Vladimir Miletić / Keystone
CANTONE
01.07.20 - 14:390

«Serbi, non andate in vacanza in patria»

L'appello del rappresentante della comunità in Ticino. «Con un aumento dei casi la situazione potrebbe peggiorare»

LUGANO - «Mi rivolgo a tutti i serbi che vivono in Ticino, ma anche a tutti gli altri che hanno intenzione di recarsi in Serbia, di annullare o posticipare il viaggio o le vacanze programmate». È un appello senza mezzi termini quello lanciato oggi da Vladimir Miletić, rappresentante della comunità serba nel nostro cantone.

Due giorni fa il canton Grigioni ha annunciato di aver messo in quarantena una settantina di persone entrate in contatto con sei giovani di ritorno da un viaggio in Serbia, dove avevano partecipato a una festa a Belgrado.

In piena estate ecco quindi che in Ticino arriva l'appello. «Molti serbi si preparano ad andare in vacanza nella propria patria per trovare familiari e parenti - scrive Miletić -. Visto l'aumento dei casi in Svizzera, tra i quali alcuni per via del contatto con persone di ritorno dalla Serbia, penso che sia necessario informare tutti i membri della comunità che l'attuale situazione epidemiologica in Serbia è stabile, ma se si verifica un aumento di casi la situazione potrebbe peggiorare rapidamente».

Il rappresentante della comunità serba (e direttore del progetto Serbinfo.ch) fa una breve panoramica sulla situazione in patria: «In alcune città sono state reintrodotte le misure di protezione. A Belgrado è obbligatorio indossare la mascherina negli spazi chiusi, a Kragujevac, Vranje e Novi Pazar è stato dichiarato di nuovo lo stato d’emergenza. Lo stato maggiore di condotta ha annunciato che, se sarà necessario, si introdurranno delle misure più restrittive». Per questo i ticinesi serbi sono invitati a «trascorrere i giorni liberi in Ticino o in Svizzera, se possibile».

A chi, invece, non ha intenzione di rinunciare al viaggio "a casa", Miletić chiede di «seguire rigorosamente le misure di protezione indicate, di fare un tampone al rientro» e di «scaricare l'app SwissCovid».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MORBIO INFERIORE
1 ora
Alle Medie di Morbio Inferiore altri 25 casi di coronavirus
Undici sono verosimilmente riconducibili alla variante inglese del virus. Sono state testate 460 persone
CANTONE
2 ore
«Abbiamo 18 detenute alla Farera. Bisogna trovare una soluzione»
La Commissione di sorveglianza sulle condizioni di detenzione ha chiesto un incontro al Dipartimento delle istituzioni.
CADENAZZO
5 ore
Un'intossicazione alimentare dietro ai malori alla Posta
Venerdì scorso tre collaboratori del Centro logistico erano stati trasportati in ambulanza all'ospedale.
CANTONE
6 ore
Torna a nevicare in pianura
Meteo Svizzera lancia l'allerta. Pericolo "marcato" da questa sera fino a mezzogiorno di domani
CANTONE
7 ore
In Ticino altri 114 contagi e 4 decessi
Calano i ricoveri in ospedale, ma non i pazienti in terapia intensiva. Il bollettino del medico cantonale
CANTONE
8 ore
Mercato dell'auto in crisi: «Vediamo quanti sopravviveranno»
Nel 2020 le vendite sono crollate del 24%. E gli aiuti sono stati pochi.
LUGANO 
11 ore
Più che Lombardi «luganese»
Da qualche giorno Filippo Lombardi è a tutti gli effetti domiciliato nella città dove intende correre per il Municipio
CANTONE
11 ore
I tamponi a scuola sono un lusso
Mentre il Decs è alle prese con la variante inglese, gli istituti privati fanno da sé. Il caso "esclusivo" della Tasis.
CANTONE
23 ore
Luci rosse spente: «Le nostre ragazze ora lavorano a Berna»
Lo sconcerto del gerente dell'Oceano: «La coerenza? Quali distanze sociali si possono garantire in un bordello?»
ITALIA / CANTONE
1 gior
«Stressate» dalla scuola: 13enni fiorentine scappano in Ticino
Sono state localizzate grazie ai telefoni cellulari e individuate su un treno diretto a Lugano
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile