Vladimir Miletić / Keystone
CANTONE
01.07.20 - 14:390

«Serbi, non andate in vacanza in patria»

L'appello del rappresentante della comunità in Ticino. «Con un aumento dei casi la situazione potrebbe peggiorare»

LUGANO - «Mi rivolgo a tutti i serbi che vivono in Ticino, ma anche a tutti gli altri che hanno intenzione di recarsi in Serbia, di annullare o posticipare il viaggio o le vacanze programmate». È un appello senza mezzi termini quello lanciato oggi da Vladimir Miletić, rappresentante della comunità serba nel nostro cantone.

Due giorni fa il canton Grigioni ha annunciato di aver messo in quarantena una settantina di persone entrate in contatto con sei giovani di ritorno da un viaggio in Serbia, dove avevano partecipato a una festa a Belgrado.

In piena estate ecco quindi che in Ticino arriva l'appello. «Molti serbi si preparano ad andare in vacanza nella propria patria per trovare familiari e parenti - scrive Miletić -. Visto l'aumento dei casi in Svizzera, tra i quali alcuni per via del contatto con persone di ritorno dalla Serbia, penso che sia necessario informare tutti i membri della comunità che l'attuale situazione epidemiologica in Serbia è stabile, ma se si verifica un aumento di casi la situazione potrebbe peggiorare rapidamente».

Il rappresentante della comunità serba (e direttore del progetto Serbinfo.ch) fa una breve panoramica sulla situazione in patria: «In alcune città sono state reintrodotte le misure di protezione. A Belgrado è obbligatorio indossare la mascherina negli spazi chiusi, a Kragujevac, Vranje e Novi Pazar è stato dichiarato di nuovo lo stato d’emergenza. Lo stato maggiore di condotta ha annunciato che, se sarà necessario, si introdurranno delle misure più restrittive». Per questo i ticinesi serbi sono invitati a «trascorrere i giorni liberi in Ticino o in Svizzera, se possibile».

A chi, invece, non ha intenzione di rinunciare al viaggio "a casa", Miletić chiede di «seguire rigorosamente le misure di protezione indicate, di fare un tampone al rientro» e di «scaricare l'app SwissCovid».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE / SVIZZERA
42 min
Tra ritardi e Covid, festeggiamenti ridotti per la galleria del Ceneri
Venerdì 4 settembre l'inaugurazione ufficiale. Inizialmente erano previsti 650 ospiti, ma non sarà così
CANTONE
2 ore
Un nuovo caso di Covid-19 in Ticino, anche un ricovero in più
Il totale d'infezioni da inizio pandemia ha raggiunto quota 3'446. Il numero di decessi resta fermo a 350.
BLENIO
6 ore
«Rilanceremo il cioccolato della Cima Norma»
Gastronomia e cultura. Ecco l’affascinante progetto di Abouzar Rahmani, 39 anni, imprenditore di Morcote.
CANTONE
6 ore
«Annunciarsi in ritardo è da furbi»
La hotline per chi rientra da paesi a rischio Covid lavora a pieno ritmo. Ma non mancano i problemi
BEDRETTO
13 ore
Moto completamente distrutta dalle fiamme
L'incendio si è sviluppato oggi attorno alle 21 sulla strada del Passo della Novena
FOTO
LOCARNO
14 ore
Il festival ai tempi del coronavirus: è cominciato Locarno 2020
La 73esima edizione è stata inaugurata stasera al GranRex. Fino al 15 agosto saranno proiettati 121 film (anche online)
BELLINZONA
20 ore
Con il martello dentro al Selecta
Qualcuno ha distrutto il vetro del distributore automatico, rubando parte del contenuto.
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
22 ore
Centauro ferito in via Lugano
La moto si è scontrata con un'auto, per poi finire contro un altro veicolo che circolava in senso opposto
FOTO E VIDEO
CALANCA (GR)
1 gior
Parco Val Calanca a gonfie vele: «Natura selvaggia e incontaminata»
Il progetto sta vivendo un'ottima (prima) stagione estiva e si candida come Parco naturale regionale.
CANTONE
1 gior
Affitti in calo, grazie al Covid
In Ticino e in particolare a Lugano le pigioni stanno calando
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile