Immobili
Veicoli
foto Facebook
BELLINZONA
02.07.20 - 10:500

«Un ragazzo normale, che più non si può»

Strage progettata alla Commercio di Bellinzona: è iniziata l'arringa della difesa

BELLINZONA - Un ragazzo «normale» che più normale non si può. Un «figlio del Ticino» con una famiglia «che più normale non si può». Il 22enne accusato di avere preparato una strage alla Commercio di Bellinzona era «uno studente brillante e un ragazzo simpatico e affettuoso». 

Un giovane dalla faccia “pulita” che questa mattina, alle 9.30, si è presentato in giacca e camicia al Palazzo dei congressi di Lugano, per la seconda giornata del processo che lo vede imputato di atti preparatori di assassinio plurimo. 

È iniziata così, con un ritratto dell’aspirante stragista, l’arringa dell’avvocato Luigi Mattei. Il legale difensore ha dipinto l’allora 19enne come uno studente modello, descritto dai compagni di scuola come «gentile, simpatico, addirittura servizievole». Eppure, nella primavera del 2018 l’imputato «ha iniziato a concepire nella sua mente un piano orribile». 

La difesa non punta all’assoluzione, ma a ridimensionare il ruolo e le vere intenzioni del ragazzo. «Il punto - secondo Mattei - è come recuperare nel futuro questo giovane, che ha tutti gli strumenti per fare bene nella vita».

L’arringa ripercorre le tappe della “discesa agli inferi” del giovane. Una catabasi che «non coincide con un disegno stragista iniziato due anni prima» come sostenuto dall’accusa. Nel 2014 il licenziamento del ragazzo dall’apprendistato presso le Ferrovie - a causa di un piccolo furto - ha «certamente messo in crisi il ragazzo», come pure una delusione amorosa nel 2016. 

Ma il giovane avrebbe acquistato il suo arsenale solo due anni dopo, «perché si era appassionato al tiro sportivo assieme ad un amico» spiega Mattei. Un arsenale di non poco conto: un kalashnikov, un fucile a pompa, una carabina 22, e il fucile semi-automatico AR 15. «Tutte armi acquistate legalmente e per cui aveva ottenuto un’autorizzazione cantonale». 

Armi acquistate - sostiene la difesa - non allo scopo preciso di preparare la strage. Le cose degenerano un anno dopo. E tutto avviene nell’arco di un mese. Nella primavera 2018 il ragazzo «si taglia i capelli, inizia ad avere un atteggiamento di sfida verso la scuola, si rifiuta di studiare». Un cambiamento che non era sfuggito a nessuno, alla Commercio. L’aspirante killer che parlava di suicidio e «male assoluto», pronto a un gesto folle, assomiglia molto poco al «ragazzo fino al giorno prima responsabile, solare, intelligente e scolasticamente dotato» descritto dai compagni. E nemmeno all’imputato che, oggi, siede al centro dell’aula nel Palazzo dei Congressi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
CANTONE
50 sec
Ecco chi sono i nuovi laureati dell'USI
La Facoltà di comunicazione, cultura e società ha celebrato i neolaureati durante la cerimonia ufficiale di questa sera.
LUGANO
2 ore
Pandemia e autogestione, spina nel fianco per la polizia
Secondo le statistiche 2021, Lugano resta comunque il centro urbano più sicuro della Svizzera
FOTO
MELIDE
5 ore
Carpa gigante pescata nel Ceresio
Il pesce è stato catturato ieri dal 23enne Roberto Pacia nell'area del ponte-diga di Melide.
CANTONE
9 ore
Altri 173 contagi e un decesso nel fine settimana
Gli ospedali ticinesi accolgono attualmente 68 pazienti.
LUGANO
10 ore
Dopo l'accoltellamento, l'arresto
È finito in manette un cittadino svizzero di 32 anni residente nella regione
LUGANO
13 ore
«A Lugano non c'è mai niente da fare!»
Hai tra i 14 e i 25 anni e abiti in riva al Ceresio? Allora partecipa al sondaggio promosso per “rianimare” la città
CANTONE
13 ore
In Ticino "per sbaglio", sono in un limbo
Il caso di un nucleo famigliare ucraino ospitato a Lamone-Cadempino. E l'appello del padrone di casa Giuseppe Akbas.
FOTO
LUGANO
1 gior
Grande giornata di festa per Raiffeisen Walking Lugano
Tra i vari percorsi non è mancato l'appuntamento tradizionale con il City Trail fino al Monte Bré
FOTO
PORLEZZA
1 gior
Un capriolo nel Ceresio
Brutta avventura finita bene, oggi pomeriggio, nelle acque a largo di Porlezza
LUGANO
1 gior
Festeggiamenti in piazza e notte libera
Il Municipio accoglierà una delegazione dell’FC Lugano di ritorno dalla trionfale trasferta bernese.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile