticino
Dal 13 dicembre la società sangallese opererà sulla tratta panoramica del Gottardo.
CANTONE
5 ore
«Non giochiamoci nonni e genitori per un Natale»
Covid-19: l'imprenditore e musicista Antonio Andali ospite di piazzaticino.ch. Guarda la video intervista.
MENDRISIO
6 ore
2 gatti e 1 cane vittime di bocconi avvelenati, intervengono i bambini
Gli allievi della 5B di Arzo mettono in guardia la popolazione: «Sono orribili atti crudeli. Ci sono cuori che soffrono»
FOTO E VIDEO
CANTONE
7 ore
Arriva la prima neve a sud delle Alpi
In giornata attesa qualche spruzzata anche in pianura.
FOTO E VIDEO
SERRAVALLE
7 ore
Tre minorenni dietro il rogo di una stalla
L'incendio era divampato il 5 settembre in via Mondate a Malvaglia.
CANTONE / BERNA
7 ore
Ceneri: dal 13 dicembre treni in galleria
Rilasciata alle FFS l'autorizzazione necessaria.
CANTONE
11 ore
Un giapponese da quarantena
Lo scarabeo di Newman è diffuso ormai in tutto il Sottoceneri. L'Ufag creerà una "zona rossa" con misure di contenimento
CANTONE
12 ore
Ticinesi sugli scudi agli SwissSkills
Si sono conclusi i campionati svizzeri delle professioni, che quest'anno si sono svolti in modo decentralizzato.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile