Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
CANTONE / URI
11.07.20 - 10:420

Quaranta minuti di attesa al San Gottardo

Al portale nord della galleria si registravano quattro chilometri di coda questa mattina.

Una colonna molto inferiore rispetto ai consueti sabati di luglio.

AIROLO - Quest'anno il San Gottardo vivrà un'estate decisamente insolita, almeno per quanto riguarda il traffico. Tanti svizzeri hanno infatti deciso di non intraprendere grandi spostamenti per le vacanze a causa dei rischi legati all'epidemia di coronavirus. E anche i turisti provenienti dall'estero, e che attraversavano il nostro Paese per recarsi in Italia, sembrano essere molto meno numerosi.  

Questa mattina il traffico al portale nord della galleria ha fatto registrare un picco di tre chilometri di coda tra Wassen e Göschenen, con attese fino a 40 minuti. Chiuso inoltre il raccordo in entrata a Göschenen. 

Una colonna molto inferiore rispetto ai sabati di luglio degli anni scorsi quando le code raggiungevano facilmente anche i 14 chilometri. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 anno fa su tio
Che rimangono a casa e si tengono il Corona, Controlli a tappeto e obbligo di portare la mascherina !
franco1956 1 anno fa su tio
Duca72.Eccolo l'Einstein del giorno.??????
Shion 1 anno fa su tio
Per fortuna.
Tenero72 1 anno fa su tio
e dunque?
franco1956 1 anno fa su tio
Molto bene!!!di questi ,l'ottanta per cento va in Italia.Spero che al ritorno,passano dritti dritti al nord del Gottardo.Una bella impestata al di la delle alpi,forse fa capire a sti crucchi che non siamo al parco giochi.
centauro 1 anno fa su tio
@franco1956 I ticinesi che vanno a fare la spesa in Italia e poi rientrano non rischiano di portare con sé il virus?
Duca72 1 anno fa su tio
@centauro Siete 2 poverini ! Non meritereste neanche un commento per l’ignoranza che dimostrate
ciapp 1 anno fa su tio
@centauro è meno pericoloso fare la spesa in italia che andare in discoteca o frequentare locali notturni
ugo202230 1 anno fa su tio
@centauro Ed i frontalieri che entrano tutti i giorni a lavorare non potrebbero portare con se il virus? Chi va a far spese esce una o due volta alla settimana. I lavoratori 1-2 volte al giorno. Guardi lei.
centauro 1 anno fa su tio
@Duca72 Mi sa che non hai capito i commenti!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
Altri 1221 positivi. Sono 19 le persone in cure intense
Per il secondo giorno consecutivo non si registrano nuovi decessi.
BRISSAGO
19 ore
Incendio nei boschi sopra Brissago
Sono rapidamente intervenuti i pompieri, che monitoreranno la situazione anche durante la notte
CANTONE
1 gior
In Ticino altri 1312 contagi
Stabile l'occupazione delle terapie intensive. In lieve calo i ricoveri
CANTONE
1 gior
Adescava i minorenni sui social per ottenere foto pornografiche
Una cinquantina le vittime finite nella rete di un 31enne del Luganese tra il 2016 e il 2020.
CANTONE / SVIZZERA
1 gior
La polizia alle prese con quarantene e isolamenti
In Ticino l'operatività è garantita. Ma a Ginevra le assenze sono molte. I corpi sono pronti a scenari d'emergenza
AIROLO
1 gior
Addio a Luca Ceresetti, vicesindaco di Airolo
Il municipale è scomparso improvvisamente, dopo breve malattia, nel giorno del suo 47esimo compleanno
CANTONE
1 gior
L'occhio dei radar sbircia cinque distretti
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 17 al 23 gennaio sulle strade ticinesi
CANTONE
1 gior
In carcere uno spacciatore estradato dalla Serbia
È sospettato di traffico di eroina e cocaina in Ticino.
CANTONE
2 gior
«Al picco il 30% dei ticinesi sarà infettato»
Quarantene accorciate, Merlani: «Ospedali e case anziani si potranno visitare solo dopo dieci giorni dal contagio».
VERZASCA
2 gior
«Costretti a lasciare le nostre case»
Via dalla frazione Pioda, ex cuore economico di Vogorno. Parlano le "vittime" della costruzione della diga.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile