Immobili
Veicoli
tipress
L'ospedale Beata Vergine di Mendrisio
MENDRISIO
07.06.20 - 11:460

L'infermiere aveva già tentato il suicidio

Nuovi dettagli sulla vicenda del 45enne accusato di avere ucciso 17 pazienti dell'ospedale Beata Vergine

MENDRISIO - Ha spento il cellulare, è uscito di casa e per una settimana si sono perse le sue tracce. L'auto è stata ritrovata giovedì a Buseno, in Val Calanca, all'ingresso di un sentiero: dopo un giorno di ricerche la polizia grigionese ha scoperto il cadavere.

Si è conclusa così la drammatica vicenda dell'infermiere dell'ospedale Beata Vergine di Mendrisio, accusato di avere ucciso 17 pazienti alterando i dosaggi dei farmaci. Il 45enne – riferisce oggi il Caffè – aveva già tentato il suicidio: prima alla Stampa, durante la carcerazione preventiva, ingerendo una sostanza usata dal personale di pulizia. E poi una seconda volta a casa della madre, dove si era trasferito una volta uscito di prigione. 

Il secondo tentativo - tramite assunzione di farmaci - era quasi andato a segno. L'ex infermiere era stato salvato in extremis, con un ricovero d'urgenza al Civico. Poi aveva trascorso tre settimane all'ospedale psichiatrico di Mendrisio, ed era stato affiancato da un sostegno psichiatrico.  

Ma il tormento interiore del 45enne non è mai cessato. L'uomo si era sempre professato innocente rispetto alle accuse più gravi (omicidio intenzionale ripetuto, maltrattamenti). Ora il gesto estremo chiude di fatto l'inchiesta per il reato di omicidio. La Procura ha fatto sapere che le indagini si limiteranno al coinvolgimento di una giovane collega, accusata di tentate lesioni gravi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
RANCATE
3 ore
Medacta si espande (e assume 300 persone)
L'azienda ha aperto una nuova sede a Rancate e ha in programma investimenti per diversi milioni
LUGANO
5 ore
Hannibal arriva in Ticino
Le temperature raggiungeranno i 30 gradi nel weekend. I consigli del DSS
LUGANO
5 ore
Sesso con un 14enne: «Mi scuso. Ho capito che i bambini non si toccano»
Condannato a due anni e quattro mesi di carcere, di cui 20 mesi sospesi, un 55enne residente nel Luganese.
CANTONE
8 ore
Da predatore a preda
Il Governo ha dato il via libera all'abbattimento del predatore che lo scorso 26 aprile uccise 19 pecore a Cerentino.
LUGANO
10 ore
«Voleva uccidere»
La 29enne dovrà rispondere di tentato assassinio e di violazione alla legge che vieta i gruppi Al-Qaïda e Stato islamico
CANTONE
11 ore
Da Bellinzona a Losanna senza mai cambiare treno
Le FFS hanno presentato il progetto d'orario 2023. Diverse le novità, anche per i viaggiatori ticinesi.
CANTONE
14 ore
«Pandemia, la vittima è stata la ragione»
Il reporter Gianluca Grossi crea scompiglio in libreria con la pubblicazione di "La libertà è una parola". Ecco perché.
AVEGNO GORDEVIO
1 gior
Perizia psichiatrica per il sospetto matricida
Il 21enne che dovrà rispondere del reato di assassinio è attualmente incarcerato alla Farera.
FOTO
CAPRIASCA
1 gior
L'altalena panoramica non c'è più
L'atto di vandalismo sarebbe stato commesso con una motosega.
CANTONE
1 gior
Gratis è meglio
Solo il 3% dei campioni d'acqua corrente analizzati dal Laboratorio cantonale nel 2021 presentavano delle lacune.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile