foto tio/deposit
AGNO
03.07.20 - 06:300
Aggiornamento : 12:33

«Non sorrido da cinque anni»

Franco Boroni, 65 anni, ha ingaggiato un'interminabile battaglia legale. E nel frattempo è logorato dal mal di denti

AGNO - Franco Boroni avrebbe poco da ridere, di per sé. Ma comunque non può farlo. Da quattro anni affronta una causa legale interminabile: nell'attesa non può masticare, suonare il sax, né parlare troppo a lungo. Se gli capitasse di sorridere della propria sorte, sentirebbe subito una fitta dolorosa alla mascella. 

«È una lunga storia». Il 65enne di Agno si è rivolto agli avvocati nel 2017, a seguito di un'operazione dentaria. Il suo incarto è su una scrivania (o in un cassetto) della Pretura di Lugano, in attesa di una decisione.

Tutto è iniziato nell'estate 2015. Boroni masticando si rompe un ponte. Si rivolge a un dentista della regione, che gli propone di asportare dieci denti e realizzare due protesi: una per la mascella superiore, l'altra per quella inferiore. «Mi sono fidato» racconta il 65enne. «Ho acconsentito al trattamento, non immaginavo cosa mi attendesse». 

Il risultato è disastroso. Le protesi presentano «una distanza di quasi un centimetro dalla gengiva» si legge in un resoconto redatto dalla Commissione arbitrale della Società ticinese dei dentisti (Sso), a cui Boroni si è rivolto nel 2017. Nel frattempo il 65enne si è fatto realizzare un secondo paio di protesi "riparatrici", dallo stesso professionista: ma «anche queste erano difettose, mi si sono staccate dopo un'ora» racconta. «Le ho immediatamente restituite, e mi sono rivolto a un avvocato».

Inizia una causa privata. Ma il "mal di denti" di Boroni – che beneficia dell'invalidità – diventa anche un affare pubblico: è il Cantone, tramite lo Ias, a pagare la prestazione mal fatta. Il 65enne e il suo avvocato hanno presentato un esposto (tuttora pendente) alla Commissione di vigilanza sanitaria. «Lo Stato ha pagato per una prestazione ridicola, che mi ha causato solo danni» protesta il paziente.

I legali del dentista "incriminato" si sono opposti alla richiesta. Contattati, non commentano la vicenda e si limitano a sottolineare che «sul caso è ancora attesa una perizia giudiziale». La palla passa dunque agli esperti incaricati dalla Pretura. Che dovranno stabilire se, effettivamente, sussistono gli estremi per un risarcimento.   

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
21 min
Nuove professioni crescono: una ventina i "riciclatori" in Ticino
Ivo Bazzanella è stato l’unico a concludere questo apprendistato nel 2020.
CANTONE
22 min
C'è un iceberg d'amianto in Ticino
Il "killer dormiente" continua a fare vittime. E nelle nostre case ne spunta sempre di più
CANTONE
10 ore
Anche la Lega contro l'aumento delle imposte
«Si utilizzino piuttosto i ristorni dei frontalieri» si legge nella presa di posizione
FOTO
RIVIERA
12 ore
Infortunio nel riale, giovane in ospedale
L'incidente è avvenuto attorno alle 14 di questo pomeriggio
BELLINZONA
13 ore
Morti in casa anziani: «Vogliamo le dimissioni immediate»
UDC chiede pubblicamente che il municipale Giorgio Soldini e il direttore delle strutture Silvano Morisoli se ne vadano
CANTONE
15 ore
Alzare le imposte? «Il Governo se lo scordi»
L'UDC ticinese prende posizione dopo le parole del direttore del DFE sulla tenuta finanziaria del Cantone
FOTO E VIDEO
BLENIO
16 ore
Scontro sulla strada del Lucomagno
L'incidente è avvenuto poco prima di mezzogiorno. Il motociclista è stato trasportato al San Giovanni in elicottero
FOTO
CANTONE
17 ore
Le impressionanti foto dell'incidente di questa mattina sulla A2
Nel quale sono rimaste ferite in modo lieve 5 persone. Distrutte due vetture e una roulotte, gravi disagi al traffico
CANTONE
20 ore
«Il Ticino rischia il dissesto»
Il direttore del Dfe Christian Vitta è preoccupato per il futuro dell'economia. «Un secondo lockdown sarebbe disastroso»
CANTONE
20 ore
Il piromane di Gandria a quanto pare era recidivo
Il 24enne lo scorso febbraio aveva già dato fuoco ad alcune vetture a Menaggio e aveva precedenti penali
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile